Magazine Radio

Racconto: Quotidiani

Creato il 30 gennaio 2011 da Zetaman
Pensate a quelle volte in cui la scrittura diventa un'irriverente espressione del cuore.
Capita, ad esempio, quando chi scrive è un uomo che descrive divertito ciò che lo circonda. E ciò che vede ha le forme dell'amore. Nella storia che vi stiamo per raccontare - una filastrocca per la verità - l'oggetto dell'amore è una donna il cui nome è Casimira.
La signora Casimira
la mattina lava e stira
poi fin quando viene sera
sta a guardar la cassettiera.
La contempla, l’ammira
l'accarezza e sospira
e con tutto l'impegno
ne lucida il legno.
Se le chiedi la ragione
della sua ammirazione
ti risponde in confidenza
che non ama la credenza
l'ottomana la tedia
e disdegna la sedia
e seppur comodo il letto
non ha neanche un cassetto.
In ognuno di loro
Casimira ha un tesoro:
tutti i giorni passati
e non ancora scordati
che non può abbandonare
perché usati o imperfetti
che lei sa di trovare
riaprendo i cassetti.
Dentro al primo sbadiglia
la sua vita di figlia
passeggiate in città
con la mamma e il papà.
Nel secondo i ricordi
delle note e gli accordi
di canzoni ascoltate
nelle sere d'estate.
Nel terzo riposa
un sospiro di sposa
di moglie una storia
vissuta a memoria.
Nel quarto l'incanto
la gioia ed il pianto
di una vita che nasce
e di un bimbo che cresce.
Il rimorso è nel quinto
per un passo convinto
rivelatosi errore
con sconforto e dolore.
Nel sesto il rimpianto
di un treno che accanto
ha lasciato partire
rinunciando a salire.
Nel settimo infine
sbiadisce il confine
tra ricordo e illusione
tra incoscienza e ragione.
La signora Casimira
la mattina lava e stira
poi fin quando viene sera
sta a guardar la cassettiera.
Casimira e la cassettiera scritta da Oscar Taufer

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Racconto: Baldassarre

    Una storia natalizia. Ma non è la solita storia di Natale. Anche perché a raccontarcela è un personaggio a cui non siamo soliti prestare molta attenzione. Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO
  • Racconto: Carissimi bambini

    Ai bambini, Ai loro genitori A tutti quelli cui possa interessare questa vicenda grottesca. Carissimi, vi scrivo questa lettera, innanzitutto, per portarvi il... Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO
  • Racconto: In portanza d'ala

    Allacciate le cinture e preparatevi al decollo. La storia che vi stiamo per raccontare ci farà volare in alto. Preparatevi ad una frizzante avventura che Sara... Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO
  • Racconto: Eva

    Davanti allo specchio, uno scambio di sguardi, pensieri vorticosi, un attimo prima di entrare in scena. S’intitola semplicemente EVA la storia che Irene Piana h... Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO
  • Racconto: Quotidiani

    Ci sono porte che si affacciano sui nostri ricordi, su quello che eravamo. E aprendo una di quelle porte, capita a volte l’occasione per fermarsi ad osservare,... Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO
  • Racconto: Fuochi

    Ci sono fiamme che ardono ma non scottano, che scaldano ma non bruciano. Ci sono fuochi che accompagnano le vite di persone come Anna, l’autrice della storia ch... Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO
  • Racconto: Quid

    Sapete cos’è un sillogismo? È quella forma di ragionamento secondo cui se A è uguale a B e se B è uguale a C, ne consegue che A e C sono uguali. Leggere il seguito

    Da  Zetaman
    RADIO

Magazine