Magazine Informatica

Sito bloccato? Ecco come accedere lo stesso!

Creato il 11 luglio 2014 da D4rkid

Sito bloccato? Ecco come accedere lo stesso!

Molte volte, per un motivo o per un altro, viene bloccato l’accesso ad un sito web che, ad esempio, non ha niente a che vedere con quello che si dovrebbe fare in ufficio. Grazie però all’utilizzo di alcuni accorgimenti, è possibile superare facilmente il blocco imposto, in modo tale da accedere ai siti web che sono stati bloccati.

Come accedere ad un sito web bloccato?

  1. Il primo suggerimento da seguire per cercare di accedere ad un sito web che è stato bloccato, riguarda l’utilizzo delle pagine attraverso la versione cache (si pronuncia càsh) di Google. Questo perché, Google, tiene sui propri server una copia di tutte quelle pagine che vengono, di volta in volta, indicizzate. Per seguire questo suggerimento, vai quindi su Google e fai una ricerca: noterai che alla destra di ciascun collegamento (di quelli evidenziati in verde) si trova una piccola freccia rivolta verso il basso: cliccandoci sopra si aprirà un piccolo menu a tendina contente le voci Copia cache, Simili e Condividi: basterà quindi cliccare semplicemente su Copia cache per poter accedere al sito web (attraverso i server di Google) aggirando così il blocco;
  2. Un secondo trucco, per accedere ai siti web bloccati, consiste nell’utilizzare il traduttore di Google senza però tradurre un bel niente. Vai quindi presso questa pagina, inserisci l’URL del sito bloccato e clicca su Traduci. Dopo una finta traduzione, la pagina verrà generata tramite i server di Google e quindi, con molta probabilità, sarà possibile accedere al sito web bloccato;
  3. Infine, un altro espediente per visualizzare i siti web bloccati, è quello di utilizzare la versione mobile di Google. Recati quindi presso questa pagina, ed inserisci l’URL che ti interessa, proprio sotto a dove c’è scritto Immettere un URL: (cancellando prima http://). Facendo clic su Vai, verrà caricata la pagina di tuo interesse, solamente che sarà in versione mobile quindi il formato non sarà quello classico, ma avrai comunque modo di visualizzare ciò che ti importa (aggirando nuovamente il blocco dei siti web).

Se comunque questi accorgimenti per accedere ad un sito bloccato non dovessero bastarti, per provare ad avere accesso ai siti Internet che sono stati bloccati (o oscurati), puoi anche tentare l’utilizzo dei server DNS di Google.

Facebook Google + LinkedIn StumbleUpon Stampa

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :