Magazine Viaggi

Primavera in Provenza, come arrivare

Creato il 21 gennaio 2014 da Tipolosco

Un weekend di relax per sentire il sole sulla pelle, affittare una macchina e scarrozzare nelle strade della Francia del sud, è l’ideale nel mese di aprile. Quando il sole inizia a scaldare, quando si ha voglia di staccare dall’ufficio e mettersi in strada per ammirare le bellezze, soprattutto quelle del paesaggio, scegliere la Provenza è una possibilità da non sottovalutare.

Campi di lavanda in Provenza

Campi di lavanda in Provenza

A meno che non abitiate in una regione italiana al confine con la Francia e possiate andare direttamente in macchina, il consiglio è quello di arrivare in aereo nei pressi della regione e francese e poi, solo una volta sul posto, affittare una macchina.

Per i voli potete guardare i voli low cost su Volagratis che vi faranno arrivare direttamente a Marsiglia, nel cuore della Provenza a pochi chilometri da Aix-en- Provence. In alternativa potete arrivare all’aeroporto di Nizza, in Costa Azzurra, anche se in questo caso le distanze si allungano, con circa 200 km di distanza che dovrete fare in auto o treno per raggiungere la Provenza, ma se avete qualche giorno in più e solo questo aeroporto disponibile vale comunque la pena.

In primavera la temperatura si aggira sui 20-22°C, il clima ideale per girare senza la noia delle giacche pesanti e senza sentire troppo caldo. Il clima giusto anche per noleggiare un’auto e visitare la regione con i finestrini abbassati. Il clima mite che vi permetterà di aggirarvi per le stradine e le campagne della Provenza alla ricerca di un bello scatto senza sentire troppo freddo o troppo caldo.

Da non perdere in Provenza è il villaggio Valensole dove potrete ammirare le enormi distese di lavanda. Il paesino vi permetterà di fotografare le vie antiche, la fontana del 1700 e il panorama viola che lo circonda. Se siete curiosi di fare una bella passeggiata nei campi di lavanda in Provenza, dovreste informarvi sulla famosissima Route de la Lavande.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine