Magazine Salute e Benessere

Prepararsi a vincere attraverso l’utilizzo delle strategie… una parte fondamentale ...

Creato il 03 maggio 2010 da Ekis Sport Coaching @Ekis_srl

Strategie“Tutti vogliono vincere, ma non tutti sono disposti a prepararsi per vincere".

Recita così una famosa frase di Robert Montgomery Knight, “Il Generale”, l’allenatore che ha vinto più partite nella NCAA, l’associazione che coordina e gestisce i campionati sportivi universitari americani, nel nostro caso parliamo di pallacanestro.

Da quando l’ho sentita la prima volta questa frase è rimasta nella mia mente.

La vittoria, così come la sconfitta, necessita di un’adeguata preparazione, e se forse è scontato essere d’accordo con me a livello teorico, probabilmente non lo è altrettanto a livello pratico.

Prepararsi alla sconfitta? Cosa significa?

Ti è mai capitato mentre giochi a golf di addressarti sulla pallina, preparare il tuo back swing e iniziare a sentire la tua voce che ti dice “Mi raccomando, non ti agitare adesso!”, e automaticamente inizi a provare tensione, immagini la pallina che vola nel bunker e questo ti crea paura e preoccupazione, allora la tua voce ti dice “Non la mandare nel bunker!”, prendi un bel respiro profondo e… il gioco è fatto: palla dritta in bunker!

Oppure ti è mai capitato di dover tirare un calcio di rigore e, mentre posizioni la palla sul dischetto e fai qualche passo indietro preparando la rincorsa per calciare, la tua mente inizia a viaggiare, vedi il portiere come un gigante che copre ogni minimo spazio della porta, vedi la porta che si rimpicciolisce, la tensione e la paura di sbagliare prendono il sopravvento, senti la tua voce che ti dice “Non sbagliare, non fartela parare!”, effettui la tua rincorsa, calci e… esattamente come previsto: palla in bocca al portiere!

Esempi come questi te ne potrei fare a migliaia e so che nella tua esperienza personale ne potresti trovare altrettanti, e allora? Che fare? Se hai letto l’articolo di Silvia hai già capito ad esempio l’importanza dell’utilizzo della visualizzazione come utilissimo strumento di allenamento mentale.

Quello di cui ti voglio parlare oggi è l’utilizzo delle “strategie” nel lavoro di sport coaching con gli atleti. Le strategie non sono altro che una specifica sequenza di azioni che mettiamo in atto per ottenere uno specifico risultato. Attento… data questa definizione di strategia, va da se che possiamo averne sia per ottenere risultati per noi funzionali e desiderati, che per ottenere risultati disfunzionali ed esattamente inutili per conseguire il meglio dalla nostra performance; gli esempi che ti ho citato sopra ne sono un esempio!

Perché nel lavoro con un Mental Coach sono così importanti le strategie? Perché grazie a queste possiamo, tra le altre cose:

- riuscire a replicare in maniera sistematica, ciò che ci riesce bene, SEMPRE

- riuscire a “modellare” ciò che fanno i grandi campioni per poter migliorare la nostra prestazione

- riuscire a modificare ciò che non ci porta al risultato desiderato

- riuscire ad imparare e migliorare con maggiore velocità ed efficacia un gesto atletico

Come fare allora per estrarre e progettare delle strategie che ci consentano di massimizzare i nostri risultati sportivi? La domanda che dobbiamo avere nella nostra testa è questa: come fai a farlo?

Più nello specifico ci serve comprendere cosa succede quando eseguiamo un gesto in maniera ormai automatica e inconscia e per fare questo serve rispondere a queste domande: qual è la prima cosa che fai quando…? E poi? Cosa succede immediatamente dopo? E poi? Subito dopo cosa altro fai? E così via…

Si tratta di estrarre e porre l’attenzione razionale su un set di azioni e comportamenti che la nostra testa esegue senza pensarci. Per farlo con precisione ci sono diversi accorgimenti e strumenti che un Mental Coach utilizza durante il suo lavoro di mental training, per poi lavorare insieme all’atleta con la finalità di migliorarla ulteriormente se già funziona bene o modificarla se non produce il risultato desiderato, ma questa è un’altra storia...

Prepararsi a vincere attraverso l’utilizzo delle strategie… una parte fondamentale ...
Di Pasquale Acampora


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog