Magazine Cultura

Recensione: La collezionista di voci

Creato il 13 giugno 2011 da Annalisaemme @annalisaemme
Recensione: La collezionista di vocidi Kimberly Derting
Listino: € 17,00
Editore: Mondadori
Data uscita: 07/06/2011
Pagine: 324, rilegato
Lingua: Italiano
Titolo originale: The Body Finder
Lingua originale: Inglese
Traduzione: Roberta Marasco
Genere: narrativa horror e gotica
Violet custodisce un dono insieme terribile e prezioso, un potere da cui proteggere se stessa.
Washington. Pioggia. All'inizio sono animali del bosco, le creature di cui Violet si trova ad annusare l'agonia, posando piccole croci in un cimitero improvvisato. Voci. Echi. Impalpabili scie odorose di sangue, che è costretta a classificare in una macabra collezione. Solo l'amico Jay conosce il suo segreto. A otto anni Violet trova sepolto sotto un'umida coltre di foglie il cadavere di una ragazza. A sedici un'altra voce la chiama e comprende che anche il predatore reca su di sé le impronte di morte della preda. Violet si scopre l'unica persona al mondo in grado di identificare il serial killer che ha l'hobby di massacrare giovani sconosciute. Poi amiche. Infine compagne di scuola. Cerchi concentrici in cui la morte si manifesta e, come in un'orribile danza, si fa vicina. Forse solo Jay e il suo amore possono aiutarla...
Un potente paranormal thriller che alterna la prospettiva delle vittime e quella del carnefice: una caccia in cui la preda diventa predatore. E viceversa.
Recensione: La collezionista di vociKimberly Derting vive nella regione del Pacific Northwest, luogo ideale per scrivere storie da brivido e dark, con i suoi paesaggi cupi e selvaggi. Ha un marito e tre figli chiacchieroni, che sono una continua fonte d'ispirazione per la scrittura.
Il suo sito ufficiale è www.kimberlyderting.com/.
THE BODY FINDER SERIES negli USA:
Recensione: La collezionista di vociRecensione: La collezionista di voci
Un bel libro è un bel libro, per quanto possa non essere per nulla “inconfondibile”. Così, La collezionista di voci di Kimberly Derting, ricorda l’orda di young adult con il pallino del paranormale e del mistero. Se riuscirete a superare questo limite, tuffatevi liberamente in questo paranormal romance scritto con dedizione e capace di farsi divorare in un paio di nottate.
Violet ha questo dono un po' inquietante che la porta a scovare i luoghi di sepoltura di cadaveri prima animali e poi umani. Non è proprio l'hobby preferito da un adolescente, vero? Eppure Violet è speciale, è capace di donare la pace che questi corpi senza vita bramano chiamandola da sotto la terra, dalle profondità dell'acqua e che solo lei può percepire. Ora che un serial killer ha cominciato a seminare morte in città, Violet è costretta a vivere tra l'inquietudine degli echi che la chiamano e l'amore represso per il suo migliore amico Jay. Come può il cuore di un'adolescente sopportare tutto questo?
Un amore adolescenziale ammantato da una suspense ben congegnata e motivo trainante di tutta la storia. Le pagine girano da sole e la curiosità aumenta... chi è il cacciatore? Chi sarà la prossima vittima?
Le scene romance sono molto coinvolgenti, anche per una che l'adolescenza l'ha superata da un po', e cattureranno il lettore in un dramma di cuori spezzati e di baci avidi e sensuali.
In questo primo romanzo, Kimberly Derting dimostra la sua abilità nel tessere insieme le comuni preoccupazioni di un'adolescente con un background paranormale e da brivido. Una scaletta di personaggi dalla personalità spiccata, un'ambientazione suggestiva e un alternarsi di dialoghi vivaci e divertenti.
Lasciatevi guidare dalle false piste e dagli incontri casuali fino ad arrivare alla soluzione di questo giallo che si intreccia con le sensazioni più profonde di Violet.
Durata della lettura: due notti
Bevanda consigliata: Schweppes
Età di lettura consigliata: dai 15 anni
Voto: 8

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines