Magazine Cultura

Sia pure il tempo di un istante di Cristina Tirinzoni

Creato il 05 marzo 2011 da Viadellebelledonne

Sia pure il tempo di un istante di Cristina TirinzoniCristina Tirinzoni è nata a Sondrio, vive e lavora a Milano. Giornalista, studiosa di psicologia, appassionata di astrologia umanistica, da qualche tempo dipinge acquerelli. Scrive per Psychologies.

Scrive Raul Montanari, “i racconti e le poesie contenute in “Sia pure il tempo di un istante” sono fotogrammi che colgono l’immediato “dopo” o il “prima” di una situazione personale o relazionale che è entrata in crisi. La sconfitta, lo scacco, l’inquietudine donano a questi quadri una tensione insolita. L’autrice dipinge paesaggi naturali e umani senza mai indulgere all’idillio. A volte è nostalgia per quello che avrebbe potuto essere e ormai non sarà mai più, a volte una contemplazione partecipe a un dolore che nasce personale e subito si allarga, dolcemente e intensamente, e diviene dolore di tutti…”

Sia pure il tempo di un istante di Cristina Tirinzoni, NeosEdizioni

L’autrice mi fa sapere che dipinge acquerelli, me ne manda uno a corredo della poesia Fil di fumo che rappresenta un indiano che mi è molto piaciuto e  che mi avrebbe fatto piacere pubblicare qui;  purtroppo non riesco a copiincollarlo  in quanto l’immagine è inserita nel pdf.  Le poesie qui presentate sono però anch’esse degli acquerelli di parole, l’autrice descrive con tratti leggeri e puliti, senza eccessivo accumulo di colore, lasciando spazi bianchi lì dove è necessario, senza dire più di quel che serve,  e lo fa usando termini che potrebbero fa pensare al contrario. Nella poesia fil di fumo infatti parla del passato come accumulatore di indizi e scoperte, parla di tracce confuse e di fumo ma l’effetto è pulito, acquerellato ma non per questo meno espressivo, così come lo è nelle poesie che seguono, nonostante il dolore della separazione, dello sgomento, dell’inutilità di certe storie e di certi giorni, giorni da calpestare e da buttare nel cestino. antonella pizzo

Fil di fumo

Il passato non si cancella
ma resta lì acquattato fra le pieghe
del presente.
Si accumulano indizi e scoperte.
Tracce confuse lungo gli anni passati
frasi perdute
gesti lasciati in sospeso
legami segreti.
Come disegnati da una nuvola di fumo
di un indiano navajo
uscito da un vecchio film.

Dolore

Alzo le braccia.
Mi consegno al dolore
la parola non basta
c’è un resto che deborda che eccede
irraggiungibile dalla parola.
È là che voglio andare.
Mi prende lo sgomento
ma è là che devo andare.

Allineare parole

Allineare parole
l’una dopo l’altra.
Non ti amo più.
Ti amo.
Me ne vado.
Rimani.
Departures. Arrivals.
Lo seguì con distrazione uscire in fretta
dalla sua vita.
Che passino veloci e non facciano altro,
gli addii.
E li gettò nel cestino.
Sembrano non servire a niente certe storie.

Ci sono giorni

Ci sono giorni che li mandi a memoria,
come se niente fosse,
altri che passano in fretta per non farsi riconoscere
e scomparire nell’ombra
di un portone
ci sono giorni che stanno in fila ad aspettare
e li chiami per nome e hanno
facce di stupore
altri che stanno ad aspettare,
fra attese e rimandi, come appesi ai fili della luce,
accartocciati come un giornale dimenticato
da qualcuno sulla panchina
fino a quando non li guardi più
ci sono giorni che sembrano bastare
altri che dicono bugie come strade senza uscita.
Ci sono giorni che si numerano sotto le suole
a colpi di passi.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Lasciate che sia faticoso

    Quasi sempre le recensioni positive dei romanzi - siano essi grandi best sellers o titoli di nicchia – sono incentrate su un solo concetto: la semplicità. Leggere il seguito

    Da  Danielevecchiotti
    CULTURA, TALENTI
  • Speriamo che sia etero

    Invadendo le pagine di quotidiani e rotocalchi per le imminenti celebrazioni del suo sessantesimo compleanno, Renato Zero ha dato il grande annuncio: a breve... Leggere il seguito

    Da  Danielevecchiotti
    CULTURA, TALENTI
  • Magnificat. La poesia di Cristina Annino.

    JOHN CABOT UNIVERSITY Department of Modern Languages and Literature with InVerse presents MAGNIFICAT La poesia di Cristina Annino (1969-2009) Interverranno... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • Cristina Donà - Miracoli - Video Testo

    Cristina Donà Miracoli Video Testo

    Il primo singolo di Cristina Donà dall'album "Torno A Casa A Piedi"(in vendita dal 25 gennaio 2011) si intitola "Miracoli".La cantautrice folk-rock ci rallegra... Leggere il seguito

    Da  Lesto82
    CULTURA, MUSICA
  • Cristina Donà

    Cristina Donà

    Da pochi giorni è uscito il nuovo disco di quella che io considero la migliore cantautrice italiana: Cristina Donà. Mi sembra un'ottima occasione per... Leggere il seguito

    Da  Ceppo
    CULTURA, MUSICA
  • Che sia l'Eden

    l'Eden

    GRUPPO: "SUBSONICA" - SINGOLO: "EDEN" (2010)"L'ultimo" è raffinato: il primo ascolto e non solo risultano ossessivamente odiosi all'udito. Leggere il seguito

    Da  Alessandrotedesco
    CULTURA, MUSICA
  • Quando io ero Cristina

    Quando Cristina

    Con questo capitolo si chiude – per ora – anche il Survival Blog di Cristina Riccione. Ringraziando di nuovo la vera Cristina, che mi ha “prestato” il volto e l... Leggere il seguito

    Da  Mcnab75
    CULTURA