Magazine Gadget

[Recensione] Claire

Da Jark85 @LandOfRust

[Recensione] Claire Jasper Byrne con il suo Lone Survivor ha dimostrato che con pochi mezzi, tanta volonta e il solo uso della grafica 2D possono regalare atmosfere e sensazioni degne di grandissime produzioni uscite molti anni fa. Hailstorm Games, un team senza budget e composto da appena 4 membri, ha voluto replicare lo stesso esperimento proponendo il loro pensiero di survival horror in 2D. Claire è una ragazza dall’infanzia molto probabilmente infelice e con un presente ancora più difficile per via della madre malata e in stato comatoso. Proprio dall’ospedale dove è ricoverata sua madre che inizia il suo percorso fatto di tormenti, paure, angosce, visioni oniriche e creature che non hanno pietà. Nulla di nuovo insomma se siete cresciuti a pane e Silent Hill in quanto proprio dalla saga Konami (ma non solo questa a dire il vero) vengono proposti alcuni aspetti: le ambientazioni fatiscenti, il senso di smarrimento e il disagio su cosa si possa nascondere dietro una porta oltre che, soprattutto, una storia tutta da ricomporre e interpretare aspetto dopo aspetto. Proprio la trama è sicuramente ciò che rende Claire un gioco interessante e sopra la media anche se, inevitabile, non arriva all’eccelenza di Lone Survivor. Punti interrogativi invece riguardano il gameplay che, a mio avviso, presenta elementi che sono del tutto superflui: il cane Anubis per esempio, pensando un po’ anche a Haunting Ground, non ha alcun ruolo nel gioco e la torcia (e la relativa raccolta di batterie) non è un accessorio indispensabile come tendenzialmente lo è in queste genere di giochi. L’accendino infatti basta e avanza per riuscire a proseguire in quasi tutte le ambientazioni di gioco (anzi direi che senza torcia l’atmosfera presenta maggior benefici). Un altro punto a sfavore del gioco è il design dei mostri: ci sta il non poterli affrontare, un po’ meno quando questi presentano tutti lo stesso aspetto. Questi rimangono inoltre i medesimi dall’inizio alla fine diventando, dopo un iniziale interessamento, noiosi e di intralcio. Anche la possibilità di nascondersi da essi è una soluzione che avrebbe potuto rendere il gioco molto più interessante ma è una opzione che, di fatto, se non ci fosse stata non ne avrei avvertito la mancanza. Aldilà di questi problemi, il ritmo di gioco è buono con un bel alternarsi tra fasi narrative e momenti di gioco quali esplorazione e risoluzione di enigmi. Questa formula porta comunque il giocatore a voler proseguire il gioco fino alla fine. Anche la durata generale (circa 3-4 ore) è giusta in relazione al prezzo.

Commenti finali
Non male l’esordio di Hailstorm Games nel mercato che conta: Claire non è niente male e risulta abbastanza convincenti su alcuni aspetti (la trama e le atmosfere in generale) e molto meno su altri (qualche scelta poco felice sul gameplay). Disponibile solo in lingua inglese, è consigliato ai puristi del genere.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Star Conflict – Recensione

    Star Conflict Recensione

    Ultimamente ci stiamo trovando spesso a recensire dei free to play, sembra proprio che il mondo non ne abbia mai abbastanza e le menti che partoriscono le idee... Leggere il seguito

    Da  Videogiochi
    GADGET, TECNOLOGIA, VIDEOGIOCHI
  • Unrest – Recensione

    Unrest Recensione

    Recensione del 07/09/2014 function googleTranslateElementInit() { new google.translate.TranslateElement({pageLanguage: 'it', includedLanguages: 'en,it',... Leggere il seguito

    Da  Videogiochi
    GADGET, VIDEOGIOCHI
  • Flockers – Recensione

    Flockers Recensione

    Non è la prima volta che parliamo di Flockers, qualche mese fa riuscimmo a mettere le mani sulla versione Early Access del gioco, rimanendone decisamente... Leggere il seguito

    Da  Videogiochi
    GADGET, VIDEOGIOCHI
  • Wasteland 2 – Recensione

    Wasteland Recensione

    Il mercato dei GDR sta vivendo quello che potremo definire come un periodo di completa ridefinizione del genere. Spaccato in metà da due filosofie di gameplay... Leggere il seguito

    Da  Videogiochi
    GADGET, VIDEOGIOCHI
  • TinyKeep – Recensione

    TinyKeep Recensione

    Kickstarter ogni anno pubblica un resoconto di tutte le attività che sono state possibili grazie alla raccolta fondi online. Oltre alle iniziative più famose... Leggere il seguito

    Da  Videogiochi
    GADGET, VIDEOGIOCHI
  • High-malaya - Recensione - PC

    High-malaya Recensione

    Cosa si prova spingendosi sulle vette del Kyrat fino a Ultra e oltre? Ridendo e scherzando, sono passati 10 anni dalla nascita della serie di Far Cry. Leggere il seguito

    Da  Intrattenimento
    TECNOLOGIA, VIDEOGIOCHI
  • Affari digitali - Recensione - PS4

    Affari digitali Recensione

    Ubisoft porta un classico senza tempo su console di nuova generazione Quando i videogiochi non rappresentavano ancora il punto di riferimento per... Leggere il seguito

    Da  Intrattenimento
    TECNOLOGIA, VIDEOGIOCHI