Magazine Cultura

Recensione: Starcrossed

Creato il 08 gennaio 2012 da Newslibri
Ultima recensione per oggi....
Recensione: StarcrossedTitolo: StarcrossedAutrice: Stephanie AngeliniCasa Editrice: GiuntiCollana: YPagine: 464Prezzo: 16,50€Data di pubblic: 7 Settembre 2011TramaHelen, timida adolescente di Nantucket, sta quasi per uccidere il ragazzo più attraente dell’isola, Lucas Delos, davanti a tutta la sua classe. L’episodio è qualcosa di più di un mero incidente. Helen inizia a temere per la sua salute mentale: ha incubi di notte e allucinazioni di giorno. Ogni volta che vede Lucas le appare la visione di tre donne che piangono lacrime di sangue. Il tentato omicidio porta Helen a scoprire che lei e Lucas non stanno facendo altro che interpretare i ruoli di un’antica tragedia d’amore. Le apparizioni femminili rappresentano infatti le tre Furie. Helen, come l’omonima Elena di Troia, è destinata a dare inizio a una guerra scatenata dalla sua relazione con Lucas. I due scoprono sulla loro pelle che i miti non sono leggende. Ma è giusto o sbagliato stare con il ragazzo che si ama se questo significa mettere in pericolo il resto del mondo? Come si sconfigge il destino?
RecensioneStacrossed, il libro d’esordio di Stephanie Angelini, pubblicato a settembre dalla Y Giunti, dà inizio alla The Awakening Series.
Helen è un’adolescente molto comune a tante altre. Va a scuola, fa sport, ha una migliore amica e vive con suo padre dopo che sua madre l’ha abbandonata da piccola. Non c’è niente che non vada nella vita di Helen. Tutto cambia però con l’arrivo sull’isola dei Delos.
Con i Delos arriva anche Lucas, il figlio maggiore della famiglia.
Quando Helen lo vede, si verifica il colpo di fulmine? È amore all’improvviso? No!!
Appena Helen vede Lucas cerca di ammazzarlo!
Un po’ bizzarro come inizio per una storia d’amore! Ma proseguiamo…
Con l’arrivo dei Delos, Helen inizia ad avere stranissimi incubi ed inquietanti visioni che preannunciano dolore e morte.
Lei odia i Delos e i Delos odiano lei. È un istinto naturale. Un istinto che porta i Delos a cercare di far del male ad Helen.
Tutto cambia – ancora – quando Lucas salva la vita ad Helen. L’istinto omicida si placa ed Helen vien ben accolta a casa Delos come fosse una vecchia e cara amica di famiglia.
Qui, grazie all’aiuto dei suoi nuovi migliori amici – wow, come è facile dimenticare chi ti voleva uccidere solo qualche giorno prima! – Helen scoprirà un nuovo sentimento nei confronti di Lucas ed ad usare i suoi poteri semidivini…
Questo era il riassunto in poche righe del romanzo. Anche se ho cercato di fare meno spoiler possibili, potete capire che il romanzo sfiora di molto il ridicolo per diversi motivi.
Per prima cosa, i personaggi sono molto infantili e con i loro discorsi– tranne quelli che vedono come soggetto la seduzione di Lucas da parte di Helen – danno al romanzo un aspetto molto immaturo.
Secondo, la trama è un miscuglio di avvenimenti che accadono uno dietro l’altro, senza sosta. Le poche righe qui sopra non riassumono nemmeno un quinto del libro. È un pieno caos di avventure e disavventure reso troppo caotico anche, e soprattutto, dal terzo punto. Inoltre c’è così tanta mitologia incasinata e aggiunta alla trama con forza, che fa venir voglia di regalare all’Angelini una copia dell’Iliade e dell’Odissea.
Terzo, lo stile. Lo stile è troppo pesante e i capitoli sono stati divisi erroneamente perché sono troppo lunghi e questo non fa che aumentare la pesantezza che già si avverte.
Ultimo, ma non meno importante, il romanzo ricorda eccessivamente il Twilight della Meyer.
Cosa significa “eccessivamente”? Bene, vi spiego. Ultimamente escono sempre più libri che in qualche modo ricordano la saga di Bella ed Edward. Starcrossed supera tutti questi libri!
Anche se la trama in per sé è differente da Twilight (l’uno ha come protagonisti semidei mentre l’altro ha come personaggi vampiri e licantropi), leggendo il libro dell’Angelini si vive un déjà-vu, déjà-vu che si ha anche con i protagonisti (basti pensare che la sorella di Lucas vede il futuro).
Avevo già letto critiche sulla troppa somiglianza tra Starcrossed e Twilight sui vari blog ma all’inizio non credevo che fosse tanto evidente. Mi sono ricreduto!
Inoltre, assomiglia anche alla saga di Percy Jackson (per l'aspetto mitologico). Insomma, immaginatevi i personaggi di Percy Jackson che si comportano come quelli di Twilight... mah!
Come posso chiudere? Quel che era da dire è stato detto… Credo sia il momento delle pagelline…

Consigliato: No. Non mi sento di consigliarvelo.
Tempo: 15 giorni
Storia: 2/5
Stile: 2/5
Cover: 4/5
Voto Finale
Recensione: Starcrossed

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines