Magazine Poesie

TESTARDA LUCE...Costantino Posa

Da Costantino Posa
TESTARDA LUCE...Costantino Posa
Se per far tacere il sibilo del vento hai dovuto per forza fermarti.
Se per guardare con occhi diversi hai dovuto spalancarli al buio.
Se per aver ancora un contatto hai dovuto provare il medesimo smarrimento,
insaziabile fame di un uomo che non tiene a vivere da solo.
Anche quando le anomalie gli remano contro.
Questa volta usate in modo diverso, non per dire: " Io resisto ".
Tanto meno: " Io lascio ".
Non voglio essere soltanto un calpestato, da ansie e malumori.
Io so ascoltare, basta la compagnia a suggerire
" Sarò i tuoi occhi, anche al sole che inganna...
brucia di visioni e cicli che possono anche svilire ".
Lei si svelerà ancora e tuonerà al cuore: " Sarò la luce nella luce".
Sarò per te la voce che parla lentamente.
Sarà la tua voce che nel tormento dirà: " Io non dimentico".
Non vado avanti a tentoni. So ciò che voglio e so anche come ottenerlo.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines