Magazine Pari Opportunità

stregata

Da Suddegenere

Leggo  di un incontro cittadino, di un paio di giorni addietro, per “un patto per la democrazia paritaria”, che ha visto la partecipazione di rappresentanti della Fidapa Catanzaro; Fidapa Cosenza; Mediterranea Media; Comitato Pari Opportunità Ordine degli Avvocati Catanzaro; Associazione Mogli Medici Italiani; Soroptimist; Commissione Provinciale Pari Opportunità Catanzaro; Associazione Adisco, e di altre donne certamente autorevoli (a chi interessa, la notizia continua qui, altrimenti salta giù —–> a Jean Tepperman).

ande

STREGA (1969) di JEAN TEPPERMAN
Mi dicevano
è meglio se sorridi a bocca chiusa.
Mi dicevano è
meglio se ti tagli i capelli lunghi,
così crespi,
sembri ebrea.
Mi zittivano nei ristoranti
guardandosi intorno
mentre gli specchi sopra il tavolo
riverberavano beffardi in infiniti
riflessi un volto rozzo, squadrato.
Mi chiedevano perchè
quando cantavo per le strade.
Loro alti, grandi al tè
coi loro modi melliflui, didattici
io con gli occhi sul piattino
che cercavo di nascondere la bomba
a mano nella tasca dei calzoni,
e mi rannicchiavo dietro il pianoforte.
Mi deridevano con riviste
piene di seni e merletti, contenti come pasque
quando il primogenito del dottore
sposava una ragazza tranquilla e carina.
Mi raccontavano storie
di signore eleganti e sportive
e le loro diverse carriere.
Mi svegliavo la notte
con la paura di morire.
Costruivano schermi e divisori
per nascondere il desiderio
non bello a vedersi
a sedici anni
inesperta disperata
mi abbottonarono dentro vestiti
a fiori rosa.
Aspettavano che io finissi
per riprendere la conversazione.
Sono stata invisibile,
strana e soprannaturale.
Voglio il mio vestito nero.
Voglio che i capelli
mi si arriccino selvaggi.
Voglio riprendere la scopa
dall’armadio dove l’ho rinchiusa.
Stanotte incontrerò le mie sorelle
nel cimitero.
A mezzanotte
se ti fermi al semaforo
nel traffico umido della città,
guarda se ci vedi contro la luna.
Noi gridiamo,
noi voliamo,
noi ricordiamo e non smetteremo.

da «Ascolta: questa voce non può essere perduta». Poesia Femminista. Casa della donna, Pisa 27 marzo 2004


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Nuove amiche mi scrivono...

    Nuove amiche scrivono...

    "Cara Simona, mi sono imbattuta nel tuo blog cercando immagini degli anni '40 e '50 e ne sono rimasta piacevolmente sorpresa. Che bello trovare una voce fuori... Leggere il seguito

    Da  Simonasessa
    LIFESTYLE, PER LEI
  • Mi sono “spigata”?????

    sono “spigata”?????

    Spigato, tweed, principe di Galles: i corposi tessuti nati per il menswear ben si adattano a una femminilità sofisticata, intellettuale e ironica. Leggere il seguito

    Da  Lefashionmama
    MODA E TREND, PER LEI
  • Mi fa orrore, mi faccio orrore

    In quanto persona obesa, e dunque in quanto malata, e dunque in quanto bisognosa di cure, io dovrei vedere dottori come se piovessero. Leggere il seguito

    Da  Margheritadolcevita
    CULTURA, LIBRI, PER LEI
  • Mi piace

    Più volte ho pensato se introdurre o meno il tasto "mi piace" su questo blog. Non l'ho fatto e credo che non lo farò, per vari motivi. Il primo è che non intend... Leggere il seguito

    Da  Mavi
    OPINIONI, PER LEI, DA CLASSIFICARE
  • che qualcuno mi spieghi (e mi salvi)

    qualcuno spieghi salvi)

    Dovrei fare una ricerca su internet o nei libri, come si faceva una volta.O forse dovrei interrogare qualche volenteroso psicanalista, magari junghiano. Leggere il seguito

    Da  Martahasflowers
    PER LEI
  • Mi presento

    presento

    Ciclico come un cambio di stagione, ecco che Italiano, ieri mattina, ha dettato quattro tracce su di un tema… a caso? Macchè, l’adolescenza è il must di... Leggere il seguito

    Da  Mizaar
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, TALENTI
  • MSN: "Mi Sento Nostalgica"

    Bon,è la settimana degli acronimi idioti.Dopo gli SMS che tanto han rivoluzionato la comunicazione di noi ex adolescenti della fine degli anni '90,tocca al... Leggere il seguito

    Da  Doppiogeffer
    DIARIO PERSONALE, PER LEI, TALENTI, UNIVERSITÀ