Magazine Cultura

Recensione: Il sole di Alur - La sesta regola

Creato il 03 marzo 2014 da Chaneltp @CryCalva
Buongiorno carissimi lettori, finalmente ieri sono riuscita a scrivere un paio di recensioni e quindi in questi giorni ne potrete leggere varie, ma inizio con un libro fantasy italiano, che consiglio a tutti di leggere.
IL SOLE DI ALUR  La sesta regola Recensione: Il sole di Alur - La sesta regola
AUTORE: Alessandro Fusco EDITORE: Il Ciliegio PAGINE: 248 PREZZO: 17,00
Un ragazzo, un mago e una spada, uniti dal compiersi di un'antica profezia. "Tutto ha inizio come in ogni leggenda, in cui il bene e il male si affrontano come due mitiche entità al volgere di ogni era. Ma la nuova vita che attende l'adolescente Térion a Helthor, centro del culto del dio-sole supremo, non apparirà più la stessa ai suoi occhi, né il mondo che lo circonda, retto da un unico ordine prestabilito, sarà più uguale. In cuor suo, nel profondo della coscienza, il vero scontro si rivelerà essere quello fra gli ideali di giustizia e le avversità della vita, la corruzione del suo tempo e la volontà di non cedere sul cammino di fede, fino a infrangere la Sesta Regola e scoprire il segreto della sua nascita. «E dal trono perduto il Figlio della Notte stenderà la sua nera mano e la terra tutta andrà incontro alla fine di ciò che è stato. In quel tempo allora la sacra luce di Ylathar darà vita a nuova speranza, là ove mille anni saranno trascorsi dalla promessa dei figli di Alur, dal cui seme sorgerà colui che non è nato e che del destino di ogni popolo si farà carico.»

Recensione: Il sole di Alur - La sesta regola
Se cercate una lettura per immergervi in un'avventura e attraversare fantastici boschi e cittadine, questo è il libro perfetto per voi. Insieme al protagonista il lettore compirà un lungo viaggio, tra terre sconosciute e boschi incantati, alla scoperta di nuove creature e di castelli medioevali.
Recensione: Il sole di Alur - La sesta regola
Il protagonista, Térion appena tredicenne, scopre parte della sua vera identità e non potrà far altro che assecondare la profezia che grava sulla sua giovane vita, soltanto accompagnato da un fedele destriero e da una spada, con un sole sull'elsa: il sole di Alur. E' un ragazzino sveglio e coraggioso, che fin da subito il lettore si prende a cuore. Nonostante la sua breve vita, Térion deve affrontare degli ostacoli che lo ostacoleranno durante il suo viaggio, ma per fortuna esiste ancora qualcuno di cui fidarsi. Si può pensare che un ragazzino così piccolo non potrebbe mai intraprendere un'avventura, ma invece questo accade e non è per niente banale, infatti il protagonista ha il giusto carattere per farlo, ogni tanto non mancano i momenti di sconforto o di terrore, ma l'importante è essere forti e saper andare avanti. Ho apprezzato tante piccole cose di questo libro che mi hanno portato ad amarlo. A partire dai personaggi, che sono ben descritti e hanno un certo spessore, perciò è abbastanza facile riconoscerli lungo tutta la storia. Il lettore si affezionerà ad ognuno di essi. Anche la mappa che si trova tra le prime pagine è ben curata e molto importante per il lettore, che può ancora di più avvicinarsi alla storia e immedesimarsi nel protagonista. Altra cosa che mi è piaciuta parecchio è la descrizione del lungo viaggio, mentre lo leggevo pensavo alle lunghissime avventure narrate da Tolkien, non perché i due autori si possano confrontare, ma perché Alessandro Fusco è riuscito a dare corposità al suo racconto, ed è riuscito a descrivere ogni minimo dettaglio del viaggio, rendendolo molto realistico. Il lettore aggiungendo una piccola dose di immaginazione può toccare quei luoghi. Recensione: Il sole di Alur - La sesta regola
Altro punto a favore, sono le illustrazioni che si trovano nel libro, molto precise e bellissime, rendono ancora più facile al lettore il lavoro di immaginazione. Io nei libri ho sempre apprezzato le buone descrizioni, perché mi piace dare un volto e un carattere ai personaggi e penso che lo scrittore sia riuscito al meglio in questo intento. Mentre leggevo vedevo le immagini passarmi davanti come un film, però mi sentivo partecipe di questa storia. E' il libro perfetto per chi ama le avventure e il fantasy, troverete in queste pagine un buon passatempo e una buona storia degna di essere letta. Quindi mi sento di consigliarlo a tutti gli amanti del genere, ma anche a coloro che vogliono soltanto sognare un'avventura in un mondo diverso dal nostro.
Spero di poter leggere presto il secondo volume di questa saga, perché voglio vedere se lo scrittore è stato in grado di mantenere tutte queste qualità anche negli altri libri.  
VOTO: Recensione: Il sole di Alur - La sesta regola

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog