Magazine Cultura

Recensione: After di Anna Todd

Creato il 27 giugno 2015 da Roryone @colorelibri
Recensione: After di Anna Todd
Prezzo: € 14,90
E-book: € 8,99
Pagine: 424
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Romanzo
Quando Tessa arriva al College scopre che la sua compagna di stanza, Steph,  non è proprio come si era immaginata: tatuaggi, piercing, vestiti che non lasciano nulla alla fantasia e frequenta ragazzi altrettantio tatuati, che si ubriacano alle feste e cambiano ragazza ogni giorno...
Una sera Tessa si lascia convincere ad andare ad una festa con Steph e qui rivede uno degli amici della ragazza, Hardin, e Tessa è incapace di stargli alla larga... Hardin tira fuori il peggio di Tessa, la fa impazzire, la fa soffrire e nello stesso tempo le fa provare emozioni sconosciute: è amore quello che c'è tra loro? Cosa vuole davvero Hardin da lei? Perchè un attimo prima è dolcissimo e un attimo dopo le dice solo cattiverie? Cosa nascondono quei bellissimi occhi verdi?


Ho sentito parlare moltissimo di After, qui a Bruxelles sono già usciti tutti i volumi (sono ben 5, ma non ho capito se ne hanno diviso uno in due perchè in Italia ne usciranno 4) e dopo aver letto il primo volume sono tentata di scendere in libreria a comprarli per poter leggere come va a finite tra Tessa e Hardin!

Sarò sincera, più di una volta mi son detta che probabilmente era il classico libro che fa tanto parlare di sé e alla fine è tutto fumo e niente arrosto, ma son bastate poche pagine per farmi non solo cambiare idea ma diventarne dipendente!
La trama inizialmente può sembrare banale, in fondo c'è la solita brava ragazza acqua e sapone un  po' troppo santerellina e naturalmente il bad boy, pieno di tatuaggi, piercing e bellissimo da star male, ma basta andare avanti nella lettura per capire che non è il classico Young Adult... Il bad boy non cambia per amore, anzi per tutte le 420 pagine il lettore non aspetta altro di sapere come alla fine le spezzerà il cuore! E si, perchè la storia è tutta un ti amo ti odio, ti riamo ti riodio, sei malato, sei una sciocca e così via dicendo: Tessa e Hardin non fanno che litigare, sputarsi veleno addosso, ringhiare l'uno contro l'altro, allontanarsi per poi cercarsi, vivere intensi momenti carichi di amore e passione per poi ricominciare da capo e quando si è convinti che abbiano toccato il fondo e che forse le cose andranno meglio ecco che la situazione cambia ancora e si precipita ancora più in basso!
Per tutta la lettura ho avuto l'impressione che ci fosse sotto qualcosa, ho subodorato l'inganno da subito, ma fino alla fine ho sperato e nonostante per certi versi ad un certo punto il finale diventa scontato quando si scopre tutta la verità diventa quasi difficile non piangere...
Ogni singolo personaggio presente nel libro ha una sua personalità, alcuni sono come nuvole passeggere nella vita di Tessa, ma sono comunque parte di un piano criminale che viene tessuto intorno alla protagonista come la tela di un ragno e lei senza accorgersene ci resta intrappolata...
La Todd ha creato dei personaggi davvero molto particolari e ognuno con delle personalità un po' malate: Hardin fin dall'inizio da l'impressione di essere affetto da bipolarismo, lo si ama e lo si odia e ad un certo punto la rabbia nei suoi confronti cresce talmente tanto che viene voglia di prenderlo a calci nel sedere insieme a quella detestabile sciacquetta di Molly, una delle bad girl della sua compagnia! Tessa all'inizio è insopportabile, va bene esser acqua e sapone, ma lei è un eccesso in tutto e passa dal giudicare le persone per l'aspetto esteriore fino a chiudersi a chiave in una stanza dove dorme un ragazzo ubriaco dicendo "non sia mai che di notte qualcuno venga a fare degli scherzi": giuro che stavo per cadere dalla poltrona! Eppure riesce a non farsi detestare e alla fine dimostra di esser cresciuta molto, di aver capito di aver vissuto solo per accontentare la madre, una donna irritante come pochi, stupida da far paura e soffocante come un boa constrictor!
Vorrei potermi soffermare su ogni singolo personaggio, ma vi toglierei il piacere di scoprirli e di creare le vostre simpatie/antipatie, posso solo aggiungere che alla fine più di uno tra i vari amici di Hardin e Tessa avrà lasciato in voi un segno indelebile!
L'autrice scrive in maniera semplice, usando spesso un linguaggio un po' troppo colorito, ma tipico dei ragazzi del college e questo rende ancor più reale e verosimile la storia: vi sarà davvero impossibile staccare gli occhi dal libro, anche quando magari all'inizio vi sembrerà di leggere la solita "minestra"  non riuscirete a chiudere After e metterlo da parte!
Credo che il fatto che la Todd abbia iniziato il libro a puntate su Wattpad l'abbia in qualche modo portata a scrivere in modo da incuriosire il lettore, portandolo al limite della curiosità in modo da cercare il continuo della storia per sapere come si sarebbe evoluta.
Come spesso accade non mancano le scene di sesso, ma non sono mai esagerate o troppo marcate e danno semplicemente quel retrogusto un po' piccante ad una storia che ha solo sapori forti ed amari!
After è una vera droga, la storia di Tessa e Hardin pagina dopo pagina si insinuerà nella vostra vita, vi trascinerà dentro quell'uragano che è la loro " relazione non-relazione", vi spezzerà il cuore, vi farà ribollire il sangue per la rabbia e alla fine vi farà salire le lacrime agli occhi, lasciandovi in attesa di poter leggere il prossimo volume!
Un libro davvero particolare quello di Anna Todd, un libro che mostra quanto può esser distruttivo l'amore, fino a che punto può spingersi la crudeltà delle persone e voi starete lì ad aspettare di sentire il cuore di Hardin e Tessa schiantarsi al suolo e frantumarsi, perchè in fondo dopo aver amato alla follia i due personaggi non ci si aspetta affatto di leggere "e vissero felici e contenti"...

Vi lascio con una delle canzoni che fanno da colonna sonora al libro...




Recensione: After di Anna Todd

valutazione 5

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines