Magazine Cinema

TFF28 – Damned by Dawn – un film di genere… horror

Creato il 01 dicembre 2010 da Soloparolesparse

Damned by Dawn è un horror vero, di quelli classici.
Brett Anstey dice di essersi ispirato ai film della Hammer e qualcosa ci si può trovare, almeno nell’ambientazione ed in questa nebbia continua e minacciosa.

TFF28 – Damned by Dawn – un film di genere… horror

Claire torna dopo un sacco di tempo nella casa di famiglia sperduta nella campagna inglese.
La nonna morente fa in tempo a raccontargli la strana storia della Dama della morte, legata alla loro famiglia.
Da secoli arriva urlante e piangente la notte della dipartita di uno dei membri della famiglia.
Una specie di tradizione di cui non bisogna preoccuparsi troppo, a patto di non intralciare il suo operato.

Ed ovviamente Claire pensa bene di fermare la suddetta dama scatenando la sua vendetta e dannando la nonna per l’eternità.
I morti si risvegliano e si presentano in varie forme per vendicarsi su Claire e sui membri ancora vivi della famiglia.

Damned by Dawn mette in campo molti dei classici clichè del cinema horror.
L’antica legenda, una foto misteriosa, la casa in mezzo al bosco, le ragazze sole in casa, gli spiriti che tornano.
Ed utilizza anche le tecniche care ai classici. Ci si spaventa infatti per le urla nella notte, i rumori, gli spiriti che passano alle spalle, i temporali, le apparizioni.

Quindi tutto visto e stravisto?

In realtà si, ma la forza del film è proprio il suo attenersi agli stereotipi, perchè in definitiva è un ottimo film di genere, come tornare a casa e trovare le cose che ti aspetti. Rassicurante.

Tra le chicche metterei la nonna che sembra una strega (una strega già cadavre, in verità) quando ancora è in vita e sicuramente la sequenza in cui i morti (gli spiriti dei morti?) si spiaccicano sul parabrezza della macchina in corsa nemmeno fossero farfalle.

Toccherà tenere sott’occhio Brett Anstey per il futuro.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog