Magazine Diario personale

Quando io ero piccolo…

Creato il 05 aprile 2014 da Pecchio @lapitwit

16 Giugno 2013-5 Aprile 2014

QUANDO IO ERO PICCOLO…non camminavo: gattonavo.

Non è strano: tutti gattonano, da piccoli.

Crescono ed imparano a camminare.

Crescevo, ma non imparavo a camminare: continuavo a gattonare.

Non imparavo a camminare nemmeno con la fantasia benché mi piacessero alcune fiabe.

Vedevo i miei coetanei che camminavano, ma io no.

Camminavano senza l’aiuto di qualcosa, di qualcuno.

Tendevo una mano e l’altra a qualcuno per potere camminare.

Mi muovevo, stando in piedi, reggendomi ad un carrello.

Imparai, poi, a muovermi, stando in piedi, reggendomi con le stampelle, ma incontravo bambini più piccoli che mi puntavano il dito, si rivolgevano ai loro genitori, facevano loro notare, a voce alta, quanto fossi buffo: ero basso di statura, nella parte inferiore del corpo, benché fossi poco più grande di loro.

Mi vergognavo: non sapevo perché avessi bisogno delle stampelle per camminare.

Ignoravo cosa fosse la Spina Bifida (congenita) che mi aveva procurato, alla nascita, la paralisi agli arti inferiori.

Non volevo più uscire: temevo d’incontrare quei bambini “terribili”.

I miei genitori invitavano a casa i loro amici coi loro figli, ma io restavo con gli adulti perché i loro figli preferivano giochi motori anziché sedentari.

Sentivo gli adulti che parlavano di politica e ne sviluppai, perciò, un interesse precoce.

Partecipavo,in Parrocchia, d’estate, a quelli che si chiamano, oggi, “campi-scuola”.

Prediligevo la pioggia che ci costringeva a stare tutti insieme.

Il sole consentiva, invece, a ciascuno di stare per conto suo o di aggregarsi in piccoli gruppi da cui venivo escluso.

Consentiva a ciascuno, tranne me, di fare lunghe camminate.

Imparai, in Parrocchia ed in quei, cosiddetti, “campi-scuola” a camminare con la Fede, con la Speranza e con l’Amore: mi sembra che questa sia la cosa più importante che mi sia rimasta da QUANDO IO ERO PICCOLO.

Pecchio (all’anagrafe: Luca Lapi)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Dove ero, dove sono, dove sarò

    Dove ero, dove sono, sarò

    Oltre a dimostrarvi quanto sono brava a coniugare il verbo essere, questo mio primo post del 2014 (vi eravate mica illuse che non tornassi più,vero?? Leggere il seguito

    Da  Hermosa
    DIARIO PERSONALE, PER LEI
  • Grazie piccolo Ouzo

    Grazie piccolo Ouzo

    In questo momento la scrittura è il solo modo che ho per esprimere dolore rabbia e senso di impotenza che sto provando. E preferisco comunicare in questo modo, ... Leggere il seguito

    Da  Spiaggepiubelle
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Io, quando faccio l’amore, sorrido.

    Ho 47 anni, consapevolezza di donna e di me e, quando faccio l’amore, sorrido. L’amore mi fa ridere, mi mette allegria, solletica mente e corpo. Un gioco, una... Leggere il seguito

    Da  Chiara Lorenzetti
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • PICCOLA, ROSALIA ERO al MILLELIRE

    PICCOLA, ROSALIA MILLELIRE

    Una pièce interessante e di valore quella che alcuni giorni fa ho avuto modo di vedere al teatro Millelire di Roma, PICCOLA, ROSALIA ERO di Maria Teresa De... Leggere il seguito

    Da  Kirolandia
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI
  • Piccolo e diabolico!

    Piccolo diabolico!

    Si è forse svelato uno dei misteri affascinanti della storia del pianeta: l'estinzione di massa del Permiano che, 250 milioni di anni fa,ha spazzato via dal... Leggere il seguito

    Da  Gigionaz
    CULTURA, DIARIO PERSONALE
  • Disperato, gassato ed ero(t)ico stomp.

    Disperato, gassato ero(t)ico stomp.

    Consegna a domicilio non prevista. Stop. Ho detto stomp, non stop. Non c’è tempo per uno stomp adesso, devi lavorare. Roger. Ma necessito con urgenza di... Leggere il seguito

    Da  Bellatrix74
    DIARIO PERSONALE, PER LEI
  • Fuorisalone Milano 2014 “io quando creo sono un mostro”

    Fuorisalone Milano 2014 quando creo sono mostro”

    Per chi come me ama arte, creatività, ingegno, spudoratezza, fantasia, classe, eleganza, passione, futuro, passare un intero giorno a Milano in occasione del... Leggere il seguito

    Da  Chiara Lorenzetti
    DIARIO PERSONALE, TALENTI

Dossier Paperblog

Magazine