Magazine Cultura

Recensione "Il nostro anno infinito" di Matthew Crow

Creato il 22 luglio 2015 da Bookscosmopolitan
Carissimi oggi voglio lasciarvi questa recensione che sono certa toccherà anche i cuori più duri.Gli argomenti trattati sono molto delicati ma con il giusto pizzico d'ironia, rendono tutto molto piacevole, anche se il gusto lasciato è dolce amaro.
Titolo: Il nostro anno infinitoAutore: Matthew Crow
Editore: Sperling & KupferData di pubblicazione: 20 Gennaio 2015Pagine: 288Prezzo: 15,90 €
Trama: 

Amber e Francis sono come il sole e la luna: lui romantico e imbranato, lei ribelle e impertinente. Chissà se nel «mondo fuori» sarebbero stati insieme, chissà se lei lo avrebbe mai degnato di uno sguardo. A farli incontrare è una malattia crudele, la leucemia, in una corsia d’ospedale in cui i due ragazzi condividono canzoni, vecchi film, piccoli istanti preziosi in cui il male concede una tregua ed è più facile sognare il futuro, immaginarsi fuori di lì, insieme. Perché, se hai quindici anni, è impossibile non sperare di avere tutta la vita davanti. E quando il destino mostrerà il suo volto più duro, quando tutto sembrerà ingiusto, sarà l’amore a dare un senso a quell’anno così breve, così indimenticabile.


Recensione:
Premetto che ho iniziato questa lettura in modo incerto.Ho paura di leggere romanzi drammatici, perché ho paura di piangere, di scontrarmi con storie crudeli. Perché le malattie, soprattutto quando colpiscono gli adolescenti o i più piccoli, sono davvero terribili. Spesso pur di non sentire o vedere storie simili preferiamo nascondere la testa sotto la sabbia. E di certo non è il modo migliore per affrontare la vita.Leggendo questo romanzo ho avuto modo di riflettere, perché l'autore non vuole solo raccontare la storia tra questi due adolescenti, Amber e Francis, ma vuole farci conoscere un mondo fatto di sfide, dove bisogna apprezzare ogni singolo attimo concesso, e magari farlo non in modo drammatico.Infatti la storia narrata del dolce e impacciato Francis e dell'irruenta ed esplosiva Amber, e della loro malattia non viene descritta melodrammaticamente, anzi ci sono parecchie punte d'ironia.Leggeremo dell'evoluzione tra i due, che da amici pian piano diventeranno qualcosa di più, scoprendo così l'amore in tutte le sue sfaccettature. Si daranno forza a vicenda cercando di vincere entrambi la sfida più dura della loro vita.In loro sostegno le famiglie che cercano di affrontare insieme ai propri figli la terribile leucemia.Tra stramberie e situazioni divertenti il romanzo scorre fluidamente, a volte facendo dimenticare l'argomento principale, ma ci sono anche pagine in cui si vive la paura dei due ragazzi, nessuno dei due vuole rinunciare all'altro. Posso dirvi in tutta sincerità che durante la lettura sono stata mossa da molte emozioni: ho riso, ho pianto, ho sentito il cuore battere forte, per poi tornare a ridere e piangere. Un libro adatto a chi vuole provare un mix di emozioni, e conoscere questa storia che nonostante il delicato argomento, è in grado tramite le semplici parole di un Francis quindicenne, di farvi amare il dono più grande di sempre. La vita!


<<Hai mai letto i poeti romantici?>> le chiesi al termine del film.<<No. E tu hai visto A qualcuno piace caldo? Mettiamolo su.>><<Tra un secondo. C'è una poesia che si intitola Fulgida stella. Parla di un tipo che guarda dormire la donna che ama...>><<Se ti becco a guardarmi mentre dormo, ti acceco.>>




Buona lettura!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :