Magazine Cinema

Recensione paranormal activity 2

Da Jeffsoftly

locparact2

Locandina 'Paranormal Activity 2'

VOTO: 3

-

Ero consapevole del fatto che mi sarei trovato di fronte ad un prequel/sequel inutile, scontato e per niente pauroso, ma non pensavo fosse stato cosi scadente…

Un film dai tanti perchè (a partire dal motivo per cui la ragazzina registra quello che accade in casa prima, e soprattutto dopo l’attivazione del sistema di videosorveglianza che viene attivato nella casa), ricco di suspance inutile (nel senso che nella maggior parte delle scene di suspance c’è un fine senza sbocco, che non fa paura) e assolutamente non paragonabile al primo.

A proposito del primo, come molti di voi già sapranno, presenta due finali: il primo (che possiamo definire quello originale) in cui la protagonista viene uccisa; il secondo (fatto proprio per la distribuzione del film nel resto del mondo in vista di un possibile sequel), in cui la protagonista sopravvive. Ovviamente (purtroppo) in Italia come nel resto d’Europa fu distribuito quello con il secondo finale. Perchè? Cioè, anche un bambino avrebbe capito che un film di questo genere non avrebbe dovuto avere ne sequel ne prequel. Un’esempio semplice è quello di ‘The Blair Witch Project‘: primo capitolo buono, secondo merda. Paranormal Activity, stesso genere, stesso errore, stesso risultato.

Film come questi sono belli perchè sembrano veramente reali, ma nel momento in cui mi racconti di un prequel o sequel o quel che sia, mi perdono tutto.

Io non consiglio la visione di questo film perchè non fa paura, è noioso e non è minimamente originale. Consiglio invece di rivedere il primo (che per me rimane l’unico) con il finale originale, ovvero quello che venne distribuito negli States nel 2007 e che sarebbe dovuto essere distribuito anche al resto del mondo senza questo futile prequel/sequel.

Che dire, il profumo dei dollari (visto che ovviamente il tornaconto economico per questo film sarà molto elevato e si è pensato solo a quello) ha trionfato ancora…



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines