Magazine Lifestyle

Riflessioni perfide: forse non sono io il fashion blogger!

Creato il 20 febbraio 2011 da Hermes
" I macarons non mi piacciono. Non possiedo una reflex o il fidanzato tappetino." Comincia così il post di estrema protesta di una fashion blogger, la ragazza dai capelli rossi, nome tralaltro molto carino. Federica (la ragazza "incriminata") continua, spiegando che lei non ha birkin di Hermès e che negozi come Zara ed H&M sono una vera salvezza. Chiude in bellezza così: "Lavoro part-time, perché nessuno mi mantiene; frequento l’università pubblica perché devo provare a costruire da sola il mio futuro. Ho un cervello e non mi sono mai interessata del giudizio degli altri . Ho 50 followers e ne sono davvero orgogliosa. Io non voglio fare moda. Io voglio PARLARE di moda.Forse non sono una fashion blogger…"
Bene, benissimo. Ha espresso le sue opinioni e, ammettendo di non amare i teschi (il pezzo si trova sul blog), ha dimostrato di essere davvero diversa, nel panorama moda (ok, ero un po' ironico).
Per questa "roba" Federica è spuntata sulla home page di paperblog. Quello che mi chiedo è: perchè? Mi sembra il tentativo di valorizzare qualcuno che si spacci per diverso, ma che in verità di diverso ha ben poco.
Questa ragazza ha il classico cuore di tiffany e l' immancabile borsa LV, veste con l' animalier, fa foto che vengono male (riuscirebbe a mettere il flash anche a mezzogiorno nel deserto del Sahara): insomma, è una persona normale. Allora è l' elogio della normalità. Non so se riesco a trasmettervi la mia opinione, ma mi sa così tanto di luogo comune: la fashion blogger che non è la Ferragni è che, lamentandosene, dice: io sono una ragazza semplice e per bene, credo nei valori genuini dei miei nonni...
Non voglio lanciarmi contro la ragazza dai capelli rossi (il suo post sul cioccolato è spettacolare, un guizzo di puro genio), ma trovo la sua un' invettiva cattiva e gratuita contro la Ferragni e, in generale, chiunque abbia successo nel mondo dei fashion blog. Certo, nella rete chiunque può esprimere la propria opinione, ma allora fatemi dire la mia.
"Frequento l’università pubblica perché devo provare a costruire da sola il mio futuro." Che cosa significa? Che università private come la Bocconi non valgano una ceppa? Io non so, non la capisco questa. Continua dicendosi orgogliosa di avere 50 (43, per la precisione) followers. Alchè dico: sei ironica? Dici che non ne vuoi 50000? Beh, sappi che c' è anche chi ne ha uno e scrive da mesi sul web, offrendo contenuti molto meno omologati di te!
La verità è che la trovo folle: nessun contenuto particolare e nuovo, solo un normale blog da dove si vogliono dare le proprie impressioni al mondo. Lo dico sinceramente: credo di essere migliore. Faccio foto carine, non spettacolari, ma carine. Mi impegno per trovare cose interessanti da sottoporvi, per scrivere spessissimo, vado dalle aziende familiari sconosciute all' ultimo prodotto della più modaiola casa francese, scrivo riflessioni intelligenti... Eppure non ho neanche 43 followers! (:-) ). Forse mi aspettavo di più (tutto e subito) dal web, ma le sue proteste mi sembrano un po' esagerate per la prima pagina di paperblog! Esagero, forse?
Viva la Ferragni che se ne frega delle malelingue ed ha uno stile tutto suo (che poi neanche mi entusiasma troppo)!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :