Magazine Cucina

Pizza Dolce: la mia versione con Scquacquerone, Pere, Noci e Miele

Da Erika26
Buon inizio settimana a tutti... il week end è appena passato e che week end sarebbe senza la pizza?? Questa ricetta è quella che usiamo in famiglia, ma questa volta l'abbiamo preparata sostituendo un terzo della farina classica con quella di avena. La pizza risulterà più croccante e digeribile. Io vi propongo una versione dolce un po' diversa dalla classica con crema di nocciole o marmellata e frutta, ottima per stupire i vostri ospiti!!! Gli ingredienti sono ovviante autunnali, difatti ho scelto le pere e le noci, che vengono accompagnate da un formaggio tipico della mia regione, lo scquacquerone di Romagna e una abbondante colata di miele d'acacia!!! Una vera delizia!
Pizza Dolce: la mia versione con Scquacquerone, Pere, Noci e Miele
Ingredienti per la base (12 pizze):
  • 800 g farina manitoba
  • 400 g farina di avena
  • 50 ml olio evo
  • 2 cucchiaini di sale fino
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 2 bustine di lievito di birra essiccato
  • circa 600 ml di acqua tiepida

per il condimento (di 1 pizza):
  • 1 pera divisa in 8 spicchi
  • 3-4 noci spezzettate 
  • 4 cucchiai di scquacquerone
  • 2 cucchiai di miele d'acacia

Pizza Dolce: la mia versione con Scquacquerone, Pere, Noci e Miele
Preparare la pasta almeno 4 ore prima dell'utilizzo. In una planetaria versare le farine, il sale, il lievito e lo zucchero. Unire poi l'olio e con il gancio iniziare ad impastare. Versare pian piano l'acqua tiepida e lasciare impastare per almeno 10 min (ovviamente può essere fatto sia a mano che con un robot o mixer da cucina). Dare con le mani una forma sferica e porla su di una spianatoia cosparsa di farina, lasciarla lievitare fino a raddoppio del volume coperta con uno strofinaccio inumidito o pellicola per alimenti, serviranno circa due ore. Trascorso il tempo della prima lievitazione dividere l'impasto in 12 parti. Creare delle palline e con un coltello incidere una croce sulla superficie di queste. Lasciar lievitare le pallina per un'altra oretta circa.Il mio consiglio è tirare tutte le pizze poco prima di iniziare a mangiare e sistemarle in un vassoio alternandole con degli strofinacci e una spolverata di farina. In questo modo sarete più agevolati durante la serata e in più l'impasto subirà una terza lievitazione leggera che renderà la pizza ancora più digeribile. Condire e cuocere nel sistema che preferite (fornetto a gas, luce, forno a legna ecc...). Vi lascio anche le foto di qualche versione salata.
Pizza Dolce: la mia versione con Scquacquerone, Pere, Noci e MielePizza Dolce: la mia versione con Scquacquerone, Pere, Noci e Miele  Mozzarella, radicchio, zucchini e tomino.
Pizza Dolce: la mia versione con Scquacquerone, Pere, Noci e MielePizza Dolce: la mia versione con Scquacquerone, Pere, Noci e Miele         zucchini e salsiccia                               salsiccia, cotto e wurstel   
 Buon Appetito!!!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines