Magazine Attualità

Sul compleanno della Rai Tv

Creato il 08 gennaio 2014 da Rosebudgiornalismo @RosebudGiornali

Ultimi articoli

200PX-~1di Ivana Vaccaroni. I mezzi di comunicazione di massa hanno assunto nel XX secolo altissimi gradi di sviluppo e un’importanza fondamentale in tutti i settori dell’attività’ umana. Dal punto di vista culturale i giornali, la radio, il cinema e poi la televisione sono serviti, infatti, a diffondere, oltre all’informazione anche la cultura, condizionandone pero’ in qualche maniera contenuti e forme. Da un’iniziale condizione di aristocraticita’, intesa come privilegio di élites, la fruizione di opere artistiche si rivolge  a strati sempre più’ vasti di popolazione e, in questa ottica, molte espressioni d’arte perdono il carattere di prodotti di alto valore estetico per diventare oggetti vicini alla realtà’ quotidiana, capaci di comunicare con la stessa immediatezza delle cronache dei giornali, con le varie illustrazioni di cui sono corredate o delle attraenti immagini di un film di successo.

La caratteristica fondamentale del ventesimo secolo quindi e’stata quella di diventare riproduzione anche in serie e si appropria di oggetti che formano  tale realtà’ dell’uomo, evidenziando anche aspetti di insoddisfazione e di critica nei confronti di tanti aspetti della contemporaneita’.

Non si può’ negare il valore sociale del mezzo televisivo ne’ il suo carattere prevalente di intrattenitore, anche se nel tempo ha spesso abbassato il livello di informazione, dandoci l’illusione di una realtà’ che di vero ha poco o nulla. Spesso infatti ci chiediamo a che cosa possiamo credere in ciò’ che vediamo o sentiamo attraverso lo schermo e, con un briciolo di acume e sensibilità’ concludiamo che nulla e’ come sembra ma ci fa piacere pensarlo.

Featured image, logo.

Tagged as: Attualità, compleanno, Cultura, digital journalism, Giornalismo online, giornalista digitale, opinioni online, rai, Rosebud - Giornalismo online

Categorised in: Attualità, Tutti gli articoli


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :