Magazine Diario personale

Se ce ne andasse bene una...

Da Ele @HelloElena

A quest’ora saremmo una coppia felice che si gode la casa nuova. Siccome, pero’, la strada verso il completamento del trasloco e’ ardua e in salita, eccovi gli ultimi aggiornamenti.
Lunedì: arrivano gli operai per montarci la sala e completare i pezzi mancanti/ sbagliati della cucina. La sala e’ ok. In cucina ci sono ancora cose che non vanno, tipo un fottutissimo ripiano in vetro dentro il mobile d’angolo che non serve niente a nessuno e sembra uscito da una vetrinetta anni ’80, che manco a casa dei miei nonni! I led che prima non funzionavano, ora funzionano; quelli che prima funzionavano adesso non funzionano piu’. Ottimo. Way to go! Per quelli e il ripiano dobbiamo tornare. Certo, tanto io non ho fretta di pulire e metterci dentro quelle due cose che una cucina contiene.
Inoltre, non so se lo sapete, molto probabilmente chi ha gia’ comprato casa lo sa, noi eravamo ignari, ma le opere idrauliche sono a carico del compratore. Ovvero, l’impresa che ti vende casa, ti mette gli scarichi, i tubi, etc...da capitolato ti fa scegliere i rubinetti, poi pero’ il miracolo dell’acqua calda o fredda che esce dal rubinetto, lo devi andare a chiedere ad un idraulico che paghi tu. A meno che, ovviamente, voi non siate gia’ compratori esperti che contrattano le opere idrauliche in anticipo.
Ecco, noi non siamo compratori esperti e quindi lunedì, Marito ha contattato l’idraulico. ‘Ok, nessun problema, vengo martedì verso le 18.30’, dice lui.
Martedì ore 18.30: niente. Ore 19.10 niente. Svariate chiamate e altrettante bestemmie partono dalla mia dolce meta’ che tenta invano di contattare questo coglione di idraulico.
Mercoledì: prima parentesi positiva: Habemus Ascensorem. Era solo da luglio che lo aspettavamo. Poi, scopriamo che non solo l’amico idraulico si e’ dimenticato dell’appuntamento, ma che e’ anche un gran maleducato che non si scusa nemmeno per la dimenticanza o per l’aver ignorato circa 10 chiamate senza risposta. Sfanculiamo questo idraulico e ne chiamiamo un altro. ‘Vengo stasera verso le 21 per vedere quello che c’e’ da fare’ ci dice il nuovo amico idraulico. Perfetto, fantastico, che servizio, che efficienza! Ore 21.50 arriva l’amico idraulico. Devono avere chiaramente dei problemi con la puntualita'. Il nuovo amico idraulico ci tiene subito a precisare, e lo fara’ poi altre svariate volte, che lui e’ un tecnico. Di cosa esattamente, non e’ dato sapere. Comunque, lui e’ un tecnico. E si’ abbiamo capito, ma calmati. Lui rientra perfettamente nella categoria ‘Fenomeni’. I ‘fenomeni’ sono quelli che sanno sempre tutto e criticano ferocemente il lavoro degli altri che e’ sempre fatto malissimo e che 'come e’ possibile aver fattoun lavoro del genere?’. Gli scarichi, lui non li avrebbe mai fatti cosi’, il lavandino non e’ stato carteggiato, i tubi del rubinetto sono una merda, tutti da cambiare, lo scarico della lavatice e’ troppo lungo, i sanitari sospesi lui non ce li avrebbe mai consigliati, i tubicini flessibili si rompono subito, ti allagano casa tua, quella del vicino e di tua nonna in cariola e poi morite tutti perche’ non hai voluto sostituire il tubo in plastica e hai causato l’innondazione del palazzo.
Ah, se solo avessimo scoperto Fenomeno prima di comprare casa! Lui si’ che avrebbe saputo gestire il lavoro sciatto dei muratori. Nota mentale: dire all’idraulico che ha lavorato al cantiere che ha fatto proprio un bel lavoro di merda. Sono certa che sara’ felicissimo di questo feedback.
Costo per rifare tutto secondo i crismi di Fenomeno: EURO 400. Thankyouverymuch.
Se ce ne andasse bene una...

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Se ce ne andasse bene una...

    andasse bene una...

    A quest’ora saremmo una coppia felice che si gode la casa nuova.Siccome, pero’, la strada verso il completamento del trasloco e’ ardua e in salita, eccovi gli... Leggere il seguito

    Da  Eleely
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, TALENTI
  • Se la notte ascolta

    notte ascolta

    le voci del giorno tra le lenzuola del sogno voglio dormire senza nebbie. Quando le stelle tramontano e nel cielo si alza l'alba della speranza perchè non c'è... Leggere il seguito

    Da  Silvy56
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Se il tempo fosse un gambero

    , ripeteremmo tutte le cose che abbiamo fatto? Forse sì, forse no, forse chissà. Forse è anche inutile chiederselo o immaginarlo. Leggere il seguito

    Da  Aquilanonvedente
    DIARIO PERSONALE, POESIE, TALENTI
  • E se il racconto è troppo breve?

    racconto troppo breve?

    Nel post precedente abbiamo visto come rispettare le lunghezze in un concorso letterario, concentrandosi sul "taglio" del superfluo dal nostro testo. Oggi,... Leggere il seguito

    Da  Nicola Nicodemo
    CULTURA, DIARIO PERSONALE, LIBRI, TALENTI
  • Se nessun uomo è un’isola io voglio essere una penisola

    nessun uomo un’isola voglio essere penisola

    Arriva il momento di tornare a casa. Impacchettare le proprie cose con ordine, controllare di non essersi dimenticati nulla. Si sale sull’aereo,sul treno,sulla... Leggere il seguito

    Da  V
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Comunicare se stessi

    Comunicare stessi

    Molti momenti della nostra vita si svolgono sotto la luce di un riflettore, e spesso chi ci ascolta ci misura più per come “recitiamo”che per ciò che siamo... Leggere il seguito

    Da  Giancarlopastore
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Chiamale se vuoi… emozioni

    Io mi nutro di emozioni e non potrei vivere senza. Spesso mi prendo dell’immatura per questo come se, vivere di emozioni fosse una cosa riservata solo agli... Leggere il seguito

    Da  Lametamela
    DIARIO PERSONALE, TALENTI