Magazine Libri

Scrivere un romanzo, prove generali

Da Anima Di Carta
Scrivere un romanzo, prove generaliHo notato che ci sono tante persone (soprattutto tra i giovanissimi) che trovano questo blog cercando informazioni su come cominciare a scrivere un romanzo. E incredibilmente il mio post più letto è quello sugli errori di chi inizia. Per questo vorrei dedicare queste righe proprio a chi comincia a muovere i primi passi in questo mondo. Sono piccole cose che ho appreso nel tempo e che spero possano tornare utili.
La prima cosa che mi sento di dirvi è che per scrivere bene non bisogna avere fretta, prendetevi tempo per esercitarvi. All’inizio è normale essere confusi sulla storia che si vuole scrivere, avere una vaga idea di quello che si vuole mettere su carta, essere presi da una smania di dire, senza sapere da dove cominciare. È una fase normale. Quello che è utilissimo all’inizio è scrivere tantissimo, come per fare delle prove generali.
La mia passione per libri e scrittura è iniziata molto presto ed ero una vera grafomane. Riempivo quaderni e quaderni di roba, in modo quasi compulsivo. Ho provato scrivere un romanzo a 16 anni, che poi ho abbandonato perché avevo scelto un tema troppo ambizioso per le mie conoscenze (e a quei tempi non c'era Internet!). A 18 anni ho scritto il mio primo romanzo completo, che a posteriori si può dire fosse più che altro un romanzo breve, diciamo un lungo racconto. Poi è passato molto tempo prima di scriverne un altro completo, ma ho continuato a scrivere tanto e farlo mi ha aiutato moltissimo. Ho scelto di scrivere anche per lavoro, anche se la mia passione vera continuano a essere i romanzi. Nel tempo ho lasciato incomplete delle opere, ne ho finite altre, ne ho pubblicata una e ora continuo a scrivere, tra alti e bassi. Il punto è che non bisogna mai credere che quello che si scrive vada perso. Come dicevo, si tratta di prove generali, di un esercitarsi che torna sempre utile.
La seconda cosa importante da sapere è che la vostra scrittura deve evolversi, deve affinarsi e diventare più accurata.
Un tempo producevo molto di più e scrivevo di getto. Oggi quello che approda su word ha prima vissuto a lungo nella mia testa, quasi in una forma di gestazione. I personaggi, le vicende, l’intreccio prendono forma prima nella mia mente e solo dopo finiscono nero su bianco. Penso molto ai personaggi, a quello che vogliono, a come si sentono, a come reagiscono e agiscono. Li osservo a lungo e solo dopo decido quello che voglio far conoscere di loro a un possibile lettore.
A volte siamo scrittori compulsivi perché abbiamo solo bisogno di sfogarci e usiamo la scrittura come una terapia. Ma poi quello che scriviamo avrà un valore? Scegliete con cura le parole, quelle giuste, se volete che qualcuno legga e apprezzi ciò che volete comuncare.
Tutto quello che scriviamo ha un suo modo di entrare dentro di noi e di restarci incollato. Quello che creiamo ha un suo peso. In questo i poeti sono molto più lungimiranti degli “scrittori di storie”: danno un valore molto più grande e alto alle parole. Hanno (forse) più rispetto di ciò che evoca la parola scritta, ne fanno un uso più cauto. Dobbiamo imparare a fare lo stesso.
Infine, a chi che scopre la vocazione della scrittura vorrei dire: leggete di più, analizzate quello che leggete, studiate come altri autori hanno catturato l’attenzione del lettore, quali modi hanno usato, analizzate le trame e i personaggi.
Ma prestate attenzione a ciò che leggete, perché tutto quello che leggiamo ci entra dentro, proprio come ciò che scriviamo. Se leggiamo spazzatura accoglieremo dentro di noi spazzatura. Se leggiamo cose belle, entrerà la bellezza.
E soprattutto, ciò che leggiamo condiziona moltissimo il nostro stile di scrittura. Siamo come spugne, assorbiamo lo stile di quello che leggiamo, ci lasciamo influenzare anche se non vogliamo, in modo per lo più inconscio.
Buona scrittura a tutti!Anima di carta

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Conoscere il mondo per scrivere meglio

    Conoscere mondo scrivere meglio

    Si dice che Emily Brontë non varcasse spesso la porta di casa tranne che per andare in chiesa o per fare una passeggiata sulle colline, e non avesse un indole... Leggere il seguito

    Da  Anima Di Carta
    LIBRI, TALENTI
  • La voglia di scrivere...

    voglia scrivere...

    Irrefrenabile! Quando ormai sei preso dalla voglia di scrivere, ogni momento della tua giornata è buono per farlo. In questo momento davanti a me, una fotografi... Leggere il seguito

    Da  Dreamwriter
    DIARIO PERSONALE, LIBRI, RACCONTI, TALENTI
  • Il mestiere di scrivere...(Part 2)

    mestiere scrivere...(Part

    Dopo la pubblicazione del mio articolo sulla difficoltà degli autori emergenti di far conoscere le loro opere, ho avuto tantissimi messaggi che confermano quell... Leggere il seguito

    Da  Dreamwriter
    DIARIO PERSONALE, LIBRI, RACCONTI, TALENTI
  • Se uno dei più grandi smette di scrivere

    grandi smette scrivere

    Afferma Philip Roth, che è indubbiamente uno dei più grandi scrittori viventi al mondo:Scrivere è avere torto tutto il tempo. Le nostre bozze raccontano la... Leggere il seguito

    Da  Paciampi
    CULTURA, LIBRI
  • Scrivere un racconto erotico

    A chi non è mai capitato di sentirsi in imbarazzo parlando di erotismo? E non tanto per il concetto in sé, quanto per le reazioni provocate in chi ascolta. Leggere il seguito

    Da  Queenseptienna
    CULTURA, EDITORIA E STAMPA, EROTISMO, LIBRI
  • Il mestiere di scrivere, Luisa Carrada

    mestiere scrivere, Luisa Carrada

    Il mestiere di scrivere Titolo: Il mestiere di scrivere. Le parole al lavoro, tra carta e web Autore: Luisa Carrada Editore: Apogeo Pagine: 216 Prezzo: € 10,40... Leggere il seguito

    Da  Libriconsigliati
    CULTURA, LIBRI
  • Il segreto di scrivere.

    Categoria Cuore Categoria Stopmaco Categoria Cervello Da qui. Write as much as you can. As fast as you can. Finish your shit. Hit your deadlines. Try very hard... Leggere il seguito

    Da  Arturo Robertazzi - @artnite
    TALENTI

Magazines