Magazine Università

Secchione o ultimo della classe. Qual è il tuo posto?

Creato il 11 novembre 2010 da Ewilly

sec

Nella nostra classe c’è sempre stato uno studente secchione, che prende voti alti, non si sa quando studia, però è sempre il primo. Allo stesso tempo c’è anche sempre un ultimo della classe, che si siede in fondo, disturba durante le lezioni, e non ha paura di nessuno. Il secchione fuori della scuola a volte è timido, introverso, ha pochi amici, è sempre rinchiuso a studiare. Invece l’ultimo della classe ha molti amici, organizza sempre le feste, è simpatico, ecc…

Ora che siamo all’università sappiamo tutti che per trovare un lavoro non basta avere 110 e lode, ma devi anche avere capacità sociali per poterlo trovare.

In questo articolo analizzeremo tutti e due gli studenti per capire come diventare studente modello all’università.

 

Tipologie di studenti

Generalmente abbiamo sempre 3 tipi di studenti: super-dotati, fortunati e normali.

SUPERDOTATI: questi sono rarissimi, ma hanno delle alte capacità( memorizzazione, logica, matematica, ecc…) per fare un esempio loro studiano nelle enciclopedie e la sera per divertirsi ascoltano documentari di National Geographic. Si capisce che hanno una cultura molto ricca e a volte non sono compresi dai comuni mortali. Ad esempio, così era Einstein. Se non sei superdotato forse sei fortunato.

FORTUNATI: persone che hanno un IQ più elevato e delle capacità innate. Studiano pochissimo e capiscono molto velocemente. Praticamente avranno una media di 25 senza passare più di 4 ore al giorno a studiare. Ne troviamo di più ai giorni nostri, basta andare alle lauree e contare quelli giovani con 110 e lode. Forse ti senti fortunato, guarda il tuo libretto per verificarlo altrimenti sei normale.

NORMALI: sono studenti come te e me. Niente capacità nascoste, niente intelligenza speciale. La buona notizia è che anche noi possiamo avere una media alta, ma dobbiamo studiare un sacco.

Con un po’ di costanza e di conoscenza di se stesso si arriva a fare cose straordinarie.

 

Ora che sai circa che tipo di studente sei, vediamo quali sono i vantaggi ad essere uno studioso?

 

Vantaggi dello studioso:

 

Uno studioso è un gran contenitore di conoscenza. Di solito studia circa bene e ha voti abbastanza alti. Quali sono i suoi vantaggi.

-comprensione veloce: facendo un sacco di domande al prof durante o dopo la lezione, lo studente capisce molto più velocemente i concetti.

-Condivisione: Lo studente che capisce e condivide diventa più padrone della materia perché lo spiega a tante persone.

-Appunti degli appunti: Uno studente che sintetizza gli appunti presi a lezione, capisce e memorizza meglio gli argomenti.

L’ultimo della classe ci può insegnare qualcosa di buono.

 

Vantaggi ad essere ultimo della classe:

 

L’ultimo della classe è il classico ribelle che fa tutto a modo suo, anche se è vietato o sbagliato.

Allo stesso tempo sviluppa delle capacità interessanti:

-Reti di conoscenze: parlando a tante persone e avendo un po’ d’amici, non ha problemi di comunicazione e può risolvere qualsiasi tipo di problema pratico chiamando la persona giusta se la conosce.

-Capacita organizzative: Uno che organizza eventi e si sposta sempre in gruppo è molto abile nel riunire persone e organizzare attività coinvolgente.

 

La domanda è, ma uno può essere entrambi studioso e Ultimo della classe?

Meglio sarebbe possibile avere la buona parte d’entrambi i profili?

La persona che risponde, risponderà anche alla leggendaria domanda dello Studente Modello.

Come diventarlo?

Io affermerei che non tutti lo vogliono o lo possono fare, ma in ogni caso dalla mia esperienza ci vogliono disciplina e cambiamento d’abitudini.

Un po’ di consigli per finire:

Siediti sempre in prima fila

Tutti i giorni studierai

Dai tuoi appunti, delle schede sintetizzerai.

Ai professori delle domande farai

Ai tuoi compagni i concetti spiegherai

Questi consigli rispetterai



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine