Magazine Diario personale

Tema: Il Rodotarlo

Da Svolgimento @svolgimento
Svolgimento
Tema: Il RodotarloProprio adesso che stavo per cominciare a scriverti, suonano alla porta. E adesso che faccio? Ti scrivo o vedo chi è che suona alla porta? Ma se vedo chi è che suona alla porta, poi posso ancora continuare a scriverti? Forse sarebbe meglio; almeno potrei scriverti di chi suona alla porta, perché in verità non so proprio cosa scriverti. Ma tu mi dici sempre: “Scrivimi... scrivimi... scrivimi...”Ma come cavolo posso scriverti se mi suonano alla porta? L'unica che potrebbe suonare alla porta, per assonanza, potrebbe essere la portiera. Ma se fosse la portiera, potrei dirle che stavo per scriverti e volevo parlarti di chi suona alla porta? Secondo te, alla portiera gliene fregherebbe qualcosa che io stavo per scriverti? E a te, farebbe piacere sapere che, mentre stavo per scriverti, la portiera stava suonando alla porta? Già lo so che non te ne fregherebbe nulla, come non ne frega nulla manco a me, né di scriverti né di chi suona alla porta. Però, dico io, la gente non ha nessuna delicatezza! Suonare alla porta di qualcuno proprio mentre questo tenta di scrivere qualcosa a qualcun altro a cui non sa manco cosa scrivere!Ora i casi sono due: o me ne frego di chi suona alla porta e continuo a scriverti, o me ne frego di scriverti e vado a vedere chi suona alla porta. Ma se la portiera, che probabilmente sta suonando alla porta, sapesse che ho preferito continuare a scriverti anziché aprire la porta a lei, non si offenderebbe per questa mia decisione e non mi toglierebbe il saluto?E tu, se sapessi che ho smesso di scriverti per andare ad aprire la porta alla portiera, senza manco essere sicuro che fosse lei, non ti seccheresti nel sapere che non ti ho più scritto perché ho preferito aprire la porta alla portiera, pur non essendo sicuro chi fosse a bussare? 
Di certo la portiera ti odierebbe senza neanche averti mai visto, dato che penserebbe che io ti ho preferito a lei, e se un giorno tu per caso mi venissi a trovare, lei non ti saluterebbe nemmeno; o forse ti direbbe “lei è quel tale per cui io sono rimasta dietro la porta mentre il suo amico le stava scrivendo, anche se non sapeva cosa scriverle”. Ne nascerebbe sicuramente un problema condominiale, perché la portiera riferirebbe a tutti i condomini che io ho amici indegni, ma li preferisco a lei che è sempre talmente servizievole da venire a bussarmi alla porta (ammesso sempre che sia lei) per riferirmi gli ultimi pettegolezzi del palazzo o magari per consegnarmi le tue lettere, anche se in verità tu non mi hai mai scritto..Se tu fossi in grado di rispondermi immediatamente, ti chiederei se preferisci che faccia entrare la portiera a raccontarmi gli ultimi pettegolezzi del palazzo, così saprei finalmente di cosa scriverti. Ma quando tu poi verrai a trovarmi, sapendo già peste e corna di chi abita nel mio palazzo, la portiera non sarebbe diffidente nel vederti? E che cavolo ! Adesso mi squilla anche il telefono! Sai che faccio? Apro alla portiera (ammesso che sia lei) e le dico di rispondere a non so chi al telefono, chiedendole di riferire che io non ho potuto rispondere in quanto mentre stavo per scrivere non so bene cosa non si sa a chi, son dovuto andare ad aprire la porta per vedere chi fosse, anche se sospettavo fosse la portiera, ma non ne ero affatto sicuro.Però... che giornata movimentata! Ora basta! Salvo ripensamenti, ho deciso: non apro alla portiera (ammesso che sia lei a bussare alla porta), non rispondo al telefono e non scrivo neanche questa lettera , che manco avevo deciso poi se l'avrei mandata a te o a qualcun altro. Ed è solo per questo, e non per mancanza di buona educazione, che non ti saluto, non mi firmo e non vado neanche ad aprire alla porta.
P.S. - Ho appena controllato. Oggi la portiera è assente.Scusa, ma non ti pare che il tuo sia un comportamento da imbecilli ?Venire a suonare alla mia porta e addirittura telefonarmi proprio mentre tento di scriverti!
SABINO RUSSO

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Tema: Gabrina

    Tema: Gabrina

    I soldati accampati nella nuova ala del castello la chiamavano "vecchia sgualdrina". Ma lei non si sentiva affatto vecchia. Alcuni di loro avrebbero potuto... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema : Bianco il pavimento (Mi sento designificato)

    Tema Bianco pavimento sento designificato)

    Bianco il pavimento. Passano le valige degli uomini d’affari, i bisturi dei migliori chirurghi plastici, turisti grassi, gente e ancora gente si lancia sul... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema: Impatto

    Tema: Impatto

    Racconto pubblicato nell’antologia “Nave senza rotta in un mare di sogni”, edito da Del Bucchia Editore, da un’iniziativa di Pizza Letteratura. La cornice... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema: Vermi

    Tema: Vermi

    Un grosso camion sporco e puzzolente. Dietro la grande bocca dentata che rimastica la sua immondizia e vomita liquami scuri. Un mostro chiamato auto compattator... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema: Il mare, tra la testa e le mani

    Tema: mare, testa mani

    La vita è fatta di strane vicissitudini e la parte più eccitante di questa, viene risaltata dagli eccessi. Esistono infatti eccessi di vita, eccessi di tragedia... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI
  • Tema: Cioccolato

    Tema: Cioccolato

    Svolgimento.........acre nauseabondo odore di cioccolato scorrazzava libero per il vicolo.Pareva una danzatrice del ventre con le molle sotto i piedi.I colori... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema: Pensa al male se vuoi il bene

    Tema: Pensa male vuoi bene

    Svolgimento:« Sbrighiamoci, dai, sono già le sei e siamo ancora qui! » - disse Tom, che sembrava vestito come un manichino in partenza per il paese di Natale. Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE