Magazine Radio

Racconto: Follia

Creato il 06 dicembre 2010 da Zetaman
Cosa c’è di più bello, coraggioso e folle dell’amore? E cosa c’è di più folle quando quell’amore è un sentimento che solo tu puoi capire? S’intitola semplicemente “Follia” il delicato racconto che Alice Di Leva ha scritto per noi.
Eri bello, quando ti ho conosciuto. Eri già vecchio, lo eravamo entrambi, ma per me eri la cosa più fresca e nuova che l’inverno potesse regalarmi.
Avevi sulla pelle i solchi che il tempo scava scorrendo sul corpo, mille meravigliosi fiumi che amavo navigare con la punta delle dita.
Mi guardavo attorno, quando arrivavo al parco, con il respiro rotto dall’emozione e dalla fatica. E tu, con un gesto leggero, mi chiamavi accanto a te.
Nessuno ti si era mai seduto accanto. Eri burbero e restio a parlare degli unici argomenti ammessi in un luogo come quello: passato, solitudine, e gioie coperte da dita di polvere.
Le loro parole ti sarebbero scivolate addosso senza lasciare alcun segno.
Ricordo la prima volta che mi hai sfiorata; un vento gelido e tagliente aveva spinto tutti a rifugiarsi nelle loro stanze; tutti tranne noi, che il vento lo amavamo e lo attendevamo.
Da te ho imparato nuovi gesti e nuovi suoni, ho scoperto una lingua fatta di sibili e sussurri, ho imparato a morire e subito a rinascere, accarezzando la tua pelle e annusandone il profumo dolcissimo...
Come potrò rinascere oggi? Oggi che non ci sei più? Se mi avessi avvertita, prima di andartene... forse sarei stata pronta... in fondo non lo sarei stata mai.
Giaci accanto a me, sulla nostra panchina, freddo distante come non ti avevo visto mai... alcuni ospiti cercano di parlarmi, ma li respingo con una rabbia che non pensavo di poter provare... allora ridono di me. Chiedo alle infermiere perché... che cosa ti è successo. Dicono che eri malato e che non restava nient’altro da fare; che eri vecchio, ormai, e che non devo dispiacermi tanto per un albero del parco...
Ma loro non sanno, non possono sapere quanto forte diventa l’amore, se trova il coraggio di mutarsi in follia.
Follia scritto da Alice DI Leva

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Il tema della settimana: follia

    tema della settimana: follia

    Si parlerà di questo, stasera, nel corso della puntata numero 8 di "Siamo in onda".Un argomento che nel noir, spesso, la fa da padrone. Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO
  • Racconto: Luci e ombre di follia

    Prendete uno scrittore noir, come Paolo Franchini, uno per il quale la follia umana è una terra da esplorare bendati, per coglierne meglio le sensazioni, i... Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO
  • Racconto: Fotososia

    Vi siete mai chiesti cosa succederebbe se qualcuno prendesse improvvisamente il vostro posto, vivendo per voi la vostra vita? Paola Perry Amadeo, una delle... Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO
  • Racconto: Alaska

    C’è emigrante italiano che nel 1888 arriva in Alaska a cercare oro. Vive anni di stenti, senza fortuna, percorrendo i territori del nord. Fino a che, nel... Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO
  • Racconto: Baldassarre

    Una storia natalizia. Ma non è la solita storia di Natale. Anche perché a raccontarcela è un personaggio a cui non siamo soliti prestare molta attenzione. Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO
  • Racconto: In portanza d'ala

    Allacciate le cinture e preparatevi al decollo. La storia che vi stiamo per raccontare ci farà volare in alto. Preparatevi ad una frizzante avventura che Sara... Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO
  • Racconto: L’uomo del vento

    La magia di una meravigliosa isola nel pacifico è lo straordinario scenario che fa da sfondo ai sogni di un uomo: aprire le ali e lasciarsi portare dal vento.... Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO

Magazine