Magazine Viaggi

Scenari della Cornovaglia: il Land's End

Creato il 03 novembre 2014 da El3naliv

Scenari della Cornovaglia: il Land's End

Lands End


La Cornovaglia non è stata una destinazione di viaggio scelta a casaccio: i suoi scenari naturali, in particolar modo il Land's End, attiravano da tempo la nostra attenzione. Ed è qui che siamo giunti in auto dopo aver oltrepassato Francia, Canale della Manica e aver soggiornato in alcune insolite cittadine del Regno Unito come Glastonbury. Il Land's End rappresenta un estremo dell'Inghilterra: è la terra più a sud-ovest della Gran Bretagna, una delle punte che delimitano la fine del Regno. Di fronte, lo sconfinato l'Oceano Atlantico e migliaia di chilometri più avanti, New York e le coste americane degli Stati Uniti. 
Una volta parcheggiata l'auto al costo di 5 sterline, si entra nel Land's End Landmark. La zona è, di fatto, una conosciuta meta turistica dove non mancano negozi e attrazioni pensate per "far spendere". C'è comunque un lato positivo: chi viaggia con bambini troverà diverse attrazioni ad attenderli, come una fattoria posizionata sulle scogliere dove incontrare oche, lama e altri simpatici animali e un piccolo cinema dove gustarsi cartoni animati in 4D. Ma oltrepassate insegne e cartelli colorati si arriva all'ultimo caseggiato prima della fine del Regno e al vero motivo della visita al Land's End... la fine della terraferma

Scenari della Cornovaglia: il Land's End

The First and Last House & Land's End Signpost


Scenari della Cornovaglia: il Land's End

Qui il panorama regala delle forti emozioni aprendosi verso l'oceano e le maestose scogliere verdeggianti tipiche del territorio. A circa un miglio di distanza noterete il faro di Longship che, come un silenzioso guardiano, sorveglia e illumina la rotta delle navi in transito lungo la costa. Alto inizialmente 24 metri venne innalzato a 35 a causa delle forti mareggiate che impedivano il corretto funzionamento della lanterna. 
Alle vostre spalle il Land's End Hotel (presente anche nel film Maledetto il giorno che t'ho incontrato) e, più avanti, un sentiero che si inerpica fra le rocce: è qui che consiglio assolutamente di andare. Camminando sui declivi frastagliati delle scogliere, incontrerete l'Enys Dodnan Rock Arch, un arco naturale immerso in uno scenario mozzafiato a picco sull'oceano. A detta di molti, una delle migliori vedute della Gran BretagnaUn luogo dove indugiare a lungo sulla bellezza del paesaggio

Scenari della Cornovaglia: il Land's End

Sentieri del Lands End. In lontananza il faro di Longship


Scenari della Cornovaglia: il Land's End

Scenari della Cornovaglia: il Land's End

Enys Dodnan Rock Arch, l'arco del Land's End


Tornando indietro non dimenticatevi di sostare al celebre cartello che con le sue frecce bianche indica e unisce luoghi lontani come New York e John O' Groats (il punto più a nord-est del Regno Unito). Vi lascio un piccolo suggerimento: se volete immortalarvi in una foto sappiate che lo scatto è a pagamento ma, verso le 17:00-17:30, il fotografo toglie la cordicella che delimita l'area del cartello e chiude il suo baracchino. Al buon intenditore, le 9 sterline richieste per la foto (siamo matti?!) rimarranno in tasca.
Vi auguro buon viaggio!Elena
Scenari della Cornovaglia: il Land's End
Follow @El3naLiv

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine