Magazine Serie TV

Serie Tv – I nuovi arrivi del mercoledì

Creato il 02 ottobre 2014 da Nicola933
di Simona Ingrassia Serie Tv – I nuovi arrivi del mercoledì - 2 ottobre 2014

loghiDi Silvia Azzaroli e Simona Ingrassia. Torniamo a parlare delle nuove serie in arrivo questo autunno. Stavolta vi presentiamo quelle del mercoledì. Alcune sono già iniziate a settembre, una debutta oggi e cominciamo proprio da quest’ultima.

Si tratta di Stalker serie prodotta da Kevin Williamson, noto per The following, Dawson’s Creek, The vampire Diaries e molto altro, che andrà in onda stasera sulla CBS.
Interpretato da Maggie Q, già conosciuta al pubblico per  Nikita, e  Dylan McDermott (Allie Mc Beal, Will & Grace), è la storia di due agenti dell’unità Thread Assessment della polizia di Los Angeles, che indagano su incidenti che hanno a che fare con lo stalking. Si tratta per lo più di minacce telematiche, voyeurismo e molto altro ancora.

L’idea, di per se, è affascinante. E’ una tematica di grande attualità e approfondirla in una serie può essere una buona cosa. I due protagonisti sono anche discreti attori.

Senza voler entrare troppo nel merito ci chiediamo se Williamson, che ha cambiato in corsa varie volte la storia di The Following, sia in grado di portare avanti una tale tematica senza cadere nel becero e nel volgare. La critica statunitense sembra nutrire le nostre stesse perplessità visto che lo ha bocciato in maniera pressoché unanime. Maureen Ryan di The Huffington Post ha dichiarato che lo trova: “Uno sfruttamento gratuito, misogino e trash di situazioni e immagini forti.”

E Vox ci invita persino a scappare proprio a causa dell’autore di The Following!

Vi lasciamo con il trailer, giudicate voi

Proseguiamo con Black-ish, una commedia ideata da Kenya Barris (America’s Next Top Model, The Game), che ha fatto il suo debutto lo scorso 24 settembre, e stasera andrà in onda il secondo episodio, per ABC, ci racconta della vita di Andre “Dre” Johnsson, interpretato da Anthony Anderson(The Shield, Law&Order), un dirigente di una agenzia pubblicitaria, un uomo che si è fatto le ossa in uno scenario medio borghese prevalentemente bianco e che si preoccupa che i suoi figli possano crescere dimenticando il proprio retaggio afroamericano.

Pur avendo i toni della commedia ci sembra che questa serie possa fornire notevoli spunti di riflessione, nella speranza che gli autori abbiano la capacità di ironizzare sulla società moderna e sugli stereotipi riguardanti il mondo degli afroamericani. La critica sembra accoglierla in maniera positiva.

The Mysteries of Laura, della NBC, è il remake statunitense della serie spagnola Los Misterios de Laura di Carlos Vila e Javier Holgado, che hanno ideato anche questo rifacimento insieme a Jeff Rake (The Tomorrow People, The Beauty and The Beast)che è anche produttore esecutivo insieme a Greg Berlanti(The Flash, Arrow, The Tomorrow People) e Aaron Kaplan(Secret and Lies).

La serie ha debuttato lo scorso 24 Settembre, accolta con freddezza dalla critica, ma con grande entusiasmo dal pubblico, vede protagonista la bella e brava Debra Messing (Will & Grace) nei panni di Laura Diamond, una detective della omicidi di New York, che cerca di bilanciare la sua vita professionale a quella privata, è da poco una mamma single di due figli, nella speranza che il marito Jake (Josh Lucas, Will & Grace, Il socio in tv e A beautiful mind al cinema) firmi presto i documenti del divorzio.

Bisogna ammettere che la serie non è originale, è l’ennesimo crime in salsa sicuramente più leggera, tuttavia ci sembra che la critica statunitense abbia esagerato nel stroncarlo. In fondo è una serie con nessuna pretesa e la Messing riesce a destreggiarsi bene nel personaggio, dandole il giusto brio e mostrando dei toni agrodolci non male. Forse stavolta il pubblico americano non ha torto. Eccovi il trailer

E vi ricordiamo che The Mysteries of Laura è in lavorazione anche il remake italiano.


Red Band Society, ideata da Margaret Nagle(Boardwalk Empire, The Good Lie), è la versione Usa di Polseres Vermelles, serie catalana, che ha già avuto il remake italiano l’anno scorso, il famoso Braccialetti Rossi, fiction rai apprezzata tanto dal pubblico quanto dalla critica.

La storia è abbastanza nota: un gruppo di adolescenti, soggetti a gravi patologie, che vivono in ospedale e finiscono per creare un gruppo affiatato.

La differenza tra questo rifacimento e gli altri è che qui la storia è narrata da Charlie, dodicenne in coma.

Non abbiamo nulla contro i remake e se possono servire per raccontare una vicenda così educativa e nel contempo appassionante, adattandola alle nazione in cui viene, di volta in volta, ambientata, ben vengano.

Speriamo solo che la Fox, dove la serie ha debuttato lo scorso 17 settembre, lasci campo libero all’autrice di poter raccontare una storia tanto bella e tanto difficile, senza fare i soliti e inutili fan service.

Sneak Peak

First Look

 


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog