Magazine Cultura

Si accendano le luci

Creato il 10 novembre 2010 da Cannibal Kid
Si accendano le luciLe luci della centrale elettrica "Per ora noi la chiameremo felicità" Le luci si accendono di nuovo. Atto secondo. Vasco, intendo il vero Vasco ovvero Vasco Brondi, è tornato a illuminare la scena indie italiana. Scena in cui per sua stessa ammissione si sente un estraneo e al “Mucchio” dichiara ad esempio di trovare più allettante la possibilità di essere tra un anno a Londra a tagliare insalata in un Mc Donald’s piuttosto che tornare alla routine concerto-promozione-aperitivo cool della sua odierna vita da musicista celebrato nei circoli indie milanesi. O magari finirà a lavorare in un call center
vedrai che scopriremo delle altre Americhe io e te
che licenzieranno altra gente dal call center
che ci fregano sempre
che ci fregano sempre
che ci fregano sempre
che ci fregano sempre…

Si accendano le luciIn attesa dalla grande fuga, Vasco Brondi alias Le luci della centrale elettrica ci regala un nuovo album che di base prosegue senza grosse novità il discorso iniziato con il primo fenomenale “Canzoni da spiaggia deturpata”.Un difetto in “Per ora noi la chiameremo felicità” quindi c’è: manca l’effetto sorpresa. Questo disco l’ho ascoltato e me lo ascolterò ancora parecchie volte, però è innegabile che stavolta non ci sia lo sconvolgimento rivoluzionario della prima volta. Un aspetto che era già da mettere in conto, cui sopperisce un’accresciuta capacità di giocare con le parole, raccontare la nostra vita (precaria) e scrivere (quasi)canzoni, a volte persino con (quasi)ritornelli, come nella splendida “Cara catastrofe”, probabilmente il pezzo di maggior impatto del suo intero repertorio. E ne “L’amore ai tempi dei licenziamenti dei metalmeccanici” affiora una inedita delicatezza “into the wild”.Per il futuro sarebbe interessante vedere evoluzioni sonore, magari con un tocco di elettronica come hanno fatto Il teatro degli orrori collaborando con i Bloody Beetroots e lo stesso Vasco 2.0 afferma di voler provare direzioni diverse, visto che con il nuovo album ha ormai chiuso una trilogia composta dal suo esordio e dal libro “Cosa racconteremo di questi cazzo di anni zero”.
In attesa di rivoluzioni o di una grande fuga, per ora questo disco mi dà la felicità (o quella che chiameremo felicità) con l’ironia nascosta nei suoi testi, mi fa commuovere, mi fa avere gli “occhi lucidi come le Mercedes” e mi fa ridere. Perché il nostro ridere fa male al Presidente.(voto 7/8)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Si vedrà

    vedrà

    da qui Arriva un’auto dei carabinieri. Lo stesso pensiero di quando chiama il Cardinale: che sarà successo? Entrano in chiesa dalla porta laterale: lasciando... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • Si’,sciopero!

    Si’,sciopero!

    Commento su L’espresso per la giornata di venerdì nove luglio: Sì, sciopero! Per dare, anche con questa forma pregiata di ribellione organizzata, una grande... Leggere il seguito

    Da  Renzomazzetti
    CULTURA
  • Sonetàula: come si diventa banditi.

    Sonetàula: come diventa banditi.

    Mi sbilancio subito: è un film bellissimo tratto dall'omonimo romanzo di Giuseppe Fiori. Sicuramente non è per tutti ma è, senza dubbio, uno dei migliori film... Leggere il seguito

    Da  Valentediffidente
    CINEMA, CULTURA, SOCIETÀ
  • Il biscotto si è ammosciato?

    biscotto ammosciato?

    Ne parlano, ne parlano e dicono che sarà questo 2010. Parliamo del nuovo album  "Gold cobra". L'album, se non seguirà la scia produttiva di Chinese Democracy,... Leggere il seguito

    Da  Thebackinblack
    CULTURA, MUSICA
  • Luna? si, ci siamo stati

    Luna? siamo stati

    Editore: ed Ilmiolibro.itData di ultima pubblicazione: 2010Costo del Libro: 16.00€A cura di: Paolo Attivissimo MEKE:siamo veramente stati sulla luna? e quante... Leggere il seguito

    Da  Kikka
    CULTURA, LIBRI
  • Torino si avvicina...

    Così l'anno scorso a Milano, tre fra i momenti più emozionanti del concerto... Leggere il seguito

    Da  Chemako
    CULTURA, MUSICA
  • Monaco si avvicina....

    Monaco avvicina....

    Il 28 maggio a Dusseldorf, il 5 gugno a Monaco :-)) Leggere il seguito

    Da  Chemako
    CULTURA, MUSICA

Magazine