Magazine Cultura

Qualunquamente

Creato il 20 gennaio 2011 da Spaziokultura
Uscirà domani nelle sale cinematografiche italiane il nuovo film di Antonio Albanese, "Qualunquemente". Gia impazza però il video e l'audio della colonna sonora, "Onda calabra", cantata dallo stesso protagonista, e di cui sono autori Il parto delle nuvole pesanti. Cetto LaQualunque alias Albanese, nato ormai nel 2003 nella trasmissione Non c'è problema e dopo le performance in Che tempo che fa, si presenta nei cinema raccogliendo la sfida lanciata da Checco Zelone per primeggiare in comicità e divertimento. Il politico impersonato da Albanese incarna lo slogan "pilu pe tutti", divenuto ormai il ritornello della satira politica attuale. Quanti politici infatti potremmo ritrovare in questa maschera cinematografica? Cetto Laqualunque torna nel proprio paese d'origine, Marina di Sopra, dopo un periodo di latitanza, e per impedire che la mannaia della giustizia lo colpisca decide di candidarsi alla carica di sindaco. Il suo programma elettorale è "barche di pilu e colate di cemento" attraverso i quali cerca di convincere lo sprovveduto elettore. "I have a dream, ma mi piace u pilu" lo slogan però più gettonato che mescola Martin Luther King e la calabresità esasperata dello stesso protagonista. Quello di Albanese sembra una vera e propria denuncia del momento politico e sociale difficile che stiamo vivendo, in cui però la giusta ironia sdrammatizza quel tanto che basta. Citazione di merito anche per "Onda Calabra" e i suoi autori. "Il parto delle nuvole pesanti" è un gruppo composto da giovani nati e cresciuti in Calabria e poi trasferitisi a Bologna per motivi di studio. Il loro è un inno creato appositamente per Cetto. Per il film bisogna attendere fino a domani, ma Onda Calabra ormai è uno dei motivi più ascoltati e cliccati sul web.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine