Magazine Cinema

Questione di tempo

Creato il 21 novembre 2013 da Veripaccheri
Questione di tempo
di Richard Curtis
con Rachel McAdams, Domhnall Gleeson, Bill Nighy, Tom Hollander
genere, commedia, drammatico
Gran Bretagna 2013
durata, 123'
Questione di tempo Nella vita certe scelte non avvengono per caso. Richard Curtis per esempio aveva scritto il copione di due delle commedie di maggior successo degli ultimi anni. Parliamo di "4 matrimoni ed un funerale" e "Nothing Hill", lungometraggi in grado di riportare il genere ad una purezza antica, con l'understatement tipicamente british utilizzato per tenere a guinzaglio le conseguenze dell'amore di cui le storie di Curtis sono piene. Un successo che ha finito per condizionare l'artista, ingabbiandolo in un manierismo di intrattenimento routinario, tra script girati in proprio (Love Actually e I Love Radio Rock) oppure delegati ad altri colleghi (Bridget Jones). Il discorso si riapre con " Questione di tempo" una love story che continua sulla strada intrapresa dai suoi capolavori, aggiornandoli con una contaminazione di elementi appartenenti al fantastico, derivati dalla scelta di dotare il protagonista della possibilità di viaggiare nel tempo. Succede infatti che Tim, ragazzo timido ed un po' imbranato, venga a conoscenza del fatto che tutti i maschi della sua famiglia possono rivivere le proprie esperienze, tornandole a visitare a proprio piacimento. Una rivelazione sconvolgente di cui Tim si avvantaggia per conquistare la donna della sua vita ed aggiustare le contraddizioni dell'esistenza.
Questione di tempo Curtis utilizza il sovrannaturale depauperandolo delle sua spettacolarità ( basterebbe vedere con quale essenzialità riesce a serializzare il leit motiv legato ai salti temporali di Tim) e poi se ne serve per destabilizzare l'esistenza del protagonista, costringendolo a fare i conti con le responsabilità derivate da quel potere. Pur partendo dal solito schema- il disagio maschile e la ricerca dell'anima gemella - Curtis alza l'asticella della suo poetica, raccontando non solo l'innamoramento ma ciò che viene dopo. Così se nei due capolavori interpretati da Hugh Grant a farla da padrone era il percorso ad ostacoli che gli amanti dovevano superare per coronare i loro sogni, in "Questioni di tempo" tutto si sposta in avanti, con Tim e di sua moglie Mary, impegnati a crescere i figli ed a occuparsi delle vicissitudini dei loro cari, ed in particolare di Kit Kat la sorella di Tim, logorata dalla relazione con un impenitente donnaiolo. Un ambizione complessa, per la difficoltà di amalgamare codici appartenenenti a generi diversi, e per un clima generale  tra il divertente e l'ironico quando illustra le avventure temporali di Tim, ma anche malinconico e persino drammatico, quando ad un certo punto affiora la consapevolezza che neanche un dono straordinario come quello di Tim può metterlo al riparo dalla finitezza della natura umana. 
Questione di tempo

E' giusto dire che nel tentativo di assemblare materiali così eterogenei, "Questione di tempo" perde qualcosa per strada, perchè il ritratto di Mary (Rachel MacAdams) fatica ad interiorizzare il trascorre del tempo, rimanendo sclerotizzato sul modello iniziale di ragazza della porta accanto, e poi perchè il rapporto tra Tim e suo padre riesce solo in parte a tramutarsi in uno sguardo sul mondo, restando per lo più legato ad un lirismo delle piccole cose. Ma è nella misura in cui è commisurato alla maturità di chi l'ha realizzato, ed il modo con cui partecipa alle vicende umane che racconta, a fare di "Questione di  tempo" un' opera profondamente sincera. Curtis gli costruisce un impianto formale adeguato ed allo stesso tempo anomalo, che privilegia il contesto realistico e l'informalita' delle riprese, con la prevalenza di colori sfumati a segnalare il carattere transitorio delle situazioni, e la mobilità della mdp a restituire l'alternanza dei piani temporali. Qualità sufficenti per recuperarlo, se non l'avete ancora fatto.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • QUESTIONE DI TEMPO - dal 7 novembre al cinema

    QUESTIONE TEMPO novembre cinema

    Se siete come me, che inevitabilmente vi ponete le domande inerenti al vostro destino, su quanto le vostre scelte abbiano influenzato o determinato quelle che... Leggere il seguito

    Da  Anyopendoor
    CINEMA, COMMEDIA, CULTURA
  • Questione di tempo

    Questione tempo

    C’è l’amore. C’è Rachel McAdams (ciao a tutte voi fan di “The Notebook”). C’è il fatto che si torna indietro nel tempo. Questione di tempo (About Time) è la... Leggere il seguito

    Da  Rockandfiocc
    CINEMA, COMMEDIA, CULTURA
  • Questione di Tempo – About Time

    Questione Tempo About Time

    Viaggi nel tempo e commedia si mischiano in questo delizioso film dall'Inghilterra. Sinossi: Tim Lake apprende dal padre che è capace di viaggiare nel tempo, o... Leggere il seguito

    Da  Drkino
    CINEMA, CULTURA

Magazines