Magazine Cultura

“Punisher War Zone”, reboot di Lexi Alexander: scoprite se c’è qualcosa di buono

Creato il 23 dicembre 2013 da Alessiamocci

Bello, godibile e fedele al fumetto, soprattutto al ciclo di Garth Ennis (pellicola grottesca piena d’azione e ultra violenza, sanguinolento)!

 

“Punisher War Zone”, reboot di Lexi Alexander: scoprite se c’è qualcosa di buonoReboot diretto da una donna, Lexi Alexander, che ha dimostrato di saper gestire il personaggio e di conoscerlo.

Sicuramente migliore dei precedenti: The Punisher del 1989, conosciuto in Italia col titolo Il Vendicatore (pessimo titolo e pessima pellicola), interpretato da Dolph Lundgren e The Punisher del 2004, interpretato da Thomas Jane, carino ma ancora lontano dai fumetti.

Invece War Zone è ottimo (interpretato da Ray Stevenson, perfetto nel ruolo; lui è Frank Castle) e ritengo assurdo non averlo distribuito al cinema, preferendo l’uscita direttamente in Dvd (scelta basata sul basso incasso ottenuto negli Stati Uniti).

L’ambientazione è finalmente New York, Frank Castle è di poche parole, quasi silenzioso e veramente duro a morire. Le origini del Punitore non vengono rinarrate, la storia inizia col Punitore che entra in azione (e che inizio) ma un veloce flashback aiuta lo spettatore a capire l’origine dell’ammazza bastardi per eccellenza.

Gli altri personaggi, esclusi i Donatelli e Looney Bin Jim, sono presi dal fumetto di Ennis. Ink, Don Cesare e Pittsy provengono “Punisher War Zone”, reboot di Lexi Alexander: scoprite se c’è qualcosa di buonodai provengono dai primi numeri della serie. Il personaggio Maginty lo trovate nella saga Kitchen Irish.

Cristu Bulat e suo padre compaiono nel ciclo The Slavers e Paul Budiansky dalla saga Widowmaker.

Riferimenti anche alla saga Mother Russia, il pomo della discordia è un virus letale, lo stesso che Bulat vuole vendere a Puzzle (Jigsaw).

Oltre al Punitore, tra i personaggi principali tratti dal fumetto, troviamo Jigsaw (tradotto in Puzzle) arcinemico di Castle, Microchip, che nel fumetto è il suo aiutante e Soap, detective della saga di Ennis.

Alla fine del film il body count totale è di 81 cadaveri!

Scoprite se c’è qualche “buono”.  
Da vedere.

Punisher – Zona di Guerra – Dvd/Blu Ray – Distr. Sony Pictures

“Punisher War Zone”, reboot di Lexi Alexander: scoprite se c’è qualcosa di buonoDisco Singolo

Contenuti Extra:

1- Commento audio al film della regista Lexi Alexander del direttore della fotografia Steve Gainer;

2- Making-Of;

3- Featurette L’addestramento per Punisher: War Zone;

4- Featurette Le Armi di Punisher

5- Featurette Creando il Look del Punisher

6- Featurette Incontro con Jigsaw

7- Trailer vari.

 

“Punisher War Zone”, reboot di Lexi Alexander: scoprite se c’è qualcosa di buonoColonna sonora spettacolare da ascoltare

 War Zone – Rob Zombie

 Final Six – Slayer

 Psychosocial – Slipknot

 Historia Calamitatum – Rise Against

 Fallen – Seether

 Bulletproof – Kerli

 Take Me Away – 7 Days Away

 The Past Is Proof – Senses Fail

 Butterfly Wings – Machines of Loving Grace

 Genesis – Justice

 Showdown – Pendulum

 Refuse – Hatebreed

 Lunatic – Static-X

 Days of Revenge – Ramallah

 

Written by Antonio Petti

 

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • world war z

    world

    (Usa 2013) Un virus misterioso trasforma gli uomini in zombie, catatoniche creature affamate di carne umana. Nel giro di pochi giorni il mondo intero è nel caos. Leggere il seguito

    Da  Albertogallo
    CINEMA, CULTURA
  • World war z

    World

    "World war Z"/id. di: M. Forster. con: B. Pitt, M. Enos, D. Morse, A. Hargrove, S. Jerins, M. Fox, P. Favino. USA 2013 115 min. Ciò che da decenni un autor... Leggere il seguito

    Da  Veripaccheri
    CINEMA, CULTURA
  • World War Z (2013)

    World (2013)

    Luglio col bene che ti voglio, portatore dei primi blockbuster estivi! Ieri sera è stata la volta di World War Z, diretto dal regista Marc Forster e tratto... Leggere il seguito

    Da  Babol81
    CINEMA, CULTURA
  • World War Z

    World

    Nel 1968 George Romero diresse il cap0stipite della famiglia zombie, “La notte dei morti viventi“, e da allora i non-morti sono entrati di prepotenza nei... Leggere il seguito

    Da  Ildormiglione
    CINEMA, CULTURA
  • World War Z

    Marc ForsterLa prima raccomandazione, se uno vuol vedere World War Z di Marc Forster, è quella di dimenticarsi del libro omonimo di Max Brooks da cui il film... Leggere il seguito

    Da  Giorgioplacereani
    CINEMA, CULTURA
  • World war z (recensione)

    World (recensione)

    Quando ho saputo che questa “Guerra Z” era contro una virus che fa diventare Zombie ho pensato “Eccone un’altro…” da “Io sono leggenda” a tutta la saga di... Leggere il seguito

    Da  Marimoreno
    AVVENTURA / AZIONE, CINEMA, CULTURA
  • World war z

    World

    (id.)di Marc Forster (USA, 2013)con Brad Pitt, Mireille Enos, Daniella Kertesz, David Morse, James Dale, Pierfrancesco FavinoVOTO: **/5E' un film imbarazzante... Leggere il seguito

    Da  Kelvin
    CINEMA, CULTURA