Magazine Racconti

Tema: La ruttogatta

Da Svolgimento @svolgimento
Svolgimento
Tema: La ruttogattaL’SMS arrivo’ alle 12.17 : “Help problema! Erminia rutta e ha la pancia gonfia, puoi fare un salto a vedere cosa succede? Sono in Germania a un congresso sul luppolo”. – lessi perplessa due volte. La prima cosa che mi venne in mente fu la scena di ET dove l’esserino dopo essersi scolato parecchie lattine di birra dal frigo inizia a ruttare e in contemporanea rutta anche il ragazzino entrato in simbiosi con lui. La fantascienza si stava trasformando in realtà?Stai a vedere che il congresso si chiama OKTOBERFEST e si tiene a Monaco , pensai. Presi in mano il cellulare:“Sei sicura che ti abbia scritto RUTTA? Marita è Peruviana magari non conosce il significato della parola e intendeva dire che è BRUTTA” o forse non sa usare il T9 pensai mentre digitavo .“No No ha detto chiaramente che RUTTA miagolando” mi rispose in tempo record, segno che stava andando in paranoia.
Ora di gatti che ruttano non ne avevo mai incontrati e che lo facessero miagolando, neanche uno. Palle di pelo vomitate sì, ma rutti proprio mai.
Subito pensai che si potesse sfruttare la cosa mandandola alla CORRIDA o in altre trasmissioni televisive come SUPERQUARK, per esempio.Ma poi arrivò il senso di colpa “Sono una GATTARA come posso non preoccuparmi per un gatto in difficoltà digestive?”Feci una serie di telefonate ad amici che pagavano l’affitto ai loro gatti per potersi sedere sul divano , tanto per assicurarmi che non fosse qualcosa di grave e rassicurare la mia amica in panico da rutto felino. A tutti spiegavo la situazione, e tutti seriamente mi davano la loro diagnosi :“Non è che ha mangiato una cavalletta che le è rimasta con le zampette piantata in gola?”“Magari ha masticato una di quelle caramelle al seltz pensando fosse un croccantino”“Prova a metterle due gocce di PETRUS nel latte”Intanto la mia amica bloccata in una comodissima poltrona ignifuga al congresso del luppolo tra una slide e l’altra mi tempestava di sms per conoscere la situazione.Arrivai un po’ trafelata. Erminia che indossava con disinvoltura tutti i colori di cui un felino domestico può disporre nel suo book cromosomico, mi aspettava seduta sull'erba in giardino e stava sgranocchiando un grillo ignara del giro di sms che aveva scatenato.Mi venne incontro portandomi in dono le 2 ali trasparenti masticate del grillo, mi guardò e fece un “MIAOOOO” così rauco che sì, poteva sembrare un rutto, ma non lo era.Erminia non ruttava, Erminia aveva la raucedine.Le toccava di fare l’areosol.
Anna Wood

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines