Magazine Cultura

‘Scartando Hank’ di Eli Easton

Creato il 22 dicembre 2014 da Nasreen @SognandoLeggend

Scartando Hank

di Eli Easton

LGBT Love is Love

 

scartando HankTitolo: Scartando Hank
Autore: Eli Easton (Traduttore: C. Messina)
Serie: //
Edito da: Triskell Edizioni
Prezzo: ebook 3.99 €
Genere: M/M romance
Pagine: 158 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

Trama: Sloane adora i misteri. Figlio di due psichiatri, ha sempre trovato le persone sin troppo facili da decifrare. Alla disperata ricerca di uno scenario più rurale, si iscrive alla Pennsylvania State University, dove viene convinto ad unirsi ad una confraternita da Micah Springfield, il ragazzo più figo del campus. Ma nessuno dei corsi di Sloane si rivelerà interessante come Hank Springfield, fratello di Micah e compagno di confraternita. Hank ha l’aria di essere un vero duro – muscoloso, pieno di tatuaggi e barbuto – ma i suoi occhi sono dolci e gentili. Si comporta come un atleta un po’ stupido, ma si sta specializzando in filosofia. E dovrebbe essere etero… ma allora perché Sloane si sente così attratto da lui? E perché Hank sembra detestarlo tanto? Quando Sloane rischia di rimanere da solo al campus per le vacanze di Natale, Micah lo invita a passare le vacanze alla fattoria di famiglia, in una contea Amish. È l’opportunità per trascorre le feste in puro stile americano… e per cercare di svelare quel mistero che è Hank Springfield. Riuscirà Sloane a scoprire i segreti della famiglia Springfield e a svelare il cuore che si cela sotto quella montagna di muscoli?

separatore natalizio

Recensioneùdi CriCra

Miei cari amici sognalettori amanti dei romance di genere M/M, eccomi nuovamente qui a commentare su Sognando Leggendo un nuovo romanzo dove la storia d’amore tra due bei (e non solo) ragazzi è il tema principale.

Siamo alla Pennsylvania State University conosciuta meglio come Penn State, un ambiente universitario quindi. Gregor Sloane, uno dei protagonisti narranti della storia, ci introduce nella sua nuova esperienza di matricola nella confraternita dei Delta, in cui i ragazzi Senior sono i classici stereotipi di questi atenei dove novizi come lui devono rispettare regole, pegni e decisioni dei più anziani, accondiscendendo a volte a strani e buffi rituali.

Per fortuna di Sloane, il senior Micah Springfield, con la sua aria (quasi) da ‘fricchettone ambientalista’, sembra essere lontano da queste usanze. E meno che mai suo fratello Hank, la seconda voce narrante protagonista, il quale delizierà gli occhi di Sloane con il suo fisico prestante in stile ‘boscaiolo forzuto dagli occhi dolci’, un lato B da sbavo e, tanto per gradire, facendogli prudere le mani per la voglia di toccarlo… dappertutto. Capito il concetto?

Chi era quel ragazzo? Come mai era nella cucina dei Delta a lavare i piatti? Non aveva l’aria di essere un membro della confraternita, ma nessun individuo sano di mente avrebbe assunto un tipo del genere per occuparsi del catering o delle pulizie. Sembrava giovane, più o meno della mia età, eppure sapevo che non si trattava di una delle matricole reclutate, perché le avevo incontrate tutte, e al momento eravamo impegnati a passare da una conversazione all’altra nel corso di quella che doveva essere la nostra “festa di benvenuto nella confraternita”. Perché era scalzo? E se era uno dei Delta, perché se ne stava nascosto in cucina a lavare i piatti invece di socializzare con gli altri? E perché, accidenti, sentivo l’impulso di passare le mani sui turgidi muscoli di quelle braccia, delle spalle, della schiena, quando non ero mai stato attratto dai ragazzi palestrati o dai tatuaggi in vita mia? Ero sempre uscito con tipi intelligenti e sofisticati. Uno del genere non avrebbe dovuto farmi il minimo effetto. E invece me ne faceva, come l’eruzione del Vesuvio.”

Unwrapping HankPer Hank le cose, almeno all’inizio, non andranno proprio così. Dimostrerà, nei confronti di Sloane, un’avversità palese e pungente, tuttavia senza mai uscire fuori dai binari della buona educazione. Non mancheranno punzecchiamenti sarcastici e svariati dispetti fantasiosi, al limite del ridicolo infantilismo, ma sotto sotto davvero spassosi da far sorridere chi legge.

La metodologia espressiva dell’autrice è una di quelle che preferisco: l’alternanza di pensiero tra un protagonista e l’altro. Lo adoro! Leggere i pensieri di entrambi i personaggi principali riesce sempre con successo a farmi immedesimare meglio nella storia, apprezzandone, così, ogni singolo momento. La semplicità e la familiarità nel linguaggio, poi, sono da elogiare. Ti soddisfano appieno.

È stato tenero vedere Hank, questo omaccione grande, grosso, fondamentalmente timido e insicuro, provare attrazione – probabilmente per la prima volta in vita sua – verso uno del suo stesso sesso, vergognarsene e, al tempo stesso, cercare di svicolare in più di un modo dalla situazione. Parimenti dolce è stato vedere la delusione negli occhi di Sloane quando pensava di vedere svanire il suo sogno proibito come neve al sole.

Mi aggiravo per la casa, assicurandomi che la gente si stesse divertendo. Ma il gruppo incaricato di rifornire cibo e bevande stava facendo il suo lavoro e tutto filava liscio.
Mi fermai a conversare con alcuni dei confratelli. Guardai Micah ballare con Emanuelle. 
E Hank ballare con una procace brunetta.
I misteri di H.S., punto 12: Sorprendentemente, non è un pessimo ballerino. E subito dopo…
I misteri di H.S., punto 13: Sta baciando una donna. Con la lingua.
E quello, decisi, sarebbe stato l’ultimo elemento della lista, l’ultima volta in cui mi sarei interessato a Hank Springfield. Fine nel fottuto caso.”

Questo romanzo non ha bisogno di alcuna anticipazione, sunto, sinossi o qualsiasi altro termine di spiegazione. Praticamente si legge da solo ed è bastato questo particolare a farmelo apprezzare davvero tanto. Come ho apprezzato anche determinati aspetti, come: la crescente consapevolezza dell’uno verso l’altro, la reciproca conoscenza avvenuta gradualmente, intensificandosi passo dopo passo. E la famiglia di Hank? Splendida! Micah è un fratello speciale quanto i loro genitori, così affabili e prodighi uno verso l’altro. Sempre e comunque. Un romanzo spassoso, intrigante, provocatorio e sexy [Sloane in versione renna natalizia, docet! ;-) ] Il titolo, poi, rispecchia appieno l’intera trama. Un viaggio nel mondo di Hank. ‘Scartare’ la sua vita, il suo passato e i ricordi sarà divertente, emozionante e in qualche modo istruttivo. Ve lo consiglio! :-)

Voto

 

1Astelle

 

separatore natalizio

Eli Easton

Eli Easton: Essendo stata in varie occasioni e sotto diversi pseudonimi la figlia di un ministro, una programmatrice di computer, l’autrice di misteri paranormali, un game designer, una contadina, un’escursionista, una dormigliona, Eli si sta imbarcando in un’altra incarnazione come autrice di romanzi M/M. In quanto lettrice accanita di questo genere, non può fare a meno di esaltarsi quando un autore riesce a combinare in un’unica storia il merito letterario insieme ad una vasta gamma di humor, passione e dolcezza. Eli si ripromette sempre di impegnarsi duramente affinché possa raggiungere tutto ciò, la maggior parte delle volte. Attualmente vive in una fattoria della Pennsylvania con suo marito, tre bulldog, tre mucche e sei galline. Tutti loro (marito a parte) sono femmine, il che spiegherebbe gli uomini nudi che hanno preso dimora nelle sue ultime fiction.

Goodreads_iconFacebook-iconBlogger-iconTwitter-icon


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :