Magazine Cultura

Sister Act in versione teatrale a Vienna

Creato il 19 giugno 2012 da Witzbalinka

Come se Vienna non offrisse già un ampio panorama di spettacoli musicali (Opera, orchestra sinfonica, festival jazz ecc.), vi sono anche due teatri fratelli impegnati a portare nell’antica capitale dell’Impero Austro-Ungarico le migliori produzioni di Broadway. Stiamo parlando dei teatri Raimund e Ronacher. Il primo si trova nel quartiere di Mariahilf, vicinissimo al centro, ed il secondo a due passi dalla Cattedrale di Santo Stefano, nel quartiere uno. In quest’ultimo ha luogo, riprendendo la tradizione del vodevil di un tempo, il musical ¨Sister Act¨, una divertente commedia prodotta da Whoopi Goldberg adattandola dall’opera cinematografica omonima.

Sister Act in versione teatrale a ViennaAct a Vienna" />Act a Vienna" height="333" width="500" alt="Sister Act a Vienna" />

Sebbene gli organizzatori non forniscano date sul termine degli spettacoli, alcune fonti indicano il 24 giugno come ultima opportuntà per assistere a questo spettacolo, e per godere degli interni ottocenteschi affrescati da Eduard Veith. I turisti o gli autoctoni che lo desiderino potranno acquistare i biglietti online nel sito web del teatro http://www.musicalvienna.at/index.php/en/spielplan_en/production/78587/content dove si possono anche trovare informazioni su novità ed eventuali proroghe o annullamenti dello spettacolo.  

Questo dei musical è un fatto curioso. Nonostante provengano da Broadway, il loro successo ed adattabilità ha permesso loro di superare molte frontiere, ed oggigiorno vengono messi in scena in varie località europee ed in altre città del Nord America. Il teatro che accoglie ¨Sister Act¨, el Raimund, ha inaugurato una nuova tappa con l’arcinoto e acclamato ¨Cats¨. Questa produzione di Whoopi Goldberg sarà in tour per mezzo mondo, con visite già in programma ad Amburgo e Milano.

Non bisogna stupirsi che questo tipo di opere superino le frontiere, visto che con il loro stile fresco, sfacciato, moderno e al tempo stesso spettacolare (come se di un’Opera si trattasse) sono perfette per la sensibilità contemporanea. L’opera di cui ci occupiamo oggi sfoggia un attrezzo brillante, scenografie suggestive e una musica vibrante. Ed è vero che senza questi elementi dello spettacolo non rimarrebbe niente.

¨Sister Act¨ racconta le spettacolari avventure di Deloris Van Cartier, una giovane ribelle amante del gangster Vince LaRoca. Una storia rocambolesca la rende principale testimone dell’omicidio di un agente di polizia perpetrato dal suo fidanzato. Diventa, quindi, un testimone protetto. Dato il suo carattere inquieto ed ingovernabile, le autorità non trovano uin luogo migliore per nasconderla che un convento di monache. Sebbene adattarsi a questa nuova realtà, come si può ben immaginare, non le sia facile, la Madre Superiora chiede alla giovane Deloris di approfittare delle sue doti di cantante per dirigere il disastroso coro del convento. Deloris svolge il compito così bene che riesce a trasformare il gruppo in un autentico successo tra i frequentatori della parrocchia. La voce su tale trasformazione arriva alle orecchie del Papa, che chiede alle monache di trasferirsi a Roma per cantare in Vaticano. Proprio quando si stanno preparando a partire, il gangster Vince LaRoca rapisce la giovane, ma le suore, che intanto le si erano affezionate, riescono a liberarla e a compiere la propria missione a Roma.

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :