Magazine Arte

Simoncini allo Spazio Bocca a Milano

Creato il 15 febbraio 2011 da Roberto Milani
A distanza di pochi giorni dall'evento “DRAWN TO HEAVEN one-day Show”, tenutosi alla Galleria San Lorenzo di Milano lo scorso 10 marzo (http://lastanzaprivatadellarte.blogspot.com/2011/01/drawn-to-heaven-one-day-show-di-andrea.html ), Andrea Simoncini presenta, alla storica Libereria Bocca di Milano, una mostra personale sotto la guida e la cura dell'amico, nonchè titolare della libreria stessa, Giorgio Lodetti. 
Una mostra completamente diversa, sia come impostazione che come concezione, rispetto a quella della San Lorenzo che proponeva solo uno dei tanti argomenti indagati dal fotografo in questione che non saranno riproposti alla Bocca.
Di seguito il comunicato divulgato dalla Libreria Bocca:
Simoncini allo Spazio Bocca a Milano
Andrea SimonciniSpazioBoccainGalleriaMercoledì 23 febbraio ore 18.30fino al 13 marzo 2010Galleria Vittorio Emanuele II, 1220121 Milano Vincitore della IV edizione del Premio Movimento nelle Segrete di Bocca 2010 Ho conosciuto Andrea Simoncini in occasione della IV edizione del Premio Movimento nelle Segrete di Bocca, giovane artista italo anglosassone ha studiato design a Londra e Milano. La sua ricerca ha inizio con la realizzazione di gioielli in fusione, di pregevole e innovativa originalità, successivamente crea icone grafiche e Mandala digitali. In seguito, Andrea, approda alla scultura, il soggetto prescelto è la rappresentazione della Dea Madre: divinità primordiale in cui si manifesterebbe la terra, la generatività, il femminile come mediazione tra l'umano e il divino.E’ questa ricerca che porterà Andrea alla creazione di vere e proprie pitture digitali. Scatti fotografici ritoccati, digitalmente ridipinti, che esplorano i principali significati della Dea, quali: la terra, rappresentata dai frutti, dai fiori o dagli insetti, che compongono particolari e originali nature morte sempre presenti nei suo lavori; la femminilità rappresentata dal soggetto principale: la donna, mai velata nella sua cruda nudità, in quella sorta di divina immortale immobilità; il ventre, il pube glabro e i seni turgidi e gonfi, che rievocano una fecondità recente o prossima, sempre in primo piano, ossessivamente esposti e volutamente prominenti, chiudono ideologicamente il ciclo vitale dell’umanità...Gli scatti-dipinti di Andrea celano i messaggi più reconditi di Gea, della storia del mondo, solo apparentemente si rimane impressionati e turbati dai soggetti, ma basta soffermarsi per comprendere l’universo primordiale che si cela nella sua ricerca e ci appare nelle opere, quel equilibrio compositivo volutamente artificioso, che crea una movenza statica, scultorea, vitrea alla sua Dea.
    Quei corpi tanto perfetti, oltre natura verrebbe da dire, che attraverso l’occhio e la mano di Andrea prendono forma aurea portandoci nell’ambito delle divinità: La Dea è l'icona del femminile materno sacro, della pienezza del donare e del ricevere, del grembo che accoglie la vita anche dopo che è nata, la nutre, la protegge e ne è culla! Giorgio Lodetti 

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Spazio Tadini & Giordano Morganti

    Spazio Tadini Giordano Morganti

    Giordano Morganti (Milano, 1956), si dedica fin da giovane alla fotografia; fra i soggetti privilegiati della sua indagine, che sfiorano l’ambiguità e... Leggere il seguito

    Da  Francescotadini
    ARTE, CULTURA
  • SOMNIA ORNATA - personale di Andrea Simoncini

    SOMNIA ORNATA personale Andrea Simoncini

    Merita, merita merita! Artista raffinato, inventore di immagini, testimone della propria epoca: Andrea Simoncini a Milano fino al 17 giugno... Leggere il seguito

    Da  Roberto Milani
    ARTE, CULTURA
  • “Carne arrabbiata” di Carlo Simoncini

    “Carne arrabbiata” Carlo Simoncini

    Di Astrid Fataki “Carne arrabbiata” di Carlo Simoncini, quando l'etica e la professionalità non bastano «I preti vive de carne morta, i dotori de carne malada, ... Leggere il seguito

    Da  Sulromanzo
    CULTURA, LIBRI
  • Lo spazio ritrovato...

    spazio ritrovato...

    ...È passato un anno dalla prima edizione del festival "Lo spazio ritrovato" e ora, alla seconda esperienza, non solo il teatrino recentemente intitolato a... Leggere il seguito

    Da  Icocaits
    CULTURA, EVENTI
  • Spazio spazio

    Spazio spazio

    io voglio, tanto spazio per dolcissima muovermi ferita; voglio spazio per cantare crescere errare e saltare il fosso della divina sapienza. Leggere il seguito

    Da  Pioggiadinote
    CULTURA
  • Recensione Lo spazio bianco

    Recensione spazio bianco

    Lo spazio bianco è l’angusto luogo in cui è confinata la vita di una donna che lotta contro il tempo per poter tenere in vita la sua bambina e sapere quale... Leggere il seguito

    Da  Sky9085
    CINEMA, CULTURA
  • 2001: Odissea nello spazio

    2001: Odissea nello spazio

    David Bowman: Per quanto ne so nessun calcolatore Novemile è mai stato escluso… Frank Poole: Ma nessun calcolatore Novemila aveva mai commesso errori prima…... Leggere il seguito

    Da  Ncrcinema
    CINEMA, CULTURA, FANTASCIENZA

Magazines