Magazine Cucina

Shockino: il cioccolatino componibile

Da Anna Maria Simonini @AMSimo

Mangiare un cioccolatino può diventare un'esperienza componibile? A quanto pare sembra proprio di sì. A combinare a proprio piacimento gusti e aromi differenti ci pensa Shockino, una pralina personalizzabile di tre elementi, che unisce design italiano, arte del cioccolato artigianale e qualità delle materie prime.

Come è fatto? E' composto da una base a forma di anello e un perno che chiude il tutto. Pesa circa 14 grammi ed è realizzato artigianalmente. Il ripieno della base e dell'anello esterno sono realizzati con la tecnica della ganache. Il cuore centrale invece è caratterizzato da una combinazione di granelle di frutta secca come pinoli, noci e nocciole.

Come si personalizza? Shockino è disponibile in 18 varianti. Il cioccolato può essere al latte e fondente al 72%. Le diverse opzioni si ispirano alle specialità territoriali italiane e internazionali, come pistacchio di Bronte, nocciole piemontesi I.G.P., arance di Sicilia, liquirizia di Atri, Mirto sardo e Tintilia (vino autoctono del Molise), cannella del Madagascar e caffè monorigine del Guatemala.

Sono disponibili tre tipi di confezione:

  • da 36 elementi per comporre 12 cioccolatini con una variante di 216 mix
  • da 9 elementi per creare 3 cioccolatini con 27 mix possibili
  • il mono-mix per una pralina, disponibile nei gusti più richiesti

L'idea è dei designer Piergiorgio Carozza e Gabriele Cossu (classe 1979), fondatori dello studio di progettazione Officina Quack! specializzato in food e product design. Nel 2014 hanno realizzato questa pralina componibile con D'Abate, pasticceri e artigiani molisani del cioccolato dal 1969. Shockino ha ricevuto la menzione d'onore ADI Compasso d'Oro 2015 come prodotto innovativo nella categoria food design.

Si trova online su

www.shockino.it

Facebook: www.facebook.com/shockinomixexperience

Instagram: @shockinomix

Twitter: @ShockinoMix


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine