Magazine Politica

Politico diffama l’opposizione a Bilderberg, tratto da www.thenewamerican.com

Creato il 25 maggio 2012 da Conflittiestrategie

Lunedi, 21 May 2012 16:39


Scritto da Raven Clabough

su

http://www.thenewamerican.com/usnews/politics/item/11461-politico-smears-bilderberg-opposition

Politico diffama l’opposizione a Bilderberg, tratto da www.thenewamerican.com

La riunione del Bilderberg che si terrà dal 31 maggio al 3 giugno presso l’hotel e centro conferenze Marriot Westfield’s Washington Dulles (nella foto, a sinistra) non ha attirato alcuna attenzione tra i media mainstream. L’unica eccezione degna di nota è stata Politico il quale ha rivolto la propria attenzione  all’ordine del giorno che i partecipanti dovranno affrontare, soprattutto la scelta a candidato alla vicepresidenza del GOP. Ma nonostante la copertura dell’evento decisivo da parte di Politico, è  ancora archiviata qualsiasi tipo di opposizione al gruppo Bilderberg secondo la teoria del complotto e del fanatismo; viene respinta l’idea che il gruppo Bilderberg sia un potente fattore di influenza sulla politica americana.

Politico ha stigmatizzato questo fine settimana le voci crescenti secondo le quali il senatore della Florida Marco Rubio sarebbe la scelta per la vice presidenza da parte del gruppo Bilderberg. E mentre la maggior parte ritiene Rubio essere la scelta chiara per la nomina, Politico non perde l’occasione di emarginare anche coloro che si oppongono ai Bilderbergers, e sembra  respingere ogni speculazione all’ordine del giorno del Bilderberg, compresa la scelta della vicepresidenza, come da “teoria della cospirazione”.

Politico scrive: “Secondo un gruppo dedito alla teoria della cospirazione, la scelta è pressoché bloccata: il Sen. Marco Rubio” E poi continua: “Questo è il pensiero corrente tra una pletora mondiale di attivisti ossessionati dalla segretezza del gruppo Bilderberg. ”

Politico ha dipinto un quadro molto vivido e unilaterale dell’opposizione a Bilderberg:

Eppure, nel mondo sotterraneo dei cospirazionisti, il gruppo è parte di un insidioso sistema del collettivo globalista. E quest’anno, la speculazione sostiene che il Gruppo Bilderberg ha previsto di tenere la sua riunione annuale nelle prossime settimane in un albergo dellla Virginia del Nord dove, tra le altre cose, probabilmente sceglierà Rubio come compagno di corsa di Romney.

Paranoia? Forse.

Eppure, l’attenzione dei media non poteva ignorare l’evidenza che i Bilderbergers dispongono di una certa influenza nella sfera politica, citando il discorso di John Edward alla riunione del Gruppo Bilderberg tenuto nel  2004, secondo cui ” come riportato, ha blindato la sua scelta a candidato a vicepresidente democratico di quell’anno”.

Ma a dispetto di ciò che Politico vorrebbe far credere, non è l’unica volta che abbiamo visto all’opera il potere di influenza del Bilderberg.

Etienne Davignon, presidente di Bilderberg è stato sorpreso a vantarsi nel 2009 che la moneta unica euro era in realtà una raccomandazione del gruppo Bilderberg.

“Egli rivelò che un incontro nel mese di giugno in Europa del gruppo Bilderberg – un club informale di leader politici, uomini d’affari e pensatori presieduto dal Sig. Davignon – potrebbe anche ‘agevolare la comprensione sulla futura azione e sulle modalità che hanno contribuito a creare l’euro nel 1990 , “così  ha riferito l’Osservatore UE nel marzo 2009.

I documenti del Bilderberg trapelati dimostrano che l’idea della moneta unica Euro è stata fissata dai Bilderbergers a metà degli anni 1950. Nel 2003 una squadra investigativa della BBC ha confermato questo. E tutti sappiamo quanto bene l’Euro stia facendo.

Un’ulteriore prova di influenza del gruppo Bilderberg è arrivata nella primavera del 2002, quando i Bilderbergers hanno chiesto all’amministrazione Bush di ritardare l’invasione estiva dell’Iraq; cosa che ha fatto. L’attacco all’Iraq non è stato lanciato fino al marzo 2003.

I giornalisti che erano al corrente di informazioni del Bilderberg hanno riferito nel 2006 che il mercato immobiliare degli Stati Uniti sarebbe salito prima che la bolla scoppiasse, e la storia rivela che è proprio quanto avvenuto.

Il gruppo Bilderberg è anche accreditato di poter selezionare i candidati per le posizioni di potere. Negli Stati Uniti, i Bilderbergers hanno avuto ruoli significativi nella scelta dei candidati alla vicepresidenza. Joe Biden è stato scelto come compagno di corsa di Obama dal luminare Bilderberg James Johnson, affermano gli scaltri osservatori dell’organizzazione elitaria.

Il Bilderberg sembra giocare un ruolo significativo in tutto il processo delle elezioni presidenziali in generale. Nel giugno del 2008, ad esempio, la stampa ha perso traccia del luogo in cui sia Barack Obama che Hillary Clinton si siano recati in Virginia del Nord, dove un gruppo Bilderberg ha “casualmente” tenuto una riunione.

E nel 2009,  Ken Vogel, uomo di Politico, ha riferito che funzionari di Obama hanno tenuto incontri riservati  con membri del Bilderberg in Grecia.

Forse la prova più convincente del potere dei Bilderbergers è scaturita da un’intervista sul sito web belga di notizie www.zonnewind.be , in cui l’ex segretario generale della NATO e membro del Bilderberg Willy Claes ha detto al padrone di casa Koen Filetto che il Bilderberg decide la politica.

Claes ha ammesso che gli ospiti del Bilderberg hanno a disposizione circa 10 minuti di conversazione, dopo di che viene compilato un rapporto della loro presentazione.

“I partecipanti sono poi ovviamente sollecitati ad utilizzare questo rapporto nella definizione delle proprie politiche negli ambienti di competenza”, ha dichiarato Claes, secondo il testo tradotto.

Indipendentemente da questa serie di prove, il consulente di Mitt Romney, Vin Weber, respinge qualsiasi accusa che i Bilderbergers abbiano un ordine del giorno insidioso o che siano coinvolti nel sistema politico americano più di quanto dovrebbero essere.

“Si tratta di persone influenti – e hanno tutti avuto amici nella politica americana – quindi se vedono qualcuno che li colpisce o non, mi aspetto che lo promuovano”, ha detto Weber, un ex deputato del Minnesota che ha partecipato a due riunioni del Bilderberg. ”Ma vorrei dire a tutti quei blogger e manifestanti di riservare la loro indignazione a un complotto vero e proprio, perché questa è solo una conferenza.”

Allo stesso modo, Robert Kagan, un altro consulente di Romney, ha cercato di rappresentare il potere del Bilderberg, affermando che la conferenza è solo “un sacco di persone  vagamente interessanti che danno lezioni vagamente interessanti e si ritrovano con un buon appetito  in bei posti.”

Non tutti godono della copertura del Bilderberg, per fortuna. Il membro texano del Congresso e candidato GOP alle  presidenziali Ron Paul è stato un oppositore del Gruppo Bilderberg, nonché della sede a New York del  Council on Foreign Relations.

Paul è stato particolarmente preoccupato per il programma supportato dal gruppo, come l’economia keynesiana e una politica estera interventista.

Lo scetticismo di Paul verso i gruppi non è passato inosservato in un pezzo di Politico, però. Nel menzionare questo, ha colto l’occasione di sferrare un altro colpo agli avversari del Bilderberg e ai sostenitori di Paul contemporaneamente:

Tali preoccupazioni non sono infrequenti ai margini più esterni dello spettro di pensiero anti-governativo, dove l’estrema sinistra e l’estrema destra trovano una causa comune della loro diffidenza di Wall Street e Washington. L’aumento nel corso degli ultimi anni dei Tea Party e di Occupy protests  hanno veicolato allo stesso modo forti messaggi anti-establishment. E questo ha acuito l’attenzione del pubblico per le teorie cospirative sul coinvolgimento del governo degli Stati Uniti nel 11 settembre, negli attacchi terroristici e nei complotti concepiti da Bilderberg, Trilateral e  Council on Foreign Relations.

Fortunatamente, i media alternativi hanno svelato il Gruppo Bilderberg, la sua agenda e la sua influenza. Come risultato, il Bilderberg sarà accolto con proteste in Virginia, organizzate da persone che sono a disagio con l’agenda globalista dell’organizzazione segreta.

OccupyBilderberg.org spiega: “Occupare il REAL 1% (più vicino al 0,01%) -> Nel 2012, Truth Exposed Radio, WeAreChange San Antonio, e FunkMasterFive  gruppi di attivisti sono convenuti da tutto il mondo per esporre infine il Gruppo Bilderberg a Chantilly , Virginia, dal 31 maggio fino al 3 giugno. ”

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :