Magazine Cultura

Robert Doisneau. Paris en libertè

Creato il 22 settembre 2013 da Valeria Polverino @missvalesbooks
Buon pomeriggio miei cari lettori!Anzitutto mi scuso per la latitanza di questi due giorni dovuta ad impegni lavorativi.In questo post vi voglio parlare della mostra fotografica che ho visitato ieri presso la Reggia di Caserta, ovvero Robert Doisneau. Paris en liberté.

Robert Doisneau. Paris en libertèL'esposizione, visitabile fino al 23 Settembre presso gli appartamenti storici del Palazzo Reale, narra del binomio indiscindibile tra uno dei piú grandi fotografi francesi di tutti i tempi e Parigi, cittá che ha amato ed immortalato col suo obiettivo. In 200 fotografie originali, scattate da Doisneau nella Ville Lumière tra il 1934 e il 1991 e raggruppate tematicamente ripercorrendo i soggetti a lui più cari, il visitatore ha la possibilitá di effettuare un'emozionante passeggiata nei luoghi più incantevoli della Ville Lumière: il lungo Senna, i giardini della Touilerie, le strade del centro e della periferia, i Cafè e i bistrot, gli atelier della moda e le gallerie d'arte.Robert Doisneau. Paris en libertèIl soggetto prediletto delle sue fotografie in bianco e nero, sono infatti i parigini: le donne, gli uomini, i bambini, gli innamorati, gli animali e il loro modo di vivere questa città senza tempo. E’ una Parigi umanista e generosa ma anche sublime che si rivela nella nudità del quotidiano; nessuno meglio di lui si avvicina e fissa nell’istante della fotografia gli uomini nella loro verità quotidiana, qualche volta reinventata. Il suo lavoro di intimo spettatore appare oggi come un vasto album di famiglia dove ciascuno si riconosce con emozione.Robert Doisneau. Paris en libertè
Devo ammettere che ho provato una certa emozione di fronte ai personaggi immortalati da Doisneau: bello poter cogliere le sensazioni sui loro volti, le loro smorfie, le loro reazioni.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Robert Aldrich

    Il grande alleato (Big Leaguer) (1953) L'ultimo apache (Apache) (1954) Vera Cruz (Vera Cruz) (1954) Un bacio e una pistola (Kiss Me Deadly) (1955) Il grande... Leggere il seguito

    Da  Alejo90
    CINEMA, CULTURA
  • Keith haring in paris

    Keith haring paris

    Le Musée d’Art moderne de la Ville de Paris, avec le CENTQUATRE, consacre une rétrospective de grande envergure à l’artiste américain Keith Haring (1958 – 1990). Leggere il seguito

    Da  Darioujetto
    ARTE, CULTURA
  • Robert Altman

    The Delinquents (1955) La storia di James Dean (The James Dean Story, 1957) Conto alla rovescia (Countdown, 1968) Quel freddo giorno nel parco (That Cold Day... Leggere il seguito

    Da  Alejo90
    CINEMA, CULTURA
  • Kansas City - Robert Altman

    Kansas City Robert Altman

    Kansas City, pellicola diretta dal maestro Altman, non è certamente il primo film che viene in mente parlando del regista ma anzi, viene spesso beatamente... Leggere il seguito

    Da  Frank_manila
    CINEMA, CULTURA
  • A lady in paris

    lady paris

    di Ilmar Raggcon Jean Moreau, Laine MagiFrancia, Belgio, Estonia 2012genere: drammaticodurata 94' Lo avevano già fatto Jean-Louis Trintignant e Emmanuelle Riva... Leggere il seguito

    Da  Veripaccheri
    CINEMA, CULTURA
  • Robert Zemeckis

    Robert Zemeckis

    I tentativi di proporre un’analisi stilistica o tematica di Robert Zemeckis (regista nato a Chicago nel 1951), partendo dai suoi lavori, si è rivelata... Leggere il seguito

    Da  Ildormiglione
    CINEMA, CULTURA
  • Il lungo addio - Robert Altman

    lungo addio Robert Altman

    A detta di molti Il lungo addio è il capolavoro di Robert Altman... tanto per la cronaca, io mi vorrei inserire tra quei "molti" e nelle righe qui in basso prov... Leggere il seguito

    Da  Frank_manila
    CINEMA, CULTURA

Magazines