Magazine Tecnologia

Situazione tragica per la Banda Larga Italiana

Creato il 04 febbraio 2015 da Techvictims

1-kuWD-U43060299758957k3G-590x445@Corriere-Web-Sezioni

Dall’azienda OOKLA arrivano i dati della distribuzione della Banda Larga in tutto il mondo e come si può notare dalla mappa soprastante, in rosso troviamo velocità  sotto i 20 Mbps, in verde quelle a più di 60 Mbps. I due Paesi più veloci sono Singapore, 104,42 Mbps, e Hong Kong, 96,38. Il picco negativo, 1,08 Mbps, viene toccato dallo stato africano del Benin e subito al gradino più sopra troviamo la nostra Italia con la velocità di 4,9 Mbps. L’Australia sfiora i 16,5 e la Cina viaggia a 25.

Nel frattempo in Italia qualcosa si sta muovendo, lo scorso dicembre si è conclusa la consultazione pubblica del Piano nazionale Banda Ultralarga. Il prossimo passo consiste nella mappatura delle zone prive di connettività a 30 Mbps o 100 Mbps in cui gli operatori potranno candidarsi a intervenire. L’obiettivo comunitario rimane quello di portare i 100 Mbps a metà della popolazione nel 2020, anno in cui tutti dovranno avere già i 30 Mbps.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog