Magazine Viaggi

Ricordando Galway

Creato il 20 agosto 2014 da Giovy @Giovyfh

Visitare Galway Irlanda

Galway al tramonto - Foto di Erin

Quando arrivai a Galway, la prima volta, mi sentivo come una bimba che scarta i regali la mattina di Natale.
Il viaggio che stavo facendo in Irlanda era tutto meraviglia ed esplorazione ed io attendevo quell'incontro con l'Ovest molto più che la scoperta dell'intera isola.
Come fini? Che l'Irlanda mi prese un po' l'anima e Galway sovrasta i ricordi di quel viaggio nell'Isola di Smeraldo come se fosse una succosa amarena su una montagna di deliziosa panna montata.
Oggi voglio raccontarvi i miei ricordi di Galway.
Il ricordo di Galway è l'immagine del viaggio che ho fatto per raggiungerla.
Presi l'ennisima corriera della Bus Eirann ben conscia che quel giorno mi sarei fermata a vedere le Scogliere di Moher.
Ero pronta alla meraviglia di quella parete di roccia che cade a piombo sull'Oceano ma non ero preparata a quel il paesaggio che mi sarebbe passato davanti agli occhi in quel giorno.
Ci sono varie strade per arrivare a Galway e la corriera sulla quale ero io partì da Tralee e, nel dirigersi verso Nord, passò su di un traghetto il fiordo creato dall'estuario dello Shannon.
Uno spettacolo immenso!!! Se potete, passate di lì e fermatevi.
Non parca di quelle meraviglia, la corriera passò attraverso il Burren ed io lì piantai un bel po' del mio cuore.
A Lisdoonvarna scesi 5 minuti dalla corriera per sgranchirmi un po' e notai come il trasporto pubblico fungesse anche da trasporto merci. Nel box dell'autobus c'erano posta, fusti di birra e alcuni giornali.
L'uomo che ritirò il tutto accolse l'autista con un sorriso ed una pacca sulla spalla e quella scena mi restò davvero nell'anima.
Il resto del viaggio è un po' perso nell'oblio ma ricordo con tanto gusto l'arrivo a Galway, la sensazione che sulla costa ovest facesse più caldo e la voglia di lasciare in ostello in maglione.
Ricordo la prima serata e il Fish & Chips memorabile di McDonagh's, pucciato nella garlic sauce più buona di sempre.
Non posso scordare le stout prese al Quays e l'immenso numero di persone che, quella sera affollava il pub o la giornata successiva, in pieno diluvio, passata al King's Head tra risate e Irish Coffee.
Galway si è rivelata per me un città calda ed accogliente.
L'ultimo tramonto è qualcosa che non scorderò mai.
La luce sembrava non volersene andare mai. Come me, da quel luogo piccolo ma grande allo stesso tempo.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :