Magazine Rugby

Preview dell'ultima di Amlin Challenge

Creato il 19 gennaio 2011 da Rightrugby

Domani due anticipi, poi le altre gare sabato e domenica: decolla immediatamente l'ultimo giro di orologi della fase a gironi della Amlin Challenge Cup, dopodichè ne rimarranno solo cinque per le fasi a eliminazione diretta - assieme a tre calanti dalla Heineken Cup - e se ne riparlerà ad aprile. Caratteristica della sesta e ultima giornata di Coppe sarà la concomitanza delle due partite di ogni girone, anche se gran parte dei giochi sono già fatti e dove ancora non lo fossero, tutto sarà deciso in una sola delle due partite.

DataOra localePoolSquadra in casa
Squadra in trasfertaStadio

20/0119:45P5Gloucester Rugby v AgenKingsholm

20/0120:45P5La Rochelle v Femi-CZ Rugby RovigoStade Marcel Deflandre

22/0115:00P2El Salvador v Sale SharksCampo de Pepe Rojo

22/0115:00P2Petrarca Rugby v BriveStadio Plebiscito

22/0118:00P1Connacht Rugby v I Cavalieri EstraThe Sports Ground

22/0118:00P1Harlequins v BayonneThe Twickenham Stoop

22/0120:45P3Bourgoin v Newcastle FalconsStade Pierre Rajon

22/0120:45P3Montpellier v Exeter ChiefsStade Yves du Manoir, Montpell

23/0114:00P4Leeds Carnegie v Bucharest OaksHeadingley Stadium

23/0115:00P4Crociati Rugby v Stade Francais ParisStadio XXV Aprile

Giovedì sera il primo a chiudere sarà il Gruppo 5: non deve illudere la teorica contendibilità del primo posto - Stade Rochelais 19 punti, Gloucester 16, Agen 15; se infatti Gloucester darà il massimo in casa con Agen, anch'essa teoricamente ancora in corsa, lo Stade Rochelais con 3 punti più degli inglesi e 4 più dei cugini, riceverà Rovigo, unica squadra del torneo con zero punti, peggior attacco (solo 38 punti fatti in 5 gare) e seconda peggior difesa davanti al solo Cetransa spagnolo. Perdere il primato per i Maritimes sarebbe quindi un harakiri fuori da ogni ordine di possibilità. Spiace dirlo dei rodigini, ma l'umiliazione di venir presi così sottogamba è solo conseguenza dell'andare in Europa "perchè bisogna".
Nel primo pomeriggio di sabato ci saranno le inutili (ai fini della classifica) partite del Gruppo 2: Brive è già qualificata con un turno di anticipo e farà passerella a Padova, speriamo che i petrarchini siano attrezzati per approfittarne, mentalmente prima di tutto, dato che in questa partecipazione al torneo c'è qualche brutta figura da far dimenticare. In tale ottica, è di questi giorni la notizia del ritorno all'ombra del Santo di Ludovic Mercier, dove avrà pare anche un incarico tecnico; speriamo che la presenza del capocannoniere di tutti i tempi della Euro Challenge serva da stimolo.
Dopo il Gruppo 2, nel pomeriggio inoltrato di sabato ci saranno le due gare del Gruppo 1 ma la partita che conta è una sola: Harlequins - Bayonne, con gli inglesi avanti di 4 punti più il fattore casalingo, cosa che spinge a prevedere un esito scontato, salvo inopinabili catastrofi. L'altra gara, ininfluente, vedrà i Cavalieri Prato in tosta trasferta nelle brughiere di Galway a trovare un Connacht esaltato dalla vittoria di Baiona e dal dente avvelenato coi toscani, che a questo punto son costati agli irlandesi la concreta possibilità di qualificarsi.
Nella serata di sabato sarà di scena il Gruppo 3: situazione del tutto analoga al gruppo 1, anche qui conta una sola gara, Montpellier - Exeter ma il vantaggio è ribaltato a favore dei francesi, avanti di due punti. Oltretutto i Chiefs si esaltano in casa.
Domenica infine toccherà al Gruppo 4, ma sarà solo passerella: lo Stade Francais già qualificato è atteso a Parma versante Crociati.
La sera di domenica è molto probabile che la Amlin Euro Challenge abbia un accento con le erre arrotate alla francese: due squadre transalpine sono già qualificate e salvo sorpresone saranno 4 i team transalpini su 5 promossi - anche se il caso Bayonne perdente con Connacht in casa lo scorso weekend spinge alla prudenza, aprendo qualche spiraglio a favore della determinazione anglosassone.
Nei quarti di finale di aprile le prime quattro qualificate provenienti dalla Euro Challenge in termini di punti fatti giocheranno in casa: la migliore contro la peggiore tra le prime, mentre le altre tre saranno contrapposte alle squadre che scenderanno dalla Heineken Cup. Cioè a dire, conviene moltissimo finir prima tra le prime e la più ben messa al riguardo manco a dirlo è lo Stade Francais con 24 punti. Segue il Brive (23) che come lo Stade scenderà in Italia, a complicare le speranze di belle figure delle nostre contro squadre già appagate.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines