Magazine Rimedi Naturali

Rimedi Naturali contro la Muffa

Da Inonno @luca_lovesapple
Rimedi Naturali contro la Muffa

Muffa in bagno?

Cresce nei luoghi umidi, non c’è da meravigliarsi se la muffa ama “soggiornare” nei vostri bagni. Con molti prodotti sul mercato orientati per la soluzione del problema, la Nonna vi consiglia risparmiare i vostri soldi e prendere in considerazione rimedi casalinghi contro la muffa.

CHE COSA È MUFFA?

Muffa è il termine usato per descrivere certi tipi  ”funghi” che hanno caratteristiche tipicamente nere, grigio, bianco e polverosa in apparenza. I fungo richiedono determinate temperature e grado d’umidità per crescere.

CAUSE E SEGNI DI MUFFA

Le cause più comuni di muffa includono scarsa circolazione d’aria, poca o nessuna illuminazione, pareti troppo fredde rispetto al clima della camera, temperature umide, possibili infiltrazioni. I tipici segni di muffa includono un sottile strato “spugnoso” e di colore tipicamente scuro. Il pericolo che porta la muffa non è solo estetico, ma anche igienico, è sempre consigliato non sottovalutare il problema.

MUFFA: RIMEDI NATURALI DELLA NONNA

La vista e l’odore della muffa non solo è solo brutto da vedere per i componenti della casa, ma è anche portatore di germi, che possono intaccare la vostra salute e dei vostri bambini. Di seguito una serie di accorgimenti, rimedi e consigli della Nonna, per trovare una soluzione al problema:

  • Succo di limone: Quando l’abbigliamento o altri tessuti mostrano dei segni di muffa, applicate un mix di succo di limone e sale per trattare le macchie. Si possono anche strofinare  tende ammuffite, oppure si può utilizzare per la pulizia della doccia e del suo interno.
  • L’abbigliamento nel posto giusto: Per evitare la crescita della muffa, è sconsigliato riporre i vostri abiti in “sacchi” di plastica. E’  sempre consigliato riporre in vostri abiti in sacche di tessuto, create appositamente o acquistate.
  • alcool: Quando appare della muffa su la tappezzeria, per rimuoverla usate una soluzione di alcool diluito con una tazza di acqua. Immergere un panno pulito o uno straccio nella soluzione, e strofinare accuratamente tutte le macchie di muffa.
  • Borotalco: Per trattare i libri macchiati dalla muffa, utilizzate del borotalco per asciugare le pagine. In primo luogo, ripulite le pagine dalla muffa con uno straccio, successivamente cospargete con una piccola quantità di talco le pagine interessate; lasciate riposare per 1 ora il talco sul libro, e successivamente rimuovete il tutto.
  • Candeggina: per rimuovere le macchie sulle pareti, mescolate due cucchiai di candeggina e 1/2 litro d’acqua calda. Utilizzate un vecchio straccio per trattare le macchie, lasciate agire per circa 10 minuti e rimuovete con cura. Prestate attenzione alla candeggina, la nonna vi consiglia sempre di usare dei guanti in lattice e indossate dei vestiti vecchi.
  • Deumidificatore: è importate che l’umidità della stanza sia adeguata, in inverno la Nonna consiglia di mettere in ogni stanza il deumidificatore a sali.
  • Limitare il Docce calde: Dal docce calde e bagni causa l’umidità che porta alla crescita della muffa in bagno, si raccomanda di limitare il numero di volte che si indulgere in bagni caldi e docce.
  • Accendere le luci: Se dovete fare un Bagno o una doccia calda, accendete le luci 5 minuti prima di entrare e lasciatele accese per 15 minuti successivi. La muffa non cresce se non nelle “tenebre”
  • Aceto: Per rimuovere la muffa dalle pareti, dalle piastrelle o dalla porta della doccia, prendete una miscela di due cucchiai di aceto bianco e una tazza di acqua. Applicate sulla parte da trattare e lasciate agire per 10 a 15 minuti prima di sciacquare.
  • bicarbonato di sodio: Se la vostra tenda della doccia ha subito un attacco di muffa, provare a posizionarla nella vostra lavatrice con due teli da bagno. Lavare il ciclo delicato con ½ tazza di bicarbonato di sodio aggiunto al lavaggio. Durante il ciclo di risciacquo, aggiungere ½ tazza di aceto. Per l’asciugatura lasciarla sgocciolare all’aria.
  • perossido di idrogeno: Utilizzare perossido di idrogeno al 3% per combattere la vista e l’odore di muffa bagno. Utilizzare a pieno regime – direttamente versando il perossido su piastrelle ammuffite. Pulire.
  • Incolla auto cera: Dopo aver pulito le piastrelle del bagno o le pareti della doccia, applicate uno strato di cera per auto. Lucidare con un panno asciutto e pulito. Questo rimedio diminuirà notevolmente la crescita della muffa. La nonna applica la cera per l’auto all’inizio di ogni autunno.
  • Asciugatura Vestiti: Quando fate asciugare i vostri indumenti, le lenzuola o un altro capo, lasciate entrare la luce del giorno e lasciate il locale areato.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :