Magazine Giardinaggio

Stranezze berlinesi

Da Ilteoremadidionea
Cari Erbosi, passeggiando per Prenzlauer berg, importante e vivo quartiere di Berlino, potete imbattervi in un parchetto.
Stranezze berlinesi
Attirati dai raggi di sole che, finalmente, fanno capolino e tentano di scaldare questo grigio inverno, entrerete nel parco, dal quale escono le voci giocose dei bimbi. Prenzlauerber berg è infatti il quartiere con più alto tasso di natalità di tutta Berlino; mamme con carrozzine, passeggini e addirittura carrozzine sidecar (doppie), popolano le belle vie della zona. Da molti è giudicato un quartiere noioso proprio perchè oltre ai negozi dedicati ai bimbi o alle mamme in attesa, ai dentisti per bimbi e alle librerie per i bimbi, poco altro c'è.
Tanta natura, si, qualche buon ristorante o caffè, ma questi aspetti passano in secondo luogo.
Bene, ritorniamo al nostro parchetto.
Un coniglio all'entrata fa da custode, il cancello è aperto.
Una volta entrati, quasi sicuramente, inizierete a guardarvi intorno, qui e là scorgerete delle strane pietre alternate ai giochi per i bambini.
Stranezze berlinesi
Stranezze berlinesi
Stranezze berlinesi
Avete visto bene, si tratta proprio di lapidi.
Tra una tomba e l'altra, hanno messo un'amaca oppure una torre sulla quale salire, un tappeto elastico o dei tronchi sui quali saltare. Strano eh?
Io la trovo una bella idea, stramba ma bella.
I bambini giocano tra le lapidi di un vecchio cimitero che giaceva semi - abbandonato, riportano vita in un luogo che fino a pochi anni fa era, nel vero senso della parola, lugubre.
Non mancano dei cartelli che danno delle indicazioni sugli animali che vivono nel piccolo parco/cimitero; questo, ad esempio, segnala la tana della volpe.
Stranezze berlinesi
Come in quasi tutti i punti di Berlino, anche da questo parco/cimitero, si può scorgere la Torre della tv, la Fernsehturm che incombe e veglia su tutti i berlinesi e non...


Stranezze berlinesi VOI CHE NE PENSATE?

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog