Magazine Attualità

Terremoti e presagi. Caso Emilia Romagna: terremoto nel segno del Fuoco

Creato il 08 giugno 2012 da Yellowflate @yellowflate

Terremoti e presagi. Caso Emilia Romagna: terremoto nel segno del FuocoI terremoti sono un presagio? Di questi giorni si è parlato e scritto  molto in merito all’allineamento dei Pianeti e all’ipotetica fine del mondo.

Ma cosa significano i terremoti?

Sui terremoti, oltre alle teorie dei Maya esistono anche presagi indiani.Ne abbiamo parlato con Gianni, un esperto dell’antica scienza di presagi indiani.

Dopo il 20 maggio sono state previste , anche da scienziati, nuove scosse sismiche nel territorio dell’Emilia Romagna, c’è chi parla di 30 giorni di scosse o sciame sismico. Effettivamente altre scosse di grossa entità si sono susseguite.

Per qualcuno esistono altre spiegazioni, un presagio forse, l’umanità deve espiare qualcosa.

Il terremoto dell’Emilia Romagna è avvenuto all’interno di un mese lunare che, per le antiche scienze indiane, è sintomo di presagio. Infatti se il terremoto fosse avvenuto tra il 15 marzo ed il 15 maggio, calcolando i mesi lunari, esso sarebbe cessato subito o comunque  non avrebbe avuto un dato significato.

La scossa Emiliana pare sia avvenuta sotto il segno delle Pleiadi, secondo il nostro presagista le scosse continueranno per altri 45 giorni, interrompendosi il 25 giugno 2012. Sarà vero?

Intanto le scosse di lieve entità continuano. Secondo la scienza indiana esisterebbero 4 tipi di terremoto e questo, sarebbe un terremoto di fuoco. Nato sotto il segno del fuoco.

L’arte del sakunasastra, è quasi sconosciuta in occidente ma dalle parole di Gianni, c’è da ritenere sia molto precisa.Una conferma? I terremoti cosidetti d’acqua durano un solo giorno e poche ore, e secondo quello che ci ha raccontato l’intervistato, il terremoto di Sumatra si è sviluppato sotto il segno dell’acqua.

Il terremoto emiliano, nato sotto il segno del fuoco, ha un significato chiaro: l’uomo deve espiare qualcosa.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog

Magazine