Magazine Cultura

Segnalazione: Ogni Giorno di David Levithan

Creato il 26 maggio 2013 da Nasreen @SognandoLeggend

Ogni giorno un corpo diverso.
Ogni giorno una vita diversa.
Ogni giorno innamorato della stessa ragazza.

David Levithan
OGNI GIORNO

Segnalazione: Ogni Giorno di David Levithan

SOGNO, INCUBO, ATTRAZIONE. NON BASTA PERDERE SE STESSI PER SMETTERE DI AMARE

Titolo: Ogni Giorno
Autore: David Levithan
Edito da: Rizzoli
Collana: Narrativa ragazzi
Prezzo: 15.00 €
Uscita: 24 Aprile 2013
Genere: Romanzo
Pagine: 378 p.

Trama:

Da quando è nato, A si sveglia ogni giorno in un corpo diverso. Per ventiquattrore abita il corpo di un suo coetaneo, che poi è costretto ad abbandonare quando il giorno finisce. Affezionarsi alle esistenze che sfiora è un lusso che non può permettersi, influenzarle un peccato di cui non vuole macchiarsi. Quando però conosce Rhiannon, chiudere gli occhi e riprendere il cammino da nomade è impossibile. Per la prima volta si innamora e cerca di stabilire un contatto, di spiegare la sua maledizione. E Rhiannon s’innamora a sua volta dell’anima di A. Ma dimenticare il suo involucro, ogni giorno diverso, è difficile, e pian piano la loro relazione si fa più delicata di un vetro fragile. Nel disperato tentativo di non perderla, A tradisce le sue regole, prende a lasciare nelle esistenze quotidiane strascichi del suo passaggio, e qualcuno se ne accorge…

Segnalazione: Ogni Giorno di David Levithan

David Levithan:

David Levithan (nato nel 1972) è editore di libri per bambini, americano e autore pluripremiato. Ha pubblicato il suo primo libro per ragazzi, Boy Meets Boy, nel 2003. Levithan è anche il fondatore ed editore di PUSH, un’agenzia di stampa scolastica per ragazzi.

Sito dell’autore: David Levithan

Segnalazione: Ogni Giorno di David Levithan

Autore articolo: CriCra

Ciao a tutti! Sono CriCra alias Cristina B. Sono una delle recensioniste appartenenti allo splendido gruppo di persone sul Blog, SognandoLeggendo. Sono ovviamente un’amante della lettura, adoro i romanzi e i fantasy. Nel mio piccolo, ogni volta che devo recensire un libro, cerco di essere semplice e obiettiva al tempo stesso. Se c’è da elogiare o da bastonare è sempre meglio farlo più onestamente possibile. Altrimenti non sarebbe giusto, vi pare? Buone Letture a tutti :)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :