Magazine Diario personale

Tema: Una vittoria importante

Da Svolgimento @svolgimento
SvolgimentoTema: Una vittoria importanteGodeva ancora dell’exploit. Avevano poco da agitarsi le due bambole sul palco. Lei aveva vinto la gara e i fotografi si accalcavano per catturare il suo viso perfetto, immortalare il suo fisico da urlo. Avrebbe fatto bere cianuro assieme allo champagne alle due zoccole che si erano permesse di mettere in dubbio la regolarità della sua partecipazione al concorso. Si erano già rivolte alla giuria, ma per fortuna, quella, non aveva badato loro. D’altronde la sua bellezza era sotto gli occhi di tutti. Come affermare che non era idonea? Con quali prove? Erano tutte congetture inutili. Anzi invidia bella e buona.L’idea di fare bere qualche sorso di cianuro alle sue accusatrici durante i festeggiamenti cominciò a stuzzicarlo. Carlo aveva sofferto per anni. Mille interventi, mille umiliazioni, mille notti passate in bianco o in lacrime oppure solo come un cane. Tacciato dai soliti benpensanti, dai soliti cretini, dai soliti omofobi. Adesso cominciava a chiedersi, vista la pubblicità fatta in Tv, se al cianuro fosse preferibile l’acido muriatico. Al momento era di moda. Amanti traditi, mariti abbandonati, gente incazzata per vari motivi ricorreva all’acido. Con grande clamore e attenzione da parte dei media.Certo mollare i fotografi per andare alla ricerca dell’acido era un tantino complicato, ma più sorrideva più l’idea trovava motivo per innestarsi nella sua mente. Le due donnine confabulavano ancora, erano già state messe da parte e, tranne qualche amico, non le cagava nessuno.Ma le loro facce non erano rassicuranti.L’annuncio del presentatore decretò la fine della trasmissione.

A telecamere spente gli addetti ai lavori, vincitori e sconfitti, furono invitati a trasferirsi al piano superiore per concludere i festeggiamenti di rito.

A Carlo si presentava una possibilità. Poteva ritirarsi un attimo in bagno e studiare come mettere in atto il suo piano. Le aveva guardate e capito che non si sarebbero arrese!Alla toilette c’erano un mare di stronze, lì a rifarsi le labbra, a parlare di contatti già presi con sceneggiatori e patroni di festival vari. Di compensi e di agenti. Per un attimo Carlo sembrò non essere nessuno, ognuno badava alla propria bellezza riflessa sul grande specchio.Gli riuscì di entrare nello sgabuzzino dei detersivi. Uno sguardo rapido e sopra una mensola, accanto ad un cacciavite, trovò due didoncini di quel che cercava.Aveva pensato solo a qualche goccia, giusto per dare una brutta serata e nient’altro, ma certe idee se ti prendono si gonfiano come palloni areostatici. La sua era una vittoria troppo importante!Gli ultimi tre mesi li aveva trascorsi a cercare il colore giusto per i suoi capelli. Lo aveva cambiato ben sette volte finché non aveva trovato quel rosso-fiamma che avrebbe fatto sciogliere pure gli iceberg del Polo Nord. Aveva fatto diciassette volte la ricostruzione delle unghia delle mani che gli venivano sempre a becco di pappagallo, finché non aveva trovato l’onnipotente Brasilia in un centro estetico di Oslo. Negli anni precedenti, come Cher, si era fatto strappare due costole. Si era fatto aggiungere e togliere brandelli di carne dovunque. Scavare le ascelle, gonfiare i glutei… Non aveva solo cambiato sesso… aveva ricercato la bellezza!Erano tante le partecipanti belle quest’anno, non lo si poteva negare. Magari, pur essendo lei la vincitrice, registi e case di moda avrebbero scelto le altre. Eliminare tanta concorrenza, in fondo, non era una cattiva idea.Salì al piano di sopra, cercò un cameriere e con lo sguardo ammiccante chiese dello champagne e due calici. “Devo festeggiare in privato” disse, passandogli due dita sotto il mento e il cameriere gli procurò quanto richiesto. Nel salone si aspettava ancora l’arrivo di gente importante. Tornò indisturbata nello sgabuzzino, svuotò la bottiglia, la riempì di acido. Con il cacciavite smussò il tappo per farlo rientrare e risistemò alla meno peggio la carta dorata del sigillo.Dagli applausi capì che adesso aspettavano lei. La Star del momento. Entrò tenendo alta la bottiglia in segno di vittoria. Avrebbe richiamato attorno a sé tutte le partecipanti…Tante mani protese verso di lei, tanti i calici, tanti sorrisi bugiardi, tanti auguri che in realtà le auguravano male! Da lì a un momento avrebbe agitato la bottiglia e le avrebbe annaffiate restituendo con “affetto” la loro simpatia.  Adelaide Jole Pellitteri

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Tema: L'abbraccio verrà

    Tema: L'abbraccio verrà

    SvolgimentoAnche le nuvole bianche erano carta buona per scrivere, lo sapeva bene. Le parole, come anelli, le si erano infilate al dito, le aveva sposate con un... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema: Black Sam

    Tema: Black

    SvolgimentoEravamo tutti sul ponte del nostro vascello, sotto di noi c’erano una sessantina di pezzi d’artiglieria: roba che graffiava parecchio. Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema: Giochiamo

    Tema: Giochiamo

    SvolgimentoAnais...Anais...sentivo che mi cercava. Percepivo nella sua voce una lieve incrinatura. Era arrabbiato. Sì, era arrabbiato perché non mi trovava. Mi... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema: Di un grande falco che volava alto nel cielo, di una femmina nera e di...

    Tema: grande falco volava alto cielo, femmina nera avvoltoi carne facevano carogna

    SvolgimentoC'era un grande falco che volava alto nel cielo. Questo grande falco che volava alto nel cielo combatteva sempre la femmina nera che teneva... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema: Per sempre

    Tema: sempre

    SvolgimentoCi sono poche cose che mi fanno piangere senza controllo: i matrimoni e i funerali. Riflettendoci bene sono arrivata alla conclusione che è il "per... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema: La lepre bianca

    Tema: lepre bianca

    SvolgimentoDettagli, solo quelli riusciva a vedere. Dettagli minimi senza nessuna importanza, che si affastellavano nella sua testa, come covoni disordinati,... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE
  • Tema : Salvato'

    Tema Salvato'

    SvolgimentoSabato mattina fuga al mare. Equipaggiamento leggero ed essenziale. Zainetto, telo da mare, borraccia, occhiali da sole, costumino d’ordinanza e... Leggere il seguito

    Da  Svolgimento
    DIARIO PERSONALE, RACCONTI, TALENTI, DA CLASSIFICARE

Dossier Paperblog