Magazine Cultura

Quando io ero Cristina

Creato il 09 febbraio 2011 da Mcnab75
Quando io ero Cristina

Con questo capitolo si chiude – per ora – anche il Survival Blog di Cristina Riccione.

Ringraziando di nuovo la vera Cristina, che mi ha “prestato” il volto e le foto per caratterizzare la reporter post-pandemica, vi faccio una confessione: a tratti ho preferito il suo SB al mio.

Ma oggi non voglio tediarvi di nuovo col Survival Blog, perciò amplio un po' il discorso.

 

Quanto è difficile creare un personaggio narrativo di sesso opposto rispetto a quello dell'autore? Aggiungiamo pure un ostacolo in più: tale personaggio ha una rilevanza centrale nella storia. Non è quindi né una comparsa né una figura secondaria.

Ebbene: è molto difficile.

 

In passato ho già lavorato su protagonisti femminili, come per esempio in Bella e le bestie. Anche a Clelia Fagan della saga su Prometeo sono molto affezionato. Tuttavia Cristina, vuoi per la narrazione in prima persona, vuoi per il volto “vero” e riconoscibile, è forse il mio risultato migliore. Ben lungi dalla perfezione, s'intende, ma soddisfacente.

Quando scrivevo sul blog di Cristina io ero Cristina. I suoi ragionamenti, le sue delusioni, i suoi stati d'animo sono riuscito a tratti a sentirli sulla mia pelle. Scrivere il capitolo finale è stato bello e in un certo senso doloroso: il distacco non è stato indolore, ed è una cosa che mi capita raramente. Di solito mi affeziono molto più alla storia che non ai singoli personaggi.

 

Devo dire che in moltissimi libri scritti da uomini le protagoniste femminili sono poco credibili. Altri invece sono più bravi e riescono a tratteggiare dei profili credibili. Eppure mi chiedo: anche le lettrici hanno questa sensazione, oppure loro riescono comunque a percepire che un uomo non riuscirà mai a interpretare l'animo femminile in modo del tutto realistico?

 

Ovviamente vale anche il discorso contrario: ho letto dei romanzi scritti da donne in cui i protagonisti maschili, anche quelli “cattivi”, sembravano usciti dai film con Julia Roberts. Credibilità zero, attinenza al mondo testosteronico nulla.

 

No, non è per niente un giochetto facile. Ma ogni tanto vale la pena provarci.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Magnificat. La poesia di Cristina Annino.

    JOHN CABOT UNIVERSITY Department of Modern Languages and Literature with InVerse presents MAGNIFICAT La poesia di Cristina Annino (1969-2009) Interverranno... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • Cristina Donà - Miracoli - Video Testo

    Cristina Donà Miracoli Video Testo

    Il primo singolo di Cristina Donà dall'album "Torno A Casa A Piedi"(in vendita dal 25 gennaio 2011) si intitola "Miracoli".La cantautrice folk-rock ci rallegra... Leggere il seguito

    Da  Lesto82
    CULTURA, MUSICA
  • Quando l'istante

    Cînd s-ar orpi secundaPăianjenul visării parc.ar sui cu fricăŞi ar călca, per firul nădejdilor întins,Care-şi destramă vîrful, per cît i se ridicăUn... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Sai quando

    quando

    da qui Sai quando non riesci a muovere un dito, e il dolore penetra ogni osso, anche quelli sconosciuti a uno ignaro di anatomia speciale, ecco, così mi sento i... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • Cristina Donà

    Cristina Donà

    Da pochi giorni è uscito il nuovo disco di quella che io considero la migliore cantautrice italiana: Cristina Donà. Mi sembra un'ottima occasione per... Leggere il seguito

    Da  Ceppo
    CULTURA, MUSICA
  • Cristina Obber

    Abbiamo il piacere di presentarvi l'autrice di Amiche Ortiche : Cristina Obber.Nella video intervista l'autrice, che abbiamo incontrato al WFF 2010, presenta i... Leggere il seguito

    Da  Junerossblog
    CULTURA, LIBRI, ROMANZI
  • 15. Quando

    Quando

    da qui Il viale degli olmi ha un fascino particolare per la circolarità tra le foglie tenacemente appese ai rami e quelle che cedono per debolezza o per destino... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA

Dossier Paperblog

Magazine