Magazine Cultura

Recensione: Le Emozioni Difettose

Creato il 12 aprile 2012 da Newslibri
Ciao amici! Oggi vorrei pubblicare la mia recensione de Le Emozioni Difettose di Laurie Halse Anderson. Vorrei ringraziare la Giunti Y che mi ha inviato il romanzo e mi vorrei scusare con lei per l'enorme ritardo (ho letto il libro molto tempo dopo averlo ricevuto e l'ho finito più di due mesi fa...).
Recensione: Le Emozioni DifettoseTitolo: Le emozioni difettoseAutrice: Laurie Halse AndersonCasa Editrice: GiuntiCollana: YPagine: 299Prezzo: 14,50€Data di pubblic: 5 Ottobre 2011TramaKate Malone frequenta l’ultimo anno di liceo ed è bravissima in chimica. Ha fatto domanda di ammissione all’università più importante del paese e, in attesa della lettera di risposta, corre a più non posso, di notte e di giorno. Corre per punirsi, per annullarsi, per non sentire l’ansia e la rabbia che le aggrovigliano le viscere e per fuggire da quel dolore che ha il nome di sua madre, morta molti anni prima.
Recensione
Questo libro mi ha deluso!
Avevo sentito parlare molto bene della Anderson (non ho letto i suoi precedenti libri) e mi aspettavo decisamente qualcosa di più da questo libro: un capolavoro, un'illuminazione! Purtroppo avevo fatto male i miei conti.
Non voglio dire che sia stato una vera spina nel fianco, ma la delusione che mi ha procurato è stata tanto forte che mi ha lasciato, una volta finito il libro, un forte senso di confusione e mi ha portato a chiedermi: "Già finito? Forse, ci saranno alcune pagine nascoste!". 
Eh sì, perché, a mio parere, alle Le emozioni difettose manca un vero e proprio finale... come anche una storia che riesca a farti - anche un po' - appassionarti al romanzo.
Le emozioni difettose - e già qui partiamo male perché di emozioni ce ne son ben poche - ha come protagonista la giovane Kate, una ragazza la cui unica vita ruota intorno al MIT e a sé stessa. Il suo unico obbiettivo nella vita infatti è quello di entrare nell'importante università frequentata dalla madre morta anni prima.
Il romanzo va avanti per un po' in questo modo fino all'arrivo in scena di Tery Litch, una ragazza difficile (cleptomane e rissosa) e con problematiche famigliari. 
Kate e Tery vivono in un mondo del tutto diverso e sono nemiche fin da quando erano bambine. Ma, quando la fattoria dei Litch va a fuoco, e il padre di Kate (il reverendo Malone) ospita Tery e il suo fratellino, le vite delle due ragazze iniziano a intrecciarsi e, pian piano alla volta, le due diventano - quasi - amiche.
Purtroppo, anche se l'arrivo di Tery scuote la noiosa realtà della protagonista, questo non basta per dare una vera e propria svolta al libro: Kate non imparerà niente di niente e continuerà a pensare sempre e solo al suo MIT e a "combattere" con le sue personalità - Kate buona e Kate cattiva - che vengono accennate solo di rado.
L'unica vera emozione che questo libro mi ha fatto provare - ed ecco perché il titolo è sbagliato - è stata abbastanza forte da farmi venire gli occhi lucidi. Purtroppo però si trovava intorno alla duecentesima pagina (il libro ne ha 299!). Capito il concetto?
Insomma, per farla breve, il libro risulta troppo vuoto, come se non avesse una vera e propria trama (Kate sogna il MIT, Kate stira, Kate corre, Kate compra le lenti a contatto e così via), tuttavia la Anderson è riuscita a parlare dell'adolescenza in modo davvero buono risollevando il livello generale del libro con il suo splendido stile!
Consigliato: No per la trama (e comunque i gusti possono variare), sì per lo stile.
Tempo: 15 Giorni
Stile: 4/5
Storia: 2/5
Cover: 1/5
Voto Finale
Recensione: Le Emozioni DifettoseA presto!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines