Magazine Cinema

Shutter Island

Creato il 12 maggio 2010 da Thegirlinthesky
Shutter Island
Nel 1954, i due agenti federali Teddy Daniels e Chuck Aule vengono inviati con un battello a Shutter Island, a largo della costa est, per investigare sull'improvvisa scomparsa di una pericolosa infanticida residente presso l'istituto mentale Ashecliffe, Rachel Solando. Il direttore dell'istituto, il dottor Cawley, e i vari infermieri sostengono che la madre assassina si sia come dileguata dalla sua stanza senza lasciare alcuna traccia, ma l'agente Daniels pare nutrire fin dal principio dei forti sospetti sul modo di condurre l'ospedale da parte del dottor Cawley e del suo medico assistente, il dottor Naehring. Un uragano costringe i due agenti a protrarre il soggiorno sull'isola, durante il quale le indagini proseguono e particolari sempre più inquietanti emergono, mentre Daniels continua ad avere delle visioni che riguardano la moglie defunta e le sue esperienze di guerra contro gli ufficiali nazisti.
                                                                                     dal sito mymovies.it
Comunque secondo me se Leoardo di Caprio si fosse cambiato la cravatta quegli incubi non l'avrebbe avuti.
                                                                 Un mio commento durante la visione
Questo film è stato molto decantato in giro e aveva incuriosito anche me, di solito è difficile che un film del genere mi incuriosisca ma c'è un manicomio, un'isola, una persona scomparsa, tutti temi che mi appassionano e allora ieri ho deciso di vederlo.
Sinceramente l'ho trovato poco originale, già a metà film si può intuire quasi tutto, inoltre è molto confusionario e non potrebbe essere altrimenti visto che il tema è la malattia mentale però tutte quelle visioni, quei sogni mi hanno un pò annoiata.
Il film è carino, Leonardo di Caprio è bravissimo, ma questo già lo sapevamo, Martin Scorsese pure il tema è stupendo perchè tutto gira intorno al concetto di pazzia e di sanità mentale, di quanto sia labile il confine e la teoria di fondo è affascinante: il pazzo è veramente un folle o è una persona sana che si rifiuta di riconoscere la realtà e di affrontare i propri sensi di colpa?.
E' certo che il tutto poteva essere strutturato in modo diverso, con un vero colpo di scena finale, ma sarà che questi film ambientati in manicomi e in generale i thriller psicologici finiscono tutti allo stesso modo quindi alla fine ci si aspetta sempre il colpo finale alla "sesto senso".
Film, comunque, fortemente consigliato.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Fine di un impero: Shutter Island

    Fine impero: Shutter Island

    Tra gli esiti più significativi della crisi occidentale ve n’è uno che mi pare decisivo: gli U.S.A. non sono più la prima e più influente potenza mondiale. Leggere il seguito

    Da  Matras
    CINEMA, CULTURA, THRILLER / POLIZIESCO
  • Martin Scorsese: Shutter Island

    Martin Scorsese: Shutter Island

    Tratto dall'omonimo romanzo di Dennis Lehane, questo Shutter Island è stato uno dei film più attesi del 2010 e l'attesa è stata più che ripagata. Leggere il seguito

    Da  Scenamadre
    CINEMA, CULTURA
  • Dark island

    Dark island

    (conosciuto anche come Infected) Regia di Sam Gorski e Niko Pueriger Canada 2010 Dopo aver perso i contatti con i suoi ricercatori su un'isola remota, una... Leggere il seguito

    Da  Mcnab75
    CINEMA, CULTURA
  • Shutter Island

    Shutter Island

    Titolo: Shutter IslandAnno: 2009Regista: Martin ScorseseCon:Leonardo DiCaprio: Teddy DanielsMark Ruffalo: Chuck AuleBen Kingsley: dott. Leggere il seguito

    Da  Greg Petrelli
    CINEMA, CULTURA
  • recensione: Shutter Island

    recensione: Shutter Island

    Direte che, me le vado a cercare. E invece questa volta non è così. Ora mi spiego. Dovete sapere che uno dei miei scrittori preferiti è Dennis Lehane, autore... Leggere il seguito

    Da  Robertodragone
    CINEMA, CULTURA
  • Shutter Island

    Shutter Island

    Gli psicodrammi hanno sempre il loro fascino, e devo dire che anche se il finale era abbastanza chiaro, sono rimasto fino alla fine con la speranza di... Leggere il seguito

    Da  Mriitan
    CINEMA, CULTURA
  • Hadaka no Shima - The Naked Island

    Hadaka Shima Naked Island

    1960, Shindo Kaneto.Una piccola isola nel mare giapponese, poco più di una roccia, spoglia ed arida, ci vive una famiglia, padre madre e 2 bambini. Leggere il seguito

    Da  Robydick
    CINEMA, CULTURA

Magazines