Magazine Consigli Utili

Sotto il culo della rana – Tibor Fischer

Da Marta

Sotto il culo della rana – Tibor Fischer

“Sotto il culo della rana” di Tibor Fischer è un libro che ho saputo rivalutare.
Narra la storia di un gruppo di ragazzi i quali vivono in una condizione di sfiga assoluta.
Il titolo del libro infatti è l’inizio di un noto proverbio ungherese :
“sotto il culo di una rana in fondo a una miniera di carbone” che sta a significare l’aver toccato decisamente il fondo.
Ora , i protagonisti vivono nell’Ungheria degli anni Cinquanta. L’atmosfera è terribile , prima l’oppressione nazista e poi sovietica e in più la minaccia del servizio militare a cui si cerca di scappare in tutti i modi possibili. E per sfuggire a questo ambiente i modi sono tanti , come per esempio far parte di una squadra di pallacanestro ( di “dilettanti professionisti” ) in serie A oppure cercando di rincorrere quante più possibili ragazze.
E dopo questa breve introduzione al libro spero di aver chiarito il livello di sfiga che circonda la storia.

E sono state due le frasi che mi hanno colpito maggiormente.

Si ottiene sempre quello che si vuole quando non lo si vuole

Alzino la mano tutti coloro a cui è successa una cosa simile.
Non l’avete fatto? Impossibile!
Deve esservi successo almeno una volta.
E a questo proposito io do ragione a Fischer , quello che dici è vero.
Ma se cambiassimo quel sempre in spesso? Mi sembra un cambiamento ragionevole.
Perchè dal mio punto di vista io credo che tu abbia ragione , davvero , ma non sempre.
Le persone dovranno pur avere il diritto di ottenere quello che vogliono quando lo vogliono.
Se si impegnano , è naturale.

Si diventa coraggiosi facendo cose coraggiose , così come si diventa forzuti facendo flessioni? Il coraggio era ossa o muscoli?
Coraggiosi si nasce o si diventa?

Questa è l’altra frase che mi ha dato da pensare.
E davvero non saprei cosa rispondere , però volendo essere razionali sarei più tentata di dire che il coraggio di un uomo matura nel tempo.
Si confronta con le varie prove che uno deve affrontare e in tal modo si evolve. Ma se non fosse così?
Se esistessero davvero persone più predisposte ad affrontare i problemi? Come la mettiamo?


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Sotto con la Lettonia

    Sotto Lettonia

    Seconda partita e già le spalle al muro! L’Italia si ritrova ad un primo momento di difficoltà dopo una sola gara. Questa sera alle 20. Leggere il seguito

    Da  Basketcaffe
    BASKET, SPORT
  • Omofobi sotto l’ombrellone

    Una coppia omosessuale è chiaramente colpevole di essere arrivata in spiaggia dopo pranzo, mano nella mano, insieme ad altri amici. Saremo stati una dozzina, si... Leggere il seguito

    Da  Stiven1986
    MONDO LGBTQ, SOCIETÀ
  • Il nucleare sotto l’albero

    Leggevo poco fa un post sul blog ecologiae.com in cui si parla del ritorno del nucleare in italia, sancito senza troppo clamore un paio di giorni fa con l’ultim... Leggere il seguito

    Da  Lorenzo_gigliotto
    ECOLOGIA E AMBIENTE, SCIENZE
  • Sotto la cravatta, niente

    Sono parecchi anni che questo blog ce l’ha con Fini e con le sue cravatte. Abbiamo iniziato questa battaglia da quando il tipo aveva iniziato ad indossare... Leggere il seguito

    Da  Lebarricate
    SOCIETÀ
  • § Puzza sotto al naso §

    Puzza sotto naso

    Alcuni amano il tennis e si trovano un compagno di gioco e pallettano da fondocampo per palleggi ETERNI, trastullandosi nell'aumentare del rumore del tonfo dell... Leggere il seguito

    Da  Faith
    SPORT, TENNIS
  • Letture sotto la scala

    Letture sotto scala

    Ecco i nuovi interventi apparsi recentemente sul sito della community Rivoluzione Creativa e sulle pagine degli altri progetti di Willoworld. Leggere il seguito

    Da  Willoworld
    CULTURA, LIBRI
  • Ri-sotto, ri-cotto.

    Ri-sotto, ri-cotto.

    Sono sempre stata dell’idea che ciò che è commestibile e che si mantiene in buone condizioni, possa essere mantenuto per essere poi riutilizzato nei giorni... Leggere il seguito

    Da  Pranzodifamiglia
    CUCINA, RICETTE

Dossier Paperblog

Magazine