Magazine Consigli Utili

Ricordi di un Hobbit tra le note di Keith Jarret

Da Simonilla @simonilla23
Ricordi di un Hobbit tra le note di Keith JarretE'' un evento sicuramente da non perdere quello in programma dal 14 al 16 febbraio alla Casa del Jazz. Si tratta di “Ricordi di un Hobbit tra le note di Keith Jarret”, regia di Ilaria d'Alberti. Basta il titolo per capire che ha in qualche modo a che fare con lo straordinario mondo fantasy di Tolkien e con la musica. Nato dalla collaborazione tra la Casa del Jazz e la Società Tolkieniana Italiana è un un vero e proprio evento che collega il mondo Fantasy al Jazz. Sul palco attori (Antonino Anzaldi, Rita Pasqualoni, Carlotta Piraino, Antonio Radazzo,   Gennaro Saveriano) e musicisti (Alessandro Gwis al pianoforte e Michael Rosen al sax tenore e soprano).
Lo spettacolo dà una nuova interpretazione del tutto originale del mondo Tolkieniano estrapolato dal Signore degli Anelli.
I testi sono opera dell’esperta mano di Sebastiano Fusco e Gianfranco de Turris. 


Il racconto è ambientato a Hobbiville dove Sam Gamgee è sempre sindaco, quindici anni dopo la partenza di Frodo e Gandalf dai Porti Grigi, salpati sulle navi degli Elfi verso il Vero Occidente, verso il sole al tramonto. Dietro di loro, hanno lasciato molti ricordi e poche speranze.
Un ciclo si chiude, ma sarà ancora lunga l’attesa prima che se ne apra un altro. I pensieri di Sam, hobbit dal grande cuore e l’immenso coraggio, ritornano a ciò che è stato. La figlia adolescente Elanor gli pone domande, e i figli non vanno delusi, anche se è tormentoso ripercorrere, pur solo con la memoria, le vie aspre dell’ascesa, il buio dell’abisso, i labirinti del male. Sam racconta, con l’emozione più che con la ragione, dei pericoli che ha corso, dei mostri che ha incontrato, delle meraviglie che ha visto, delle sofferenze che ha patito. Si affida alle voci dei compagni, rievocati dal fondo dell’anima, per esprimere i sentimenti più profondi, le emozioni più alte, i tremori più intensi. È con un pianto, più che con un grido, che volge al termine l’Età di Mezzo. Il mondo si trasforma: ma i fiori sono sempre gli stessi, sempre la stessa è la voce del vento nella foresta, le stelle brillano sempre nel cielo come campanelli d’argento. Si chiude la Terza Era, declinano gli dèi e gli eroi, e sorge l’uomo, solo con la sua spada nel pugno.

Lo spettacolo è patrocinato dalla Società Tolkieniana Italiana.
CASA DEL JAZZ
Via di Porta Ardeatina
(sala concerti)

dal 14 al 16 febbraio ore 21
Evento Fantasy
“Ricordi di un Hobbit tra le note di Keith Jarrett”
Spettacolo di teatro e musica Con il patrocinio della Società Tolkieniana ItalianaScritto da Sebastiano Fusco e Gianfranco de Turris
con: Antonino Anzaldi, Rita Pasqualoni, Carlotta Piraino, Antonio Radazzo,
Gennaro Saveriano, Alessandro Gwis, Michael Rosen

Regia: Ilaria d’Alberti
Ingresso euro 12

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Ricordi

    Sfiorerò tra la ghiaia e i fioridi un cimitero il tuo viso, amore,e sdraiato sull'erba conterò i nostri ricordi.I granelli e la schiuma del mareche ricordavi... Leggere il seguito

    Da  Davinco
    CULTURA
  • Dolci ricordi...

    Dolci ricordi...

    Ciao amiche creative!!come state? spero stiate tutte bene, e che vi stiate godendo gli ultimi strascichi di estate! =)Oggi vi voglio mostrare un mini album che... Leggere il seguito

    Da  Sadilla
    DECORAZIONE, HOBBY, LIFESTYLE
  • Grace Cathedral: Albert Einstein e Keith Haring

    Grace Cathedral: Albert Einstein Keith Haring

    La Grace Cathedral, come dicevo ieri, è la cattedrale episcopale di San Francisco, completata negli anni '60. Questo è un estratto della voce di Wikipedia... Leggere il seguito

    Da  Silviapare
    CULTURA, CURIOSITÀ, VIAGGI
  • Lo sciallino dei ricordi

    sciallino ricordi

    Chi non ricorda la nonna col lo sciallino di lana sulle spalle?! Quello che mi aveva regalato tantissimi anni fa è ormai infeltrito, ecco perchè ho voluto... Leggere il seguito

    Da  Lella
    LIFESTYLE
  • Ricordi d'estate

    Ricordi d'estate

    Volevo scrivere due righe sulle nostre vacanze...in questo periodo dell'anno mi viene quesi automatico fare più o meno un "resoconto"...ma ho pensato invece di... Leggere il seguito

    Da  Manumanie
    LIFESTYLE
  • Keith haring 1978-1982 - brooklyn museum

    Keith haring 1978-1982 brooklyn museum

    Keith Haring: 1978–1982 is the first large-scale exhibition to explore the early career of one of the best-known American artists of the twentieth century. Leggere il seguito

    Da  Darioujetto
    ARTE, CULTURA
  • Life di Keith Richards

    Life Keith Richards

    Leggere il seguito

    Da  Dallenebbiemantovane
    CULTURA, LIBRI, MUSICA, POP / ROCK